);

Miracle Workers 1×05 – 3 DaysTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Eliza: “They’re the best. They don’t need any help. Meanwhile, this place is such a crazy mess, and the only ones trying to fix things are the three of us, and we have no idea what we’re doing. I am objectively bad at my job… I have accidentally killed a ton of people… and I’m the leader of this group. We are about to get turned into beans: we are desperate for someone like you. You can go to Zebulon, but if you do that, your talents will be wasted. ‘Cause those people don’t need you. We do.

Arrivati al quinto episodio (su sette totali) di Miracle Workers, risulta ormai evidente come la linea narrativa principale – il salvataggio della Terra da parte di Eliza e Craig – nei piani del creatore Simon Rich sia solo un pretesto per poter mettere in mostra un’ambientazione comunque particolare, nonostante il proliferare di serie legate a tematiche di stampo pseudoreligioso o ambientate nell’aldilà, insieme a sfruttare a pieno regime il talento da caratterista di Steve Buscemi. Di per sé, questa “disaffezione” alla trama non è necessariamente una cosa negativa, ma bisogna comunque sottolineare che da quando la scommessa tra Dio ed Eliza è stata siglata fino a questo momento si è proceduto di filler in filler; la prospettiva di risolvere il tutto all’ultimo potrebbe comportare delle difficoltà, considerando la durata degli episodi inferiore ai venti minuti.
Dopo che la stessa operazione era stata svolta nelle precedenti puntate con Sanjay, a “3 Days” dalla fine dell’umanità così come la conosciamo è ora il turno di Rosie di unirsi al gruppo di angeli in corsa contro il tempo. Tra i flashback, le rivalità aziendali tra la Zebulon e la Heaven Inc. e le interazioni tra le due protagoniste femminili, questa risulta la parte più godibile dell’episodio che finalmente dona un po’ di colore e tridimensionalità a un personaggio altrimenti finora completamente appiattito nei panni della segretaria annoiata.

Craig: “How much bog could a bog frog hog if bog frog could hog bog?

A lasciare invece più delusi è il focus sul salvataggio della nonna di Sam, preannunciato nel finale del precedente episodio, il cui sviluppo passa attraverso delle scene che sfruttano solo in minima parte il loro potenziale comico. A partire della rappresentazione della morte, poco originale e immediatamente dimenticabile, fino alla figura di Dio, l’impressione è che in “3 Days” si sia giocato al ribasso, procedendo con il freno a mano tirato.
Ad aver convinto fin dal pilot era stata l’interpretazione da parte di Buscemi di un personaggio cinico, disilluso e ultimamente disinnamorato della propria creazione: quella caratterizzazione, che in “6 Days” aveva dato luogo alla “friendzone” tra Dio e un possibile nuovo profeta, qui invece sparisce completamente lasciando spazio a un Dio più buffonesco, che addirittura non è in grado di leggere un semplice documento, e che perde quindi tutta la sua originalità, andando ad affiancarsi ai tanti personaggi simili che decenni di comedy ci hanno consegnato. A pochissimo dal finale, la chiave per concludere Miracle Workers all’altezza dalle aspettative create in partenza sta nel restituire a Dio quell’imprevedibilità da amante ferito che in questo episodio gli è stata privata.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Tridimensionalizzazione di Rosie
  • Daniel Radcliffe sempre meno Harry Potter
  • Solita prova ineccepibile di Buscemi…
  • …peccato che Dio sia diventato un Homer Simpson qualunque
  • Poco coraggio nella rappresentazione di situazioni assurde (con la Morte si poteva avere più fantasia)
  • Nessuno sviluppo sostanziale a ridosso del finale

 

Da una serie composta da soli sette episodi, tutti di una durata ridotta, ci si aspetterebbero continui fuochi d’artificio ed evoluzioni. Non ci fossero le interpretazioni degli attori protagonisti a sostenerla, sarebbe difficile perdonare a Miracle Workers un altro filler statico.

 

6 Days 1×04 0.95 milioni – 0.3 rating
3 Days 1×05 0.94 milioni – 0.3 rating

 

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

Black Monday 1×08 – 7042

Prossima

The Flash 5×16 – Failure Is An Orphan

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: