Quarry 1×07 – Carnival Of SoulsTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

Arrivati al penultimo episodio di Quarry, ci si trova davanti ad un pre-season finale completamente inaspettato ma, nonostante tutto, funzionante.
La puntata cerca di essere il più fedele possibile al titolo che si è scelto, “Carnival Of Souls”, che potremmo liberamente tradurre come “sfilata di anime”. In questa ora circa di Quarry, la serie dosa il minutaggio disponibile su ogni storyline attiva, cercando di portare avanti e sviluppare queste porzioni narrative con ugual peso prendendo come obiettivo quello di mettere a nudo gli aspetti più intimi dei vari personaggi. Esempio calzante è la sequenza in cui Tommy e Sandy si apprestavano a festeggiare un misto tra Halloween e San Valentino, rovinato poi dalla deformazione professionale del Detective Olsen. La conversazione che ne segue è uno scambio di battute onesto, schietto e brutale il cui tema centrale versa sui bisogni che portano gli esseri umani ad avvicinarsi l’un l’altro. Bisogni, quest’ultimi, a volte puramente carnali ed egoistici. E come dice Sandy stessa, a volte non c’è niente di male nel stare con qualcuno e “sfruttarlo” per i propri porci comodi (in tutti i sensi), però a volte l’essere umano necessita di qualcosa di più, forse perché non è abbastanza rendersi conto che l’esistenza è un continuo eccedere di bisogni e mancanze. A volte si sente la necessità di aggrapparsi a qualcosa mentre si cade.
Purtroppo gli appigli in questa puntata sono veramente pochi e, benché sia interessante osservare questi personaggi messi continuamente a nudo nei cinquanta minuti e passa, non tutte le conversazioni sono accattivanti come quella tra Tommy/Sandy o quella dell’inizio tra Mac/Joni, scena che delinea ulteriormente la fragile umanità della coppia. L’interesse infatti si perde piano piano poiché le scene mostrate non solo sono troppe, ma anche costellate di una lentezza davvero prolissa e fin troppo accomodante. Si sapeva che questo era un difetto che Quarry si sarebbe portato dietro vita natural durante, ma così si esagera. Fortunatamente l’episodio odierno compie una autentica magia in zona Cesarini con uno di quei trucchi da imprimere nella storia delle serie tv per come una sola scena abbia salvato tutta la baracca.
A fine episodio lo spettatore comincia a sentire una certa puzza di procedurale. Fermandosi un attimo a pensare agli ultimi episodi, questi sono iniziati e cominciati in una maniera piuttosto speculare: il Broker affida il lavoro all’inizio della puntata, alla fine Mac lo completa, nel mezzo ci vanno tutti i problemi sociali e della vita comune del protagonista e comprimari. In “Carnival Of Souls” la procedura è la stessa, cosa che (allo spettatore seriale navigato) suona come un campanello d’allarme. Forse giocando anche su questo aspetto, proprio quando si prospettava il finale più prevedibile possibile, Tommy Olsen compare sulla scena intimando le mani in alto a Mac Conway.
I due personaggi non si sono mai incontrati finora e vederli sulla scena, proprio ad una puntata di distanza dal season finale, fa esclamare allo spettatore un sincero e francesismissimo: “Oh cazzo”.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Cliffhanger da star male
  • Tommy & Sandy
  • Joni & Mac
  • Ancora troppo lento
  • Troppe storyline trattate e, molte di queste, non buone come altre
Meno incisivo dello scorso episodio ma Quarry si fa trovare comunque preparato e rilascia un pre-season finale che, tutto sommato, fa il suo sporco lavoro e chiudendo con la voglia di proseguire la visione. 
His Deeds Were Scattered 1×06 0.16 milioni – 0.1 rating
Carnival Of Souls 1×07 0.2 milioni – 0.1 rating

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: