);

Generation 1×13 – There’s Something About Hamburger Mary’sTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Recensione di Generation 1x13Con “There’s Something About Hamburger Mary’s” tornano i tanto adorati POV che sono il fiore all’occhiello di Generation.
Tutti i personaggi si ritrovano in un bar per una serata benefica a tema drag queen.
Ammirabile è il rispetto nel fare i casting, prendendo solo drag queen per interpretare le loro controparti (i fan di Rupaul Drag Race riconosceranno qualche volto familiare), ma il teen drama sta prendendo una piega fin troppo confusa e raffazzonata.

MADRE E FIGLIO


Well, I just want to say that as supportive parents, we sometimes have to make hard choices for our kids. And, to my son, Nathan, I want you to know that…love is complicated“.

La domanda, più che legittima, che può venire in mente allo spettatore guardando le ultime puntate di Generation è: a che punto vuole arrivare?
Solitamente una puntata di una qualsiasi serie può andare in due modi: progredire con la storia oppure prendersi del tempo per ampliare delle dinamiche o approfondire un personaggio. “There’s Something About Hamburger Mary’s” non fa niente di tutto questo.
Torna una regia più curata rispetto alle precedenti puntate e l’espediente, caro fin dal pilot, dell’usare un solo evento come collante tra i vari personaggi.
La puntata si apre con Megan su un palco che dichiara, in modo goffo, solidarietà a Nathan, il figlio dichiaratamente bisessuale con la quale ha un rapporto d’amore e odio a causa del suo orientamento sessuale.
Un gap generazionale necessario in una serie di questo tipo e che sono un evergreen in ogni teen drama che si rispetti.
Megan viene catapultata nel mondo del figlio, un mondo nel quale non era pronta ad entrare fatto di drag queen esagerate, karaoke e lustrini. Al contrario del marito che sembra divertito ed affascinato dalla situazione, Megan sembra voler mettere un muro ulteriore tra lei e la vita che conduce Nathan preferendo un semplice rapporto madre-figlio fatto di apparenze piuttosto che di un rapporto trasparente e solido. Almeno finché non decide di restare, dando un’ulteriore chiave di lettura alla loro famiglia disastrata, ma che cerca di ricomporre i pezzi.

CHESTER E GRETA


Luz: “What’s up with you?
Greta: “What do you mean?
Luz: “Is it ‘cause Riley’s here?
Greta: “No. What? No
Luz:”Are you actually into girls?
Greta: “I mean, yeah
Luz:”It’s weird, because I feel like you do like me

Il focus si divide tra Megan, Chester e Greta. Le due donne hanno dei problemi in sospeso da risolvere che questa puntata non risolve affatto.
Greta si trova nuovamente a lottare contro le proprie insicurezze e la sua bassa autostima, in un loop che la incastra nel medesimo punto. Sebbene la ragazza abbia fatto coming out e viva con la zia che l’ha accettata, Greta non riesce ad ignorare dei pregiudizi che ha interiorizzato e normalizzato. Un loop che era iniziato con Riley e continua con Luz, imbarazzandosi se la ragazza prova a sfiorarla in un contesto estremamente sicuro per una coppia lesbica.
Greta aveva tutte le carte in regola per essere un character degno di essere la protagonista di una serie come Generation, serie che vuole raccontare la generazione Z sotto punti di vista poco analizzati dalla televisione generalista. Greta doveva rispondere alla domanda: ” come si comporta chi non ha accettato di non essere etero?”.
Nelle ultime puntate la narrazione manca di mordente. Il medesimo problema, per la prima volta, si riscontra anche in Chester.
Vero pilastro della serie che in questa puntata manca di iniziativa. Il POV a lui dedicato è come quello di Greta: una parentesi dolce con il suo fidanzato, ma un punto di vista traballante ed evitabile.
Invece di dare il giusto appoggio alla dialettica madre-figlio, Chester e Greta distolgono l’attenzione da un avvenimento importante per l’economia della storia.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il ritorno dei POV
  • L’attenzione e il rispetto nel formare il casting
  • Fin troppa confusione a poche puntate dalla season finale
  • Greta e Chester tolgono spazio alla vera vicenda interessante 

 

Da qualche puntata Generation sta vivendo una parabola discendente che, in vista del season finale, non fa ben sperare.

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

The Good Fight 5×01 – Previously On…

Prossima

Loki 1×04 – The Nexus Event

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: