);

Servant 3×07 – CampTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Servant 3x07 recensioneDorothy: “I can’t do this again. I can’t.

Servant sceglie di tornare alle origini e lo fa con ‘Camp’, un episodio che da una parte riprende gli schemi iniziali e dall’altra segna una svolta in questa terza stagione. Servant ha saputo abituare il suo pubblico a un ritmo lento, ma accattivante e intelligente. Accadono cose inspiegabili che non devono essere mai ignorate, poiché volte ad aggiungere singoli tasselli a un puzzle molto più ampio. I costumi e le interpretazioni impeccabili (tranne quella di Toby Kebbell) sono immortalate meticolosamente dalla macchina da presa dei diversi registi che si sono susseguiti nel corso degli episodi. Tutto questo ha concorso tra alti e bassi a rendere Servant un piccolo gioiellino per pochi che, in questo episodio in particolare, ha calato definitivamente il velo dell’illusione.

IL VERO VOLTO DI LEANNE


In una vera e propria lotta di potere, Dorothy e Leanne combattono per farsi valere e per imporre il proprio dominio sull’altra. Dorothy crede di avere il sopravvento, in quanto datrice di lavoro di Leanne. Tuttavia, il suo blocco mnemonico e la sua distorta percezione di ciò che era successo a Jericho 1.0 non le permette di accorgersi che sta navigando in acque molto pericolose. Dal suo punto di vista, Leanne è davvero pericolosa esclusivamente perché nel mirino del culto, quando in realtà c’è molto altro da temere.
Neil Tiger Free svolge per l’ennesima volta un lavoro incredibile e lodevole, svelando lentamente in ogni puntata le infinite sfumature del carattere e della personalità di Leanne. Da timida e indifesa vittima si è trasformata in una donna più sicura di sé. Ora, come conseguenza del desiderio di Dorothy di sbarazzarsi definitivamente di lei, ha sfoderato gli artigli mostrando il suo lato più vendicativo e manipolatore. Per questo motivo, è ormai dato certo che la vera e propria esistenza di Jericho 2.0 dipenda esclusivamente dalla presenza di Leanne. Non è ancora chiaro se i disegni sul quaderno trovato da Dorothy siano stati la causa dei terribili eventi verificatisi in casa Turner o se siano stati fatti successivamente.

UNA REGIA DI CLASSE


A differenza di altri episodi, che prediligono la presenza in scena di 2 o 3 attori, si assiste alla comparsa di tutti i personaggi contemporaneamente, quasi necessari per assistere al miracolo vendicativo di Leanne. I registi Logan George e Celine Held tornano dietro la macchina da presa per rendere l’evento il più inquietante possibile. La pioggia all’esterno è ancora una volta utilizzata come accompagnamento per momenti terrificanti all’interno di Casa Turner. Questa volta però Leanne non è sola e solo al suo rientro in casa la bambola reborn diventa nuovamente Jericho. In particolare nella parte finale di “Camp” si raggiunge il picco massimo di tensione, quando tutti i personaggi in azione sono inseguiti dalla cinepresa mentre tentano di dare una spiegazione ai pianti di neonato provenienti da ogni dove. Proprio grazie alle inquadrature realistica e al movimento continuo della macchina da presa, la scena riesce a trasudare ansia e disperazione come non sarebbe stato possibile altrimenti. Il punto di forza di questa scelta sta nel fatto che mentre tutti corrono per la casa, Leanne aspetta pazientemente sui gradini di ingresso, fungendo da ancora statica in mezzo alla dinamicità della scena.
Nel momento in cui Leanne rientra, Jericho è di nuovo nella sua culla. I ruoli si sono invertiti e Leanne è potente. Ancora una volta la macchina da presa segue Leanne, in un’inquadratura continua e magnifica che accompagna la mano di Leanne accarezzare il corrimano mentre sale le scale.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La regia impeccabile
  • L’interpretazione di Neil Tiger Free
  • Finalmente arrivano le risposte
  • Nulla da segnalare

Le cose sono cambiate in Servant. Il ritmo è serrato e Dorothy ha, senza saperlo, consegnato tutta la sua famiglia in mano a Leanne. Le carte sono scoperte e non è chiaro se Leanne sia un angelo o, a questo punto, addirittura un demone. Le risposte che il pubblico tanto aspettava stanno finalmente arrivando. Mancano pochi episodi alla fine della stagione e la serie sta alzando sempre di più l’asticella. Non resta che attendere e godersi questo show che sta dimostrando che è valsa la pena aspettare.

Soprannominato dagli amici “Enciclopedia vivente di Cinema e Serie TV”, crede che ogni nuova serie sia un mondo inesplorato da scoprire e conoscere.
Ha una malattia: è curiosissimo e più serie guarda, più ne vuole iniziare. Alla ricerca di una cura, forse il vaccino per il Coronavirus arriverà prima...

Rispondi

Precedente

Pam & Tommy 1×08 – Seattle

Prossima

Vikings: Valhalla 1×06 – 1×07 – The Last Daughter Of Uppsala – Choices

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: