);

Euphoria 2×01 – Trying To Get To Heaven Before They Close The DoorTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Recensione Euphoria 2x01 Dopo due episodi speciali – uno dedicato a Rue e l’altro a Jules -, Euphoria torna in pompa magna con la prima puntata della seconda stagione che riprende da dove il gruppo di personaggi era rimasto.
Anche se l’ora di visione è dedicata principalmente all’infanzia di Fez e al riunire tutti i protagonisti in un’unica ambientazione, la regia curata e gli elementi che hanno fatto di Euphoria una delle serie migliori degli ultimi anni sono presenti all’appello.

DOV’ERANO RIMASTI


Come accennato, la puntata si divide in due linee narrative: un lungo flashback sull’infanzia di Fez e la festa di capodanno dove tutti i protagonisti si riuniscono, e in cui spicca Lexi – sorella di Cassie – a cui viene dedicata particolare attenzione, probabilmente perché i loro personaggi verranno meglio approfonditi nel corso della seconda stagione.
Trying To Get To Heaven Before They Close The Door” è un’introduzione a quello che saranno gli episodi successivi. Un inizio lento che però non manca delle qualità che hanno reso distintivo il tocco di Sam Levinson e che è caro ai fan.
Rue è tornata vittima della droga, da cui ne è dipendente ancor più di prima. La voragine in cui la ragazza sta cadendo è accompagnata dai problemi che gli altri personaggi stanno affrontando, il cui baricentro è rappresentato da Cassie, assieme a Rue, la vera protagonista della puntata.
Nella scorsa stagione, Cassie era la ragazza sessualizzata non solo da McKay, coinvolti in una relazione tossica e irrazionale, ma anche dagli altri ragazzi che incontrava.
Cassie si è sempre riflessa nei comportamenti di McKay che la vogliono solo come una bambolina obbediente, prendendo le distanze da quello che lei vuole per sé stessa e da come si vede.
Anche se i due si sono lasciati, il modo in cui lei stessa si vede non è cambiato. Lo è una prova il cadere tra le braccia di Nate, ex ragazzo della sua migliore amica che ha dato più volte sfogo della sua violenza. E, come lei stessa pensa, continua a fare errori senza imparare mai nulla.

IL RITORNO IN GRANDE STILE DI EUPHORIA


Euphoria non è mai stata una serie che vuole esclusivamente parlare di adolescenti e di giovani con una vita sopra le righe, in stile Skins. I personaggi che popolano il mondo di Lenvinson non hanno le vite che tutti gli adolescenti vivono, ma riescono ad aprire un dialogo onesto con lo spettatore, a permettergli di identificarsi con le emozioni che scorrono sullo schermo, come ben pochi sanno fare.
Euphoria si è distinta fin da subito per le citazioni cinematografiche, i tratti autoriali che tratteggiano ogni sequenza e i rapporti che intrecciano i protagonisti.
Anche in una puntata come questa che può essere definita più un recap che un episodio fondamentale per la trama, i picchi registici sono tanti. Dai movimenti di macchina fluidi e coreografici nell’abitazione della nuova socia in affari di Fezco, al momento più alto ed aspettato: l’incontro tra Jules e Rue.
Le due si erano lasciate alla stazione, divise da due prospettive diverse di come dovrebbe essere il loro futuro. Jules è partita, mentre Rue è rimasta ed è caduta nuovamente nel circolo della droga.
Il riavvicinamento delle due ragazze non avviene attorno al falò, dove Rue si tiene sulla difensiva. Ma a pochi minuti dello scoccare della mezzanotte, nel bel mezzo della pista da ballo. Levinson prende uno dei momenti più importanti del cinema teen – riservato alla coppia etero di turno – e lo applica alla coppia queer protagonista, enfatizzando il momento con un magnifico uso della fotografia e gioco di luci.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • L’infanzia di Fezco raccontata in un lungo flashback
  • Il ricongiungimento dei personaggi in un unico spazio
  • La solita cura nella regia e nella fotografia che contraddistingue la serie
  • Puntata senza troppi spicchi narrativi, ma di qualità eccellente

 

Euphoria è tornato e lo ha fatto in grande stile con una puntata di accordo tra le due stagioni, ma che mette altra carne sul fuoco tra cui il duo Fez-Lexi.

Ha studiato cinema alla Sapienza. Innamorata dell'horror e della fantascienza, la rende felice un buon adattamento di un libro di Stephen King o un film sui viaggi nel tempo. Non parlatele del politically correct se non volete iniziare un litigio infinito. Crede fermamente che Fox Mulder sia il suo spirito guida.

Rispondi

Precedente

This Is Us 6×02 – One Giant Leap

Prossima

Peacemaker 1×02 – Best Friends, For Never

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: