);

The Blacklist 9×18 – Laszlo Jankowics (No. 180)TEMPO DI LETTURA 4 min

/

Il professor Wallace Avery subisce un attentato mentre spiega ai suoi collaboratori un possibile uso legale delle droghe come l’LSD. Il mandante è il suo ex socio Laszlo Jankowics, figlio di Marko, che non vuole farsi sottrarre una bella fetta dei suoi guadagni criminosi. Con lui arriva il tocco pittoresco che tanto spesso accompagna il blacklister di giornata, perché il giovane malavitoso si è fritto il cervello con i suoi stessi prodotti e vede sempre un leone.
Siccome il mondo è proprio piccolo, Clara Moore, ovvero la “donna delle pulizie” preferita da Laszlo, è stata addestrata da Kate Kaplan, con cui aveva anche una relazione. Per arrivare a Clara Moore, Red si è rivolto alla sorella di Kate (che le somiglia parecchio).
Il tutto porta al colpo di scena finale di cui si parlerà più avanti.

HAROLD E DONALD


L’indagine di Red per capire se la Kaplan sia ancora viva procede parallela a quella di Harold Cooper e Donald Ressler per capire chi ci sia dietro le macchinazioni di cui sono rimasti vittima Reggie Cole e Tyson Lacroix. Poliziotto corrotto e avvocato, a quanto pare, collaboravano per imbastire truffe, proprio come quella di cui è rimasto vittima l’ex vice direttore dell’ F.B.I.
Mentre l’inchiesta procede, con il tempo che ticchetta impietoso, è comunque bello vedere il cambiamento dei rapporti fra i membri della Task Force in parallelo al cambiamento dei ruoli gerarchici. Se Ressler ha subito colto l’occasione di trattare il suo ex capo con minore deferenza, Aram sembra non essersi ancora adattato perfettamente al suo ruolo di comando, seppure ad interim. Lo dimostra la sua esitazione a valutare l’agente Park, scrivendo delle sue emicranie nel rapporto. Affidare però alla persona da valutare il compito di scrivere il rapporto su di sé sembra decisamente eccessivo.

PERSONAGGI FEMMINILI


Nell’esplosione alla fine della puntata è rimasta coinvolta Weecha. Dovrebbe salvarsi, stando alle foto diffuse online. Si prevede però un ritorno, nei prossimi episodi, di sua sorella Mierce, una cosa buona e giusta, visto che Red ne sente sempre tanto la mancanza.
Tutto questo, unito ai problemi di salute di Alina Park, suscita domande su un eventuale rinnovo del contratto per Dany Rodriguez e Laura Sohn. Si rilancia anche il problema di avere un personaggio femminile centrale nello show, dopo l’addio di Megan Boone.
A questo proposito, voci bene informate parlano di un ritorno di Samar nel prossimo episodio. Con Mierce capace di guarire e tenere a bada le più tremende malattie (almeno così sembra), ci sarebbe spazio per una sua reintegrazione nella Task Force e non sarebbe la peggior cosa che può capitare.

BOLLETTINO MEDICO


Sullo stato di salute dei diversi personaggi, dunque, si vedrà in futuro. Considerando invece lo show come un paziente dopo il trauma subito alla fine della scorsa stagione, i dati sono assolutamente incoraggianti. Gli ascolti vanno molto bene, non solo rispetto alla media di The Blacklist, ma rispetto a quella dell’emittente NBC.
Piano piano, stanno tornando tutti gli ingredienti capaci, sin dall’inizio, di convincere gli spettatori a presentarsi all’appuntamento settimanale. Buoni ultimi, i tocchi pittoreschi: nell’episodio in oggetto c’è stato il leone immaginario, la prossima puntata dovrebbe fare meglio, con un blacklister che va in giro indossando una maschera da orso.
Se tutti gli ingredienti sono freschi e ben cucinati, gli spettatori sono assolutamente disposti anche a prendere appunti durante una puntata come questa, dove nomi, date, luoghi e circostanze vengono buttati lì a tutto ritmo. Lo fanno perché sanno che ne vale la pena.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Problema di un personaggio femminile centrale
  • Aram non si adatta al nuovo ruolo

 

Episodio ritmato e complesso. Probabilmente non c’è Kate Kaplan rediviva dietro a tutta la cospirazione e scoprire l’identità del vero mandante sarà il tema principale degli ultimi episodi di questa stagione. Data la somiglianza fra le due donne, non è da escludere un coinvolgimento della sorella Maureen. Magari è molto meno pronta di quel che dichiara a rinunciare ai suoi sogni di gloria.
Intanto, fa piacere vedere lo show tornare via via in buona salute e si perdona anche qualche piccolo buco logico, come il fatto che Red non abbia mai accertato la morte di una sua stretta e cara collaboratrice.

Casalingoide piemontarda di mezza età, abita da sempre in campagna, ma non fatevi ingannare dai suoi modi stile Nonna Papera. Per lei recensire è come coltivare un orticello di prodotti bio (perché ci mette dentro tutto; le lezioni di inglese, greco e latino al liceo, i viaggi in giro per il mondo, i cartoni animati anni '70 - '80, l'oratorio, la fantascienza, anni di esperienza coi giornali locali, il suo spietato amore per James Spader ...) con finalità nutraceutica, perché guardare film e serie tv è cosa da fare con la stessa cura con cui si sceglie cosa mangiare (ad esempio, deve evitare di eccedere col prodotto italiano a cui è leggermente intollerante).

Rispondi

Precedente

The Flash 8×12 – Death Rises

Prossima

Moon Knight 1×06 – Gods And Monsters

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: