);

Billions 5×01 – The New DecasTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Anche Billions ritorna durante questa particolare situazione che sta affliggendo il mondo intero e, sfortunatamente, lo stesso show è rimasto purtroppo affetto sia dal pre che dal post produzione. Sono stati infatti girati completamente solo 7 dei classici 12 episodi stagionali e Showtime, pur di non perdere lo zoccolo duro dei fan e allo stesso tempo sfruttare questo particolare periodo storico per tenersi gli abbonati, ha deciso di spezzare la stagione in due parti (ovviamente non programmando la 5×07 come un midseason finale) posticipando le restanti 5 puntate a data da destinarsi. Coronavirus permettendo.
Fatta questa doverosa premessa per rimodellare le aspettative in termini di episodi, bisogna poi ripartire da un’altra considerazione fatta nel finale di “Extreme Sandbox“: questa 5° stagione sembra avere tutte le sembianze per poter chiudere definitivamente la faida tra Chuck e Bobby. L’anno scorso infatti lo show di Koppelman e Levien aveva intrapreso un percorso volto al supporto di una strana alleanza tra i due ma era stato anche messo nero su bianco un punto fermo che di fatto ha riportato la serie piacevolmente al punto di partenza: “When I look at the shambles my life has become: from my firing, to my election with strings attached, to the destruction of my marriage, it all tracks back to one source. One man. […] And I want you to help me take him down, once and for all“.
Le indicazioni date da questa season premiere sembrano effettivamente portare tutte verso questa direzione.

BOBBY’s WORLD


Axe: I see the value. The clarity I had, the perspective. Everyone should have the chance to gaze upon their life from that perch. But I did not like what I saw from that perch.

La cosa che può paradossalmente più saltare agli occhi durante la visione, e che infatti è stata volutamente scelta come immagine per rappresentare “The New Decas”, è lo status di Bobby Axelrod che sembra effettivamente uno di quei classici CEO che, durante il lockdown, si sono lasciati andare ad una crescita smodata di capelli, barba e baffi. Uno status quo abbastanza inusuale ma che riflette anche quella ricerca spasmodica di chiarezza per affrontare in anticipo lo scontro finale con Chuck.
Ovviamente la faida tra i due non può essere semplice e lineare, in tal senso si può anche capire l’introduzione di Michael Prince e del suo “Wags” che non sembrano niente di speciale ma presumibilmente ricopriranno un ottimo diversivo nell’arco della stagione. Il tutto senza tralasciare ovviamente il ritorno del figliol prodigo (Taylor) che, pur dichiarando più volte di voler essere quella che vincerà alla fine di tutto, al momento sembra più una vittima delle circostanza che altro.

CHUCK’s WORLD


Chuck: It’s a triple cross: Taylor told Axelrod why they’re at Axe Cap.
[…] He came at me, to remind me of the last time I went at him. What it cost me.
[…] He wants to be friends, so we’ll be friends. Right up until the moment we drop him.

Lavoro e relazioni vanno in direzioni diametralmente opposte per il Rhoades Jr. e non è la prima volta che accade. Allo spettatore sadico piace molto ritrovarlo a fare un discorso chiaramente incentrato sull’odio verso il padre (al matrimonio di quest’ultimo), il tutto mentre viene ripudiato dalla moglie pronta a diventare ex, mentre sul fronte lavorativo fa il bello ed il cattivo tempo. Il character di Giamatti non è mai riuscito a mantenere un equilibrio su entrambi i fronti e qui è palese che, pur essendone intenzionato, abbia ancora delle preferenze ben delineate. Così come Kate.
Dulcis in fundo, il grande assente della puntata è chiaramente Bryan “The (Fucking) Idiot” Connerty e la cosa che più sorprende, purtroppo, è che non è una di quelle assenze che pesa perché non si nota nemmeno. Il fatto che solo a posteriori si noti la mancata partecipazione del character interpretato (molto bene) da Toby Leonard Moore fa riflettere, ed è principalmente frutto di una gestione alquanto disastrosa di un personaggio veramente ben fatto che però ha preso una strada senza via di ritorno. Ed è un qualcosa su cui riflettere per il lungo periodo.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Introduzione di un nuovo avversario per Bobby: Michael Prince
  • Discorso di Chuck al matrimonio del padre
  • It’s a triple cross
  • Bobby e Wags sotto effetto dell’ayuascha
  • L’apparizione di Rebecca Quinn ed il suo impatto sono fin troppo blasonati
  • Il rischio di creare confusione c’è, come sempre
  • Assenza di “The (Fucking) Idiot”

 

Per essere una season premiere, questa “The New Decas” svolge più che egregiamente il suo dovere presentando tutti i character, le relative sfide e nuovi potenziali problemi all’orizzonte: Kopperlman e Levien stanno letteralmente stuzzicando il palato di tutti. Il tutto ovviamente decantato da una recitazione sempre molto on point di Giamatti e Lewis.

 

Extreme Sandbox 4×12 0.78 milioni – 0.1 rating
The New Decas 5×01 0.61 milioni – 0.1 rating

Martin Moody

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

Recenews - N°322

Cardinal-4x05
Next

Cardinal 4x05 - Scott

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: