);

Vikings 5×13 – A New GodTEMPO DI LETTURA 5 min

/

Dopo due episodi largamente soporiferi, senza dimenticare la discutibile e assolutamente evitabile rivelazione su Bjorn di “The Revelation“, finalmente Micheal Hirst decide di rimescolare le carte e dare inizio a questa seconda metà di stagione. L’arrivo di King Harald a York e la presenza degli sconfitti della grandiosa battaglia del decimo episodio nel Wessex già di per sè fà immaginare nuovo scontri fratricidi in casa norrena.
Tuttavia Harald Bellachioma, noto per la sua ambizione e sfortuna con le donne, non solo intende saccheggiare il regno di Alfred, ma allo stesso tempo vuole spodestare il cripple bastard più potente del mondo vichingo.
Nonostante non sia stata una puntata esaltante, l’avanzamento della trama orizzontale sia a York che in Wessex, senza dimenticare Ivar e consorte (anche lei non proprio un pezzo di pane), fanno si che finalmente lo spettatore possa godersi questo tredicesimo appuntamento targato History senza cedere alla noia.
Le dinamiche politiche riguardanti la corte di Alfred non riescono veramente a lasciare il segno, nonostante i numerosi sviluppi, per un monarca sempre più simile al nonno Ecbert: i battesimi di Torvi ed Ubbe, personaggio veramente mai sbocciato, potevano essere tranquillamente evitati, così come la love story tra Lagertha e il vescovo guerriero, character pessimo che solo nel precedente episodio ha iniziato a trovare una sua ragion d’essere all’interno della narrazione. Le scene tra l’ex moglie di Ragnar e Heahmund sono semplicemente fastidiose, per una love story che si spera termini il prima possibile. Non và meglio per il ritorno di Magnus, altra scelta narrativa poco comprensibile, con un Bjorn che si spera conquisti maggior screentime, visto che escluso Ivar al momento non vi è certo abbondanza di personaggi carismatici.

Princess Elsewith, I have neither courted nor attended to you. If you told me that you no longer had any desire to marry me, then I would understand and freely release you from any agreement made in my name. However, in the unlikely event that you were still willing to proceed with the marriage, then let me tell you what you might expect. You will be Queen to a kingdom at war and likely soon to be attacked again. You’ll be married to a King who is in present danger of being overthrown and assassinated. Forgive me, my lady, but I cannot make the prospect sound any more attractive.”

L’ascesa o presunta tale di Ivar The Boneless a New God potrebbe sembrare esagerata ma, considerando l’evoluzione del character da storpio a Re, era immaginabile un ulteriore level up. Ogni Dio degno di tal nome merita dei sacrifici e nella cultura vichinga non era inusuale sacrificare esseri umani, come si è potuto vedere nella prima stagione durante il viaggio al tempio di Uppsala, dove inizialmente Athelstan doveva essere sacrificato in onore degli Dei.
La scena finale apre un grande interrogativo, visto che se fosse veramente Hvitserk il prescelto per il sacrificio umano, dopo aver ucciso Sigurd, Ivar sarebbe il responsabile della morte di due dei suoi fratelli, aprendo una nuova fase dark per un personaggio che già non brilla per bontà. È interessante notare come finalmente venga recuperato quel filone mistico, molto più presente nelle prime stagioni tramite visioni e le predizioni del veggente, che ormai è stato relegato nell’angolo da diverso tempo. La rappresentazione delle usanze religiose norrene hanno sempre impreziosito lo show, basti pensa alla bellissima “Yol”, dove veniva mostrato il rituale vichingo per festeggiare il solstizio d’inverno, denominato Yule/Yol nella cultura pagana dell’epoca e poi trasformato nell’odierno Natale dalla religione cristiana.
A proposito di misticismo, il filone islandese nel quale è immersa la storyline di Floki forse potrebbe essere a una svolta: dopo un ottimo inizio, con location meravigliose tra l’altro, interminabili faide famigliari avevano trasformato una svolta narrativa interessante in un vero disastro. La speranza è che con la fine di tali contrasti interni alla comunità, Floki rientri al centro della narrazione, per un’idea di fondo ottima: raccontare la migrazione di una parte dei vichinghi in Islanda, fatto realmente accaduto dopo l’introduzione della lex Salica all’interno del mondo norreno. Coloro i quali non accettarono questa novità, colonizzarono l’isola, restando isolati per diversi secoli fino alla conversione religiosa cristiana avvenuta intorno all’anno mille. Un storia decente o un ritorno di Floki a Kattegat, magari come nuovo veggente, sarebbero più graditi che mai.

We should always remember Ragnar Lothbrok, even if we did not know him, even if we only heard his name.
And do you know why? Because we are all sons of Ragnar Lothbrok! All of us“.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Finalmente avanza la trama orizzontale
  • L’arrivo di Harald a York rimescola le carte
  • L’ascesa di Ivar a divinità
  • La fine della diatribe islandesi..si spera!
  • La scena finale..ci sarà Hvitserk sotto il cappuccio?
  • Il battesimo di Ubbe e Torvi, si poteva evitare
  • Il ritorno di Magnus, Magnus chi ??
  • Poco spazio per Bjorn
  • Heahmund e Lagertha insieme sono inguardabili

 

Un buon episodio per Vikings che coinvolge tutti i personaggi principali, salvo il poco spazio dedicato a Bjorn. La trama avanza a Kattegat, York e nel Wessex e questo non può che essere un bene, senza dimenticare la succosissima scena finale. Una puntata che ottiene un ottima valutazione, ma lontana ancora anni luce dallo splendore di Vikings dell’era Ragnar, tra contrasti fratricidi e invasioni a danni di inglesi e francesi. Tutte le pedine sono in movimento, non ci resta che aspettare guerre e razzie in pieno stile Lothbrok.

 

Murder Most Foul 5×12 1.8 milioni – 0.5 rating
A New God 5×13 1.9 milioni – 0.5 rating

Venera due antiche divinità: Sergio Leone e Gian Maria Volontè.
Lostiano intransigente, zerocalcariano, il suo spirito guida è un mix tra Alessandro Barbero e Franco Battiato.

Rispondi

Precedente

The Flash/Arrow/Supergirl Crossover – 5×09 – Elseworlds, Part 1 – 7×09 – Elseworlds, Part 2 – 4×09 – Elseworlds, Part 3

Prossima

Escape At Dannemora 1×04 – Part 4

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: