);

La Ruota Del Tempo 2×05 – DamaneTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

La ruota del Tempo 2x05 recensione“Damane” vuol dire persona capace di incanalare potere, schiavizzata dai Seanchan.
Proprio al popolo venuto da oltreoceano è dedicato il cold opening della puntata.
Per il principio secondo cui ognuno è a meridione di qualcun altro, Lady Suroth ha un superiore: Lord Turok. Quest’ultimo la umilia pubblicamente con il taglio delle unghie e rendendo così meno imperioso ogni gesto di comando della donna.
La compassione nei confronti di Lady  Suroth tende a zero, ma soprattutto c’è ben altro a cui pensare: viene portato a Lord Turok il Corno di Valere. A portarlo è il traditore Padan Fain, di cui si erano perse le tracce alla fine della scorsa stagione. Il viscido è solo uno dei visi già visti in passato, più o meno graditi, che rispuntano in questa puntata.

PUNTO DELLA SITUAZIONE


Qui è bene fare uno schemino veloce, per capire bene quale sia la posta in gioco.
Il Corno di Valere è un magico artefatto, in grado di evocare una schiera di mitici eroi in soccorso di chi lo suona. Saranno eroi del Bene se lo suonerà uno dei “buoni”, eroi del Male se lo suonerà un “malvagio”. Tutto questo è molto importante nell’economia della storia. Lo stesso Drago Rinato potrebbe convertirsi al Male con certe ben precise condizioni. Di stabilito, quindi, non c’è nulla.
Lord Turok è servo della Luce. Lady Suroth, invece, è segretamente in combutta con Ishamael per ottenere lo scopo finale del Tenebroso Nemico: spaccare la Ruota del Tempo affinché smetta di girare e tutto finisca. Se non altro, Ishamael e Lanfear hanno l’opinabile pregio di essere “cattivi” dichiarati.
Se poi non bastasse, c’è un’Ajah Nera anche all’interno delle Aes Sedai. Alcune delle Sorelle sono dunque segretamente votate al Male. Sulle loro tracce ci sono le donne dell’Ajah Marrone, trasformatesi per l’occasione in vere e proprie investigatrici.

BIANCO E NERO SULLA SCACCHIERA


Servi della Luce dovrebbero essere anche i Manti Bianchi. In effetti, il loro membro Dain Bornhald sembra piuttosto simpatico e ben intenzionato. Valda, invece, non sembra per niente migliorato rispetto alla scorsa stagione e si è già visto di cosa sia capace con i suoi uomini.
Se qualcuno si fosse chiesto quali danni devastanti siano in grado di procurare le donne dell’Ajah Nera, ne ha un assaggio proprio alla fine dell’episodio. Liandrin, che ne fa parte, tradisce Nynaeve, Elayne ed Egwene e le vende ai Seanchan. Intanto, nel promo della prossima puntata si è già vista Egwene ridotta a damane, con tanto di guinzaglio e pettorina, come un cagnolino da portare a spasso.
Ci sarebbe poi da approfondire il lato più squisitamente mondano delle lotte di potere, ad esempio con il nipote di Moiraine pronto a sposare una principessa. A questo tema, però, verrà dedicata un’altra puntata.

AVIENDHA


In un altro angolo del mondo, durante le sue peregrinazioni, Perrin si imbatte invece in Aviendha. La ragazza appartiene al popolo degli Aiel, cioè quello da cui proviene la madre di Rand.
Nei libri, questa gente del deserto ha occhi verdi o azzurri e capelli biondi o rossicci. Si può gioire se il casting, su questo punto, ha optato per una maggiore diversità etnica, pur scegliendo un’attrice irlandese. Ayoola Smart, infatti, prende subito il centro della scena e si presenta stendendo i suoi nemici (tra cui ci sono i Manti Bianchi) uno alla volta, grazie alle sue temibili doti di combattente. Ma non solo: si dimostra anche spiritosa e pronta a legare con Perrin, almeno fino all’estinzione del debito di gratitudine che ora li lega. Un bel modo per introdurre diverse spiegazioni sul mondo tutto particolare del popolo Aiel.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Aviendha
  • Le investigazioni dell’Ajah Marrone per scoprire i complotti dell’Ajah Nera
  • Lady Suroth senza maschera non risulta più umana
  • Liandrin

 

Aviendha alza da sola il voto della puntata. Il resto si fa apprezzare perché si chiariscono sempre più gli schieramenti in campo e la posta in gioco. Meglio ancora, i tasselli aggiunti sono di volta in volta logici e conseguenti a quanto mostrato in precedenza. Questo episodio in particolare lascia il desiderio di vedere al più presto il successivo. Non solo per vedere come Egwene riuscirà a liberarsi dalle grinfie dei Seanchan, ma anche per vedere le scene di cui c’è stato solo un accenno in questo finale. Sono quelle fra Rand e Lanfear, ambientate nel Mondo dei Sogni, una dimensione di cui si sta comprendendo sempre più l’importanza.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Casalingoide piemontarda di mezza età, abita da sempre in campagna, ma non fatevi ingannare dai suoi modi stile Nonna Papera. Per lei recensire è come coltivare un orticello di prodotti bio (perché ci mette dentro tutto; le lezioni di inglese, greco e latino al liceo, i viaggi in giro per il mondo, i cartoni animati anni '70 - '80, l'oratorio, la fantascienza, anni di esperienza coi giornali locali, il suo spietato amore per James Spader ...) con finalità nutraceutica, perché guardare film e serie tv è cosa da fare con la stessa cura con cui si sceglie cosa mangiare (ad esempio, deve evitare di eccedere col prodotto italiano a cui è leggermente intollerante).

Rispondi

Precedente

Spin-Off 3×03 – I bellissimi di Spin-Off: serie e film da recuperare o da evitare

Prossima

Netflix annuncia nuove serie tv e film italiani

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.