);

Suits 2×16 – WarTEMPO DI LETTURA 4 min

/
Anche con Suits siamo arrivati alla fine, e con la fine della stagione
la tempesta che si era abbattuta sulla Pearson-Hardman è passata oltre,
lasciando dietro di se delle macerie enormi e credo proprio che ognuno di loro
dovrà darsi da fare durante la terza stagione e ricostruire tutto quello che
gli uragani Daniel ed Edward hanno buttato giù.

I rapporti si logorano, le
verità vengono a galla, le alleanze cambiano, i superiori fanno valere la loro
posizione e i sottoposti devono andarsene con la coda fra le gambe; così, senza
lasciare terribili cliffhanger, si sono limitati a cambiare all’ultimo le carte
in tavola gettando così le fondamenta per la stagione successiva. La fusione a
quanto pare si farà, ma prima di arrivare a questa conclusione Edward e Harvey
hanno fatto una scommessa su chi batterà chi; purtroppo il gentleman, che
ancora si fa annunciare prima di entrare in una stanza, ha dalla sua parte
Jessica che temendo Harvey (nonostante non lo voglia ammettere) si ritrova a
dover giocare una subdola carta: minaccia di sporgere denuncia a Mike Ross. Ed
è in questo panorama non proprio roseo che Louis va a chiedere aiuto ad Harvey
e insieme si alleano contro Edward, Jessica, Scottie e contro la fusione: avevo
tanto sperato che questi due testoni unissero le forze e le mie preghiere
evidentemente sono state esaudite anche se purtroppo il team Harvey perderà
miseramente. Nonostante ciò mi è piaciuto anche l’incontro/scontro di Louis con
la sua controparte britannica, Nigel: erano così tristemente uguali che mi è
dispiaciuto molto vedere Louis tradirlo, sarebbero stati una bella coppia.
Magistrale la scena in cui litigano per il cubicolo di Donna, ma comunque molto
carini tutti i loro siparietti in cui emergono, nonostante il loro essere
simili, le differenze stereotipate tra Gran Bretagna e Stati Uniti: più ci
penso e più mi dispiace di non poter vedere nella terza serie questo
personaggio, aveva il suo perché.
Continuando a parlare di sotto-trame non
bisogna scordarsi di Rachel e dalla sua disavventura con la domanda di
ammissione: più agguerrita che mai chiederà a Mike di firmare una lettera per
un ricorso, visto che lei è convintissima che la versione di Louis sia quella
esatta. Purtroppo non nutro un grande amore per miss Zane perché alle volte si
rivela un’ insopportabile bambinetta viziata, in questa seconda stagione più
che nella prima, e ovviamente in quest’ultimo episodio non si è smentita. A
parte il fatto che la scena di sesso con Mike è stata scontatissima, (ok che
sono due stagioni che l’aspettiamo, ma così è stata veramente un cliché) l’ho
odiata sul serio mentre urla al povero Mike e gli rinfaccia di non averle detto
la verità sulla sua domanda di ammissione. Il buon senso comune suggerisce che
in una situazione così delicata si accantonino i problemi personali e ci sei
dedichi al problema comune; puoi non sapere in dettaglio quello che succede, ma
che Mike e Harvey si trovassero nell’occhio del ciclone lo sapevano anche gli
ultimi fattorini dello studio, per cui io personalmente avrei evitato la
scenata. E per fortuna che vuole lavorare per lo studio della Pearson (-Darby?)
perché lo considera la sua famiglia, figuriamoci se così non fosse stato…
Altro
punto che mi ha fatto strabuzzare gli occhi è stata la confessione di Mike: il
suo segreto ormai non è più un segreto è un affare di stato, ma non si rende
conto che non può diffondere questo “piccolo” dettaglio così sconsideratamente
perché mette a repentaglio la sua carriera ma anche quella di Harvey e di Jessica.
Sapevamo che prima o poi questo momento sarebbe arrivato, ora vedremo come lo
gestiranno nella prossima stagione, come la prenderà la nostra Rachel, se userà
la notizia come merce di ricatto o se sarà comprensiva. Rimanendo a Mike dobbiamo
anche dire che è stato “licenziato” da Harvey Specter: certamente è stato un
disguido, e c’è anche da dire che ultimamente Harvey non è la persona più
tranquilla del mondo, e non si può biasimare, ma questo non vuol dire che non
porterà risvolti tra l’avvocato e il suo associato. Harvey Specter dovrà fare i
conti anche con Scottie, innamorata di lui e palesemente non ricambiata, e con
Donna; con Donna di riflesso ovviamente, perché se Dana Scott cominciasse a
lavorare nello studio ne vedremo delle belle. Onestamente non vedo l’ora di
vedere le due donne competere per la stima (chiamiamola così) di Harvey.
PRO:

  • Luis vs Nigel.
  • Tutte le carte in tavola cambiate all’ultimo.
  • Mike che spoilera Downton Abbey.
  • Donna e Scottie.
CONTRO:
  • Il chichè del sesso in archivio.
  • Rachel e i suoi piagnistei.

Finale di stagione senza un colpo di scena da mozzare il fiato, ma
comunque c’è stato uno sconvolgimento tale per quanto riguarda i rapporti alla “Pearson”
non indifferente. Non ci resta che aspettare con ansia quest’estate per vedere
come continuerà questa intricata vicenda.

VOTO EMMY

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

The Following 1×07 – Let Me Go

Prossima

The Carrie Diaries 1×08 – Hush Hush

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: