);

Why Women Kill 2×01 – 2×02 – Secret Beyond The Door – The Woman In The WindowTEMPO DI LETTURA 6 min

/

Why Women Kill 2x01 recensione La doppietta di episodi andata in onda lo scorso 3 giugno sugli schermi della CBS All Access (diventata da quest’anno Paramount+) segna l’attesissimo ritorno di Marc Cherry e della sua Why Women Kill.
Era una scommessa difficile quella di replicare il successo della prima stagione e il rischio di cadere nella ripetitività sia di meccanismi narrativi che di personaggi era quasi scontato. E invece Marc Cherry ha abbandonato lo schema della triplice narrazione, ha rinnovato il cast e ha confezionato un primo episodio davvero esplosivo.
Allison Tolman (Fargo, Good Girls) e Lana Parrilla (la bellissima Evil Queen di Once Upon A Time) sono le protagoniste del nuovo capitolo della serie, che si completa con Nick Frost nei panni del marito di Alma e con Matthew Daddario (sì, il fratello minore della Daddario che lo scorso anno regalò una delle performance attoriali peggio riuscite) nelle vesti dello squattrinato amante di Rita.

“…but this is not a story about a woman with power.”

A DESPERATE HOUSEWIFE: ALMA


L’anno è il 1949 e la donna è una casalinga di mezza età che ha passato la vita a prendersi cura della famiglia, della casa e del suo giardino, un preziosissimo angolo di paradiso che regala ad Alma le uniche gioie in una vita segnata dalla frustrazione e dall’invisibilità. E in una vita grigia e piatta come quella di Alma, la preziosa svolta verrebbe dall’entrare nell’esclusivo club di giardinaggio della città, presieduto dalla terribile Rita Castillo.
Nel ruolo di Alma, Allison Tolman si conferma eccezionale sin dal primo episodio, portando in scena un personaggio goffo e impacciato, ma allo stesso tempo vitale e determinato, animato dalla conquista di un posto al tavolo delle donne più invidiate della città.
Il desiderio di accettazione, il riscatto e la conquista del potere sono il leitmotiv della stagione, che contrappone fin da subito due donne molto diverse e lontane fra loro che si ritrovano a condividere poche battute, lasciando un’impronta ben definita di due personaggi destinati (come nella classica narrativa di Cherry) a essere completamente ribaltati nel corso della storia.

ANOTHER DESPERATE HOUSEWIFE: RITA


La desolante vita di Alma mette in risalto quella colorata e sfavillante di Rita Castillo. Nulla di più apparente: i bellissimi abiti della presidente del club di giardinaggio stonano con lo squallore della sua esistenza divisa tra un marito che disprezza (e che la disprezza a sua volta) e un amante che la usa per pagare le bollette.
Il temerario carattere di Rita e il suo arguto linguaggio (così deliziosamente pungente da ricordare i bei tempi di Regina Mills) nascondono in realtà una miseria interiore e un disperato bisogno d’amore che Mrs. Castillo confida -erroneamente- di ottenere con la dipartita del vecchio e odiato marito Carlo.
Una Parrilla in grande spolvero ha già conquistato il pubblico di Why Women Kill, orfano di quei personaggi che Cherry usa come spezie (Simone Grove, Edie Britt, Renee Perry) e che lasciano un segno indelebile del loro passaggio. Lana Parrilla buca lo schermo: per presenza scenica, capacità attoriale e battute taglienti, conquistandosi già un posto d’onore tra tutte le donne scaturite dalla penna di Cherry.
Rappresentata in netta contrapposizione ad Alma, è chiaro fin da subito che in realtà Rita non brilla certo per una vita appagante e non è affatto una donna potente, tutt’altro. La condizione di infelicità che affligge entrambe le protagoniste di Why Woman Kill salta subito all’occhio, sicché non pare difficile ipotizzare che il rapporto tra le due potrebbe in realtà rivelarsi ben presto fruttifero, ritrovandosi a condividere più di un pollice verde.

Why Women Kill 2x02

IL SECONDO EPISODIO


La presentazione delle due protagoniste assorbe il primo episodio che lascia poco spazio alla narrazione di contorno. “Secret Beyond The Door” ha introdotto la vita di Alma e Rita, abbozzando il resto dei personaggi che gravitano intorno alla storia. Questo è lo sporco compito del secondo episodio.
“In The Woman In The Window” le interazioni tra le due donne sono limitate, lasciando il primo piano al resto del cast e in particolare al personaggio interpretato da Nick Frost, il tenero marito di Alma che si rivela in realtà un killer seriale con inquietanti manie di collezionismo.
Anche la figlia di Alma, Dee (interpretata da B.K. Cannon) riesce a ritagliarsi il suo spazio, mostrandosi una ragazza fragile e desiderosa di attenzioni, che vorrebbe essere, anche solo per un giorno, una di quelle ragazze che tutti si girano a guardare.
Il quadro si arricchisce con la caduta dalle scale di Carlo Castillo (che ricorda decisamente qualcosa) che porta con sé l’occasione di fare la conoscenza di Catherine (Veronica Falcòn, recentemente vista in The Falcon And The Winter Soldier) l’algida figlia di Mr. Castillo, pronta a dar filo da torcere a Rita e a renderle la convivenza con l’invalido marito sempre più indigesta.

LA NARRATIVA DI CHERRY


I primi due capitoli della nuova stagione di Why Women Kill non si discostano dall’impronta dei prodotti di Cherry, riproponendo i temi tipici dell’autore.
La condizione di infelicità delle donne, i sobborghi e la preziosa apparenza di un giardino ben curato e di una famiglia senza alcun segreto tendono a ripetersi nella narrativa di Marc Cherry che riesce, ogni volta, a offrirli sotto nuove vesti e da differenti punti di vista.
E’ inevitabile ritrovare lo stile inconfondibile di Desperate Housewives: la sagacia delle battute, l’importanza della colonna sonora e una sigla che è già una cartolina. L’impronta di Cherry c’è tutta in questo senso, a partire dalla scrittura, per finire con la scelta del cast, sempre azzeccata in ogni personaggio.
Il misto di generi che contraddistingue Why Women Kill (così come fu per le casalinghe di Wisteria Lane) è la chiave per un prodotto leggero, divertente, accattivante e mai scontato. La commedia, unita al black humor, alla sottile psicologia dei personaggi e a una trama orizzontale ben costruita fanno la differenza nel panorama seriale e lasciano una firma inconfondibile a fine episodio.
Why Women Kill è esattamente il prodotto che si prefigge di essere: sordidi segreti, donne spietate che si fanno la guerra in abito da cocktail e un rigoglioso giardino in cui seppellire cadaveri.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Inizio esplosivo
  • La sigla
  • Scelta del cast
  • Lana Parrilla e Allison Tolman spiccano tra tutti
  • Jack Davenport è la voce narrante
  • Regia, scenografia, costumi
  • Lo stile inconfondibile di Marc Cherry
  • La casa di Rita: la casa degli omicidi della prima stagione
  • Curiosità: nella scorsa stagione i titoli degli episodi erano titoli di film famosi riadattati con il tema dell’omicidio; quest’anno pare si sia optato per mantenere il titolo originale del film
  • Nulla di particolarmente rilevante per ora

 

Un voto un po’ generoso per un inizio di stagione, ma Marc Cherry era mancato proprio tanto.

Rispondi

Precedente

Confronting A Serial Killer

Prossima

Inside No. 9 6×03 – Lip Service

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: