);

Criminal: UK 1×01 – EdgarTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Rilasciata il 20 settembre 2019 da Netflix, Criminal: UK è la nuova serie antologica, frutto delle menti di Jim Field Smith e George Kay nelle vesti, rispettivamente, di regista e sceneggiatore dei tre episodi che compongono la mini serie.
In realtà Criminal: Uk è un’antologia nell’antologia: essa completa il filone crime della serie Netflix, che ha diramato la produzione verso altri lidi europei realizzando Criminal: France, Criminal: Germany e Criminal: Spain; tutti figli dello stesso format.
L’originale novità lanciata dalla piattaforma streaming fa già tentennare e sorgere qualche dubbio nei puristi della materia circa la corretta modalità di visione della serie completa. In realtà la fruizione è liberamente lasciata alla scelta del telespettatore che, con 12 episodi a disposizione, può iniziare da dove meglio crede e spostarsi da una capitale europea all’altra senza intoppi, scegliendo di guardare i filoni in blocco o disperdere la dozzina di episodi in un ordine completamente a caso.
Edgar è dunque il primo potenziale criminale della triade di omicidi inglesi offerti da Criminal. Interpretato dall’amato David Tennant, Edgar Fallon è un dottore britannico accusato del violento omicidio della sua figliastra di quattordici anni; accuse dalle quali il personaggio di Tennant si difende con un laconico No comment.
Topos della serie è, come avremo modo di vedere anche nei restanti filoni (o avrete già visto, se approdate nel blocco inglese dopo aver già visionato gli altri crime europei della serie), l’ambientazione: ogni storia si snoda interamente in una stanza di interrogatorio dalla quale detective e indagato non escono, on screen, nemmeno per un minuto. Ciò si collega ad un altro ritornello della serie, quello per il quale il tempo stringe e bisogna ottenere immediatamente una confessione per un processo celere, che non lasci spazio ad una eventuale giuria che possa valutare la colpevolezza del sospettato. L’azione dunque parrebbe completamente assente in un episodio apparentemente statico poggiato sulla pressione esercitata sull’indagato e sulla tensione che pesa nell’aria. In realtà proprio il climax di tensione e agitazione delle due controparti rende la dinamicità dell’episodio con un Tennant che passa da un anonimo “No comment” a un racconto argomentato e ricco di dettagli per poi sprofondare nuovamente nel secco e distaccato silenzio cui ha diritto.
Tutta la resa della storia non sarebbe stata possibile senza la regia, magnifica in ogni sequenza, che riesce a immergere fino in fondo il telespettatore nella storia. Gli spettatori infatti sono gli unici privilegiati a poter entrare e uscire dalla stanza degli interrogatori senza dover chiedere il permesso, vivendo l’azione da osservatori esterni, ma ascoltando il concitato racconto del dottor Fallon dall’interno e subendo gli incalzanti attacchi dell’ispettore dal punto di vista dello stesso Edgar.
David Tennant offre una performance ammaliante. Il suo personaggio è accattivante e inquietante allo stesso tempo, con una capacità di mutare a seconda della situazione che gli si presenta da tenere incollati anche i più scettici. Camaleontico e imperscrutabile, il dottor Fallon seleziona con cura i momenti in cui parlare e le osservazioni da esternare, attirando tutti come una calamita, sprigionando forse il famoso fascino del male.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • David Tennant, è sempre un piacere vederlo recitare
  • Regia: statica e dinamica all’occorrenza. Perfetta in ogni sequenza, vero gioiello dell’episodio
  • Tensione e claustrofobia dell’episodio
  • Spazio per vicende interne tra colleghi
  • Dialoghi ridotti fino all’osso, lasciando molto più spazio alla silenziosa tensione che cresce nella stanza
  • Il crime visto da un’angolazione inusuale, dove l’azione è completamente assente
  • Onestamente in questo primo episodio gran parte del lavoro lo fa David Tennant, oscurando quelli che dovrebbero essere le pedine fisse della serie: i detective
  • Il crime potrebbe sembrare passi in secondo piano, ma in realtà non è così e non può, in ogni caso, essere considerato un contro

 

L’astuta mossa di Criminal: Uk è stata quella di presentarsi con un indagato di tutto rispetto, che mettesse in luce le potenzialità della serie, avvicinando, in tal modo, il telespettatore a questa bizzarra e claustrofobica avventura.

 

Edgar 1×01 ND milioni – ND rating

Lunatica, brutta, cinefila e mancina. Tutte le serie tv sono uguali, ma alcune sono più uguali delle altre.

Rispondi

Precedente

Criminal: Germany 1×03 – Claudia

Prossima

Suits 9×09 – Thunder Away

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: