);

The Marvelous Mrs. Maisel 4×04 – Interesting People On Christopher StreetTEMPO DI LETTURA 4 min

/

The-Marvelous-Mrs-Maisel-4x04Dopo una puntata dedicata al lutto dovuto alla scomparsa di Jackie, Susie lascia finalmente casa Weissman in cerca di qualcosa di diverso, di un trampolino di lancio dal quale ripartire. Cosa che avviene: i suoi ex rapitori, ormai diventati suoi migliori amici, riescono a trovarle un’ambiente decisamente spazioso per lei dandole il suggerimento di farlo diventare (oltre che una casa) uno studio. Susie Myerson and Associates. Ed i clienti non tardano ad arrivare: Midge è il fiore all’occhiello, nonostante qualche piccola diatriba personale; poi c’è il provetto illusionista nonché ubriacone della zona; chiude, per ora, il cerchio la celebre Sophie Lennon. Proprio per Sophie non guasterebbe un maggiore spazio per quanto concerne la storia: la donna ha dimostrato di avere la verve per potersi ritagliare un buon minutaggio e saperlo sfruttare, relegarla quindi a semplice comparsata (riesumandola all’occorrenza) non è decisamente un’ottima scelta.

GEORGE COSTANZA LO SCIUPAFEMMINE


“Interesting People On Christopher Street” è un altro episodio che convince… ma non del tutto. Sembra sempre mancare qualcosa in questo inizio di The Marvelous Mrs. Maisel per riportarsi ai livelli di un tempo. Questa puntata si diletta nell’esposizione del nuovo mondo lavorativo di Midge: lo strip club viene, come era lecito aspettarsi, progressivamente rimodellato dalla donna. Midge è un po’ la Mary Poppins del 2022: disordine e caos, in sua presenza, durano giusto il tempo di palesarsi prima di scomparire definitivamente. Ma i toni con i quali mette in atto questa rimodellazione sono sempre e comunque pacati, pacifici e solari: non c’è scontrosità, ma solo una spiazzante sincerità. Un aspetto questo che non può che far apprezzare al pubblico il personaggio di Rachel Brosnahan, sempre più calata all’interno della parte e difficile immaginarsela con una composizione di colori meno sgargiante ed accurata di quella di scena.
La puntata cerca di far luce anche sul rapporto tra Abe e Asher, ma sempre con una comicità di fondo indispensabile per la surreale narrazione in cui lo spettatore viene poi incastrato: Asher in passato ha avuto una relazione con Rose durante un momento di rottura tra quest’ultima ed Abe, aspetto che il padre di Midge non ha mai troppo digerito. Quale momento migliore, quindi, per affrontare la diatriba se non sfruttando la presenza dell’agente dell’FBI incaricato di indagare sulle vicissitudini anarchiche-giovanili dei due uomini?

SUSIE E MIDGE AL LESBIAN CLUB


Un elemento interessante, ma che si spera non porti ad uno snaturamento narrativo in favore del fan service è quello che pone al centro la vita sessuale di Susie: la donna è sempre stato mostrata con atteggiamenti molto prevaricatori e “maschi”. Lo sproloquio verbale, l’abuso di alcool in pubblico, la parlantina sciolta e disinteressata rispetto al pensiero altrui sono tutti elementi che, in una serie ambientata negli anni ’50-’60, vengono solitamente affiancati ad una figura maschile.
Il pubblico ha quindi spesso sollevato il pensiero/desiderio di scoprire qualcosa di più di Susie relativamente alle sue preferenze in campo sentimentale. Un interesse, portato in scena da Midge (che porta Susie in un lesbian club) che viene rispedito al mittente: la donna si fa offrire da bere da Midge, le ricorda di essere adulta abbastanza per sapersela cavare e ribadisce che sono cose che non la devono riguardare. Una scorza forse dura, all’apparenza, ma che dovrebbe ricordare che non c’è la necessità sempre e comunque per ogni singolo personaggio delle serie tv di essere analizzato e contestualizzato per forza di cose per la propria vita sentimentale. Todd Chavez non vi ha proprio insegnato nulla dopo sei stagioni Bojack Horseman?

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Abe-Rose-Asher: il triangolo amoroso che non ci si aspetta
  • Midge e lo strip club rimodellato a sua immagine e somiglianza…circa
  • Temi del razzismo e diversità: Joel-Mei e Susie sono ottimi espedienti per portare qualcosa di odierno all’interno della serie
  • Susie ed il suo business
  • Niente di grave, ma continua ad esserci la sensazione che manchi qualcosa

 

The Marvelous Mrs. Maisel consegna al pubblico una doppietta di episodi che convincono, ma sembrano mancare di quel colpo di reni finale per spingere la votazione verso l’alto, verso quel Bless che sembra appannaggio del passato. Sarà veramente così? Gettare ulteriori screzi in famiglia facendo agitare Abe e Rose è sempre un ottimo espediente per movimentare la situazione, ma c’è particolare interesse nel vedere come Midge riuscirà a riportare a galla la propria carriera, specialmente ora che Susie sembra intenzionata ad ampliare il suo business ritrovandosi costretta (per forza di cose) a poterle dedicare sempre meno tempo.

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Rispondi

Precedente

Vikings: Valhalla 1×01 – The Greenlanders

Prossima

Pam & Tommy 1×06 – Pamela In Wonderland

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: