);

Billions 7×01 – Tower Of LondonTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

Billions 7x01 recensioneQuando a fine febbraio uscì la notizia che Damian Lewis sarebbe ritornato per sei episodi dei dodici totali di questa stagione finale di Billions, una certa felicità ha pervaso i cuori degli spettatori. Una gioia mista a scetticismo, quel genere di scetticismo che viaggia di pari passo con i ritorni di personaggi principali che hanno abbandonato uno show e che poi ritornano. Nel caso specifico di Lewis la malattia e poi la morte della moglie è stata una motivazione ben più che comprensibile per giustificare la sua dipartita.
In generale i ritorni importanti non funzionano quasi mai, specialmente se non sono in pianta stabile. Basti pensare alle diverse dinamiche che si vengono a creare sia davanti che dietro la telecamera, seguite comunque da quella reminiscenza di un passato che non tornerà. Alcuni esempi sono:

  • Topher Grace e Ashton Kutcher sono tornati ad un certo punto in That ’70s Show dopo sette stagioni;
  • Steve Carrell è tornato per un famigerato matrimonio in The Office;
  • Lauren Cohan è ritornata in The Walking Dead con la coda tra le gambe dopo un tentativo fallito in un’altra serie.

Si potrebbe andare avanti ma il punto è fondamentalmente uno solo, ovvero la possibilità piuttosto elevata che questo ritorno di Bobby Axelrod faccia in realtà più male che bene allo show. A giudicare da come si conclude questa season premiere la speranza che tutte queste preoccupazioni si trasformino in bolle di sapone c’è, però un resoconto finale potrà essere fatto solo fra undici puntate per il canto del cigno.

IL FLASHFORWARD ALL’IMPROVVISO


“Tower Of London” è un buon ritorno: intrattiene anche se è piuttosto lungo (55 minuti) e ha alcuni momenti piuttosto interessanti che valgono la pena di essere visti. Uno di questi è ovviamente il già citato ritorno di Bobby ma a posteriori anche il flashforward iniziale lascia ampio spazio all’immaginazione visto che mostra già in anticipo di 5 mesi un Mike Prince leggermente incazzato con Wendy per un tradimento/doppiogioco.
Però attenzione perché, come già accaduto in passato con altri flashforward, una cosa è mostrare un evento isolato e un’altra è arrivarci, soprattutto perché lo specifico momento mostrato non è chiaramente un punto d’arrivo ma piuttosto un momento all’interno di una trama più lunga e densa. Non si sa infatti se la trama durerà 5 mesi o più ma la sensazione è che, come in passato, si raggiungerà temporalmente questo flashforward circa all’inizio della seconda parte di stagione lasciando ampiamente ignoto il futuro finale. Senza poi dimenticare che c’è un lungo (e gustoso) tragitto per arrivare a quel momento che ad inizio puntata sembra molto distante ma che poi sembra già assurdamente vicino quando si termina la visione.

I FIGLI ALL’IMPROVVISO


Sembrerà strano ma è doveroso dedicare almeno qualche riga su uno degli “elementi” più bistrattati e ignorati di Billions: i componenti delle varie famiglie. Già, quella prole che esiste, vive e si muove nello stesso universo narrativo (per non dire case) dei vari protagonisti (Chuck, Wendy, Bobby) e che vengono completamente dimenticati e ripescati solo in funzione della trama.
I figli di Chuck e Wendy non comparivano da almeno qualche stagione e, a memoria, sono stati menzionati forse due volte nella scorsa stagione se va bene. Ora all’improvviso eccoli comparire più volte durante pranzi/cene improvvisate solo per manifestare un cambiamento nello status quo di Chuck, il che va benissimo, ma allo stesso tempo infastidisce lo spettatore medio che a questo punto avrebbe preferito vedere enfatizzato il declino sociale di Chuck tramite giornali o altre interazioni sociali piuttosto che dai suoi figli dimenticati da tutti. La coerenza sarebbe stata apprezzabile.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Flashforward iniziale con sfuriata di Prince
  • Ritorno di Bobby
  • La segretezza/ignoranza generale di chi è in contatto con Bobby
  • Coalizione Wags-Wendy-Taylor
  • Incontro al cimitero tra le tombe di famiglia
  • Sorprende come, così all’improvviso, Chuck e Wendy riscoprano di avere anche dei figli da accudire, cosa che era stata dimenticata per almeno un paio di stagioni
  • Un po’ troppo teatrale la rivalsa di Chuck

 

L’ultima corsa di Billions comincia qui, tra New York City e Londra, tra una corsa alla Casa Bianca ed un ammutinamento, tra un’alleanza che si scioglie e altre che fioriscono, esattamente come Brian KoppelmanDavid Levien hanno abituato il proprio pubblico. Che la battaglia finale abbia inizio e che il Thank Them All (un po’ generoso) sia di buon auspicio.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Fondatore di Recenserie sin dalla sua fondazione, si dice che la sua età sia compresa tra i 29 ed i 39 anni. È una figura losca che va in giro con la maschera dei Bloody Beetroots, non crede nella democrazia, odia Instagram, non tollera le virgole fuori posto e adora il prosciutto crudo ed il grana. Spesso vomita quando è ubriaco.

Rispondi

Precedente

Moving 1×01 – Senior Year

Prossima

Miracle Workers: End Times 4×08 – Children Of Women

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.