);

The Flash 8×12 – Death RisesTEMPO DI LETTURA 4 min

/

The Flash 8x12 recensioneThe Flash e il suo team si scontrano con il peggiore villain della stagione, Death Storm, riuscendo a condurre uno dei migliori episodi visti recentemente. L’episodio di questa settimana ha visto la squadra fare quello che sa fare meglio: dopo un primo fallimento, hanno trascorso un po’ di tempo in laboratorio cercando di capire come fermare qualcosa che era più potente di quanto potessero immaginare.
Questo show, paradossalmente, riesce a dare il massimo proprio in questa situazione.

UN NUOVO VILLAIN


Visti i successi del Team Flash nel corso delle stagioni, ancora stupisce che i cattivi non vengano a bussare alla loro porta in punta di piedi.
Il team di sceneggiatori, colpevole di scelte discutibili nel corso dell’intero show, perlomeno ha la decenza di introdurre cattivi che poi si accaparreranno un arco narrativo di qualche episodio prima di essere sconfitti e andare via.
L’episodio 11 aveva infatti introdotto Death Storm come il primo vero cattivo di questa stagione, apparentemente una sorta di essere alieno che crede di essere una versione aggiornata e cattiva di Fire Storm. Nonostante possa sembrare un villain forzato, ha dimostrato di saper dare del filo da torcere a tutti quanti, tanto che sembra già non esserci alcun modo per sconfiggerlo.

IL FATTORE CAITLYN


Quello che più è interessante di questo nuovo super cattivo, è che ha rischiato di portare Caitlyn dalla sua parte, date le ovvie implicazioni sentimentali. Il pubblico è ben consapevole che in sala di scrittura gli sceneggiatori non sfornerebbero alcuna storyline senza condirla con sentimenti e sotto trame a volte troppo sdolcinate. In questo caso, la leva che Death Storm/Roy ha su Caitlyn è credibile e funziona. Anche il tono con cui è stato gestito il rapporto tra i due non è mai stato, stranamente, stucchevole o esageratamente scontato.
Buona parte del merito va anche a Danielle Panabaker, che riesce a dare un tocco di classe ad un’interpretazione che gestita diversamente avrebbe potuto dare alla faccenda una caratterizzazione molto diversa. Caitlyn non si stava struggendo per l’uomo che aveva perso, e lo show ha fatto di tutto per rendere molto chiara e definita la direzione verso cui si stava inevitabilmente andando.
Gli autori sembrano apprezzare particolarmente l’escamotage di riportare in vita gli amori perduti, tuttavia sembra che finalmente (dopo 8 stagioni) stiano gestendo le cose nel modo giusto.

IRIS INUTILE ALLEN


Mentre la parte dedicata a Death Storm funziona, c’è un’altra side story verso cui gli scrittori sembrano talmente annoiati da non provarci nemmeno a renderla vagamente interessante.
Si tratta ovviamente di Iris West e della sua malattia temporale. Forse l’elemento più strano in assoluto della sua storia in questo episodio è stato risolvere il problema in cui si trovava senza una spiegazione esatta sul come.
Forse anche gli sceneggiatori di The Flash sanno che mettere Iris in una situazione in cui deve essere salvata per l’ennesima volta da Barry e dal team è un avvenimento accaduto così spesso che il pubblico semplicemente non è più interessato a vedere.
È difficile capire cosa faranno esattamente con Iris in questa stagione. Apparentemente ha una specie di malattia del tempo, anche se non è mai stato spiegato in modo approfondito di cosa si tratti esattamente. Apparentemente, significa che a volte se tocca le persone le fa scivolare via in una parte del flusso temporale. Una delle sottotrame di The Flash è la ricerca di un modo per salvarla e curarla, ma non sembra così importante nel grande schema delle cose.
A questo punto, The Flash sembra accontentarsi di avere Iris e Sue praticamente sedute nella stessa stanza in ogni episodio e parlare della malattia del tempo che sembra non importare a nessuno. Ciò include suo marito, tra l’altro. Dopo essere stato informato della malattia del tempo, per lo più è saltato fuori per circa cinque minuti e poi è tornato a fare le sue cose. Da un lato, questa storia in particolare non è poi così interessante, nemmeno per Barry Allen.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Un nuovo villain riuscito
  • Danielle Panabaker e il fattore Caitlyn
  • Inutilità della storyline di Iris

 

Sembra che The Flash continuerà a passare almeno un po’ di tempo alla settimana a guardare Iris, se non altro per ricordare a tutti che fa ancora parte dello show. Nonostante ciò, per fortuna il team degli sceneggiatori sembra essersi svegliato sprecandosi un po’ di più per costruire un villain decente, finalmente.

 

Soprannominato dagli amici “Enciclopedia vivente di Cinema e Serie TV”, crede che ogni nuova serie sia un mondo inesplorato da scoprire e conoscere.
Ha una malattia: è curiosissimo e più serie guarda, più ne vuole iniziare. Alla ricerca di una cura, forse il vaccino per il Coronavirus arriverà prima...

Rispondi

Precedente

Better Call Saul 6×04 – Hit And Run

Prossima

The Blacklist 9×18 – Laszlo Jankowics (No. 180)

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: