);

The Idol 1×04 – Stars Belong To The WorldTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

The Idol 1x04 RecensioneThe Idol, con il quarto episodio, riesce nell’arduo compito di essere ancora più disturbante di quanto non lo fosse stato finora. Si aggiunge infatti ancora della violenza all’ambientazione già inquietante venutasi a creare intorno a Jocelyn con l’arrivo di Tedros, violenza talmente esplicita al punto da essere quasi didascalica.
La fascinosa cornice della villa hollywoodiana che fa da sfondo agli eventi diventa anche luogo di tortura diffondendo un malessere che si scontra con la bellezza dei luoghi e dei protagonisti. Sicuramente sono puntate come questa che ricordano lo stile che in Euphoria ha fatto la fortuna di Levinson: un misto tra crudo realismo e effimera bellezza.

JOCELYN


Jocelyn è sicuramente la star dello show. Prima ancora di parlare del personaggio e della sua interprete, occorre fare menzione degli straordinari outfit che, spaziando dal vintage al contemporaneo, si calano perfettamente sulla fisicità di Lily-Rose Depp e sulla personalità della pop star che interpreta. La Depp incarna perfettamente la fragilità e la sensualità di Jocelyn tanto che sarebbe difficile ora immaginare un’altra attrice impersonare la diva dark di The Idol. Il suo personaggio è sicuramente quello più interessante e sfaccettato, in grado di sorprendere e ammaliare lo spettatore.
Lo stesso non si può dire del suo comprimario Tedros. Il carisma con cui è riuscito a creare quella che è evidentemente una setta appare abbastanza inspiegabile, da un punto di vista estetico (quei capelli sono una parrucca o sono i suoi stirati? ad ogni modo il risultato è terribile) ma soprattutto interpretativo con Abel “The Weeknd” Tesfaye che forse si sarebbe dovuto limitare all’ideazione e produzione della serie lasciando l’interpretazione di questo specifico Ramsay Bolton di Los Angeles a chiunque altro.

A LEVINSON PIACE ANGOSCIARCI


Sicuramente, come si diceva in apertura, la sequenza più disturbante dell’episodio è quella della tortura di Xander. Nonostante la presenza di Destiny che vuole capire da vicino cosa sta succedendo nella casa della sua protetta, riescono comunque ad accadere cose inimmaginabili.
Si può aprire una discussione circa la necessarietà della scena. Infatti che Tedros sia uno psicopatico era ormai chiaro a tutti, che i suoi adepti si pieghino alle sue violenze in nome di un lavaggio del cervello mascherato da esplosione del talento interiore pure, che anche Jocelyn sia ormai così succube da provare piacere nel vedere qualcuno soffrire forse ancora non era stato provato ma non era comunque difficile da immaginare.
Certo, se si pensa all’ultima collaborazione tra Sam Levinson e HBO, Euphoria, non riesce difficile capire come questo iperrealismo sia un elemento molto caratterizzante del regista e sceneggiatore. Ad accomunare i due show è infatti il senso di angoscia che pervade la cruda e brutale realtà narrata tramite scene più che esplicite.

FORZATURE NARRATIVE


Ovviamente questo non sarebbe di per sé un aspetto negativo se non fosse che nello specifico di The Idol ci sono degli elementi che fanno storcere il naso proprio a livello narrativo.
Se da un lato questa puntata ha il pregio di mostrare una volta per tutte l’approccio malato di Tedros per tirare fuori la creatività e il talento dei suoi adepti, dall’altro si sorvola troppo facilmente su alcuni collegamenti di trama: da Destiny che nonostante sappia del passato di Tedros resta in disparte, a Xander che resta assoggettato in pochissimo tempo e dopo un unico episodio di violenza, fino all’inserimento nei giochi dell’ex fidanzato di Jocelyn (che sul finale del quarto episodio di una serie da cinque sembra più un riempitivo che un vero plot twist).
Quest’ultimo punto in particolare appare un po’ scollegato da quanto mostrato fino a quel momento. Jocelyn che appena scopre l’inganno di Tedros riesce ad evadere da una condizione di dipendenza nei suoi confronti tanto da pensare di vendicarsi immediatamente chiamando il suo ex fidanzato è già abbastanza strano. Ma è la reazione di Tedros a sorprendere ancora di più. La sua psicopatia sembra esaurirsi in una gelosia che lo porta a perdere il controllo in un modo quasi ridicolo, una debolezza alquanto banale per un personaggio che, fino a poco prima era descritto come in grado di assoggettare psicologicamente le persone al suo volere.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Lily-Rose Depp nei panni di Jocelyn
  • Gli outfit di Jocelyn sempre impeccabili
  • Estetica ammaliante a fronte di sequenze disturbanti
  • Tedros: comprimario non al livello della protagonista
  • Qualche forzatura narrativa

 

Il quarto episodio di The Idol, per quanto esteticamente sempre ben fatto e con qualche scena caratterizzante, si perde in qualche buchetto narrativo. Peccato.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Rispondi

Precedente

Outlander 7×06 – Where The Waters Meet

Prossima

Twisted Metal 1×01 – WLUDRV

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.