);

Stephen Amell sarà il protagonista di Suits: L.A.TEMPO DI LETTURA 2 min

()

Lo spin-off di Suits in lavorazione alla NBC ha trovato il suo attore protagonista: Stephen Amell sarà la star di Suits: L.A., una nuova serie spin-off del precedente legal drama di USA Network trasformato in fenomeno dello streaming da Netflix. Se il pilot piacerà ai vertici NBC e diventerà una serie, il progetto segnerà il ritorno di Amell in un canale mainstream visto che ha interpretato il personaggio principale in Arrow di The CW per otto stagioni per poi passare al meno fortunato Heels su Starz, che è durato due stagioni prima che il cabler premium lo cancellasse (insieme ad altre due serie) lo scorso autunno per questione di costi. 

La Universal Content Production, che appartiene a NBCUniversal, ha iniziato a sviluppare uno spin-off di Suits con il creatore Aaron Korsh nel mese di ottobre (come riportato in una news precedente), dopo il grande successo dello show in streaming sin da quanto è stato aggiunto a Netflix nel giugno 2023 (lo show è anche in streaming su Peacock in USA). La NBC ha ordinato un episodio pilota per Suits: L.A. il 1 febbraio e mira a iniziare la produzione a Vancouver alla fine di marzo, il che potrebbe mettere lo show in competizione per un posto nella lineup della rete per il 2024-25.

Amell interpreterà il ruolo principale di Ted Black, un ex procuratore di New York che ora dirige uno studio legale a Los Angeles, specializzato in diritto penale e dell’intrattenimento, insieme a un vecchio amico. Secondo la trama dello show, “il suo studio è in crisi e per sopravvivere deve abbracciare un ruolo che ha sempre disprezzato durante tutta la sua carriera”.

Korsh scriverà Suits: L.A. e lo produrrà insieme ai suoi ex colleghi di Suits David Bartis, Doug Liman e Gene Klein. Victoria Mahoney dirigerà e sarà produttrice esecutiva del pilota.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Rispondi

Precedente

Annunciato il cast di The Fantastic 4

Prossima

Expats 1×04 – Mainland

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.