Once Upon A Time 2×03 – Lady Of The LakeTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by
Seguire questo tv-show mi fa sentire come se stessi facendo un giro sulle montagne russe, alternando la gioia ed euforia di trovarsi in cima al mondo alla paura di cadere rovinosamente a terra. Avevo già accennato, nelle mie precedenti recensioni, al fatto che Once Upon A Time mi avesse

conquistata a poco a poco, non dal primo episodio, ma corteggiandomi passo dopo passo fino al mio innamoramento finale. I primi episodi della seconda stagione mi hanno provocato le stesse sensazioni. Nonostante mi siano mediamente piaciuti, ho spesso avuto lʼimpressione che mancasse qualcosa, come quando mangi un tramezzino senza maionese, per intenderci. Sebbene la storia scorresse e i colpi di scena non mancassero, cʼera sempre un non-so-che di confusionario, come se gli sceneggiatori avessero introdotto alcune scene o aneddoti solo per avere un piano B, ed eventualmente arrivare anche fino alla Z. Parlando con alcuni amici, perché sapete bene che le migliori recensioni nascono dal costante dibattito e scambio di opinioni diverse, sono emersi alcuni particolari ancora “irrisolti” ed incoerenti.
Qual è lo scopo di Pinocchio in questa stagione? Come mai Tremotino ha riacquistato i suoi poteri (o forse non li ha nemmeno mai persi)? E lo sconosciuto allʼinizio della premierie di stagione che riceve il messaggio “Broken” per mezzo di una colomba bianca? L’utilità del Cappellaio Matto, dato che il suo cappello ancora non funziona? In soldoni, non capisco dove si voglia andare a parare. Il barbecue mi sembra ancora troppo piccolo per tutta questa carne sul fuoco.
Ma veniamo allʼepisodio in sé. Fa la sua comparsa Lancillotto, interpretato da Sinqua Walls (Teen Wolf, Shark Night 3D), capo di un gruppo di survivors alla maledizione di Regina, accampati nell’ultimo angolo ancora intatto della Foresta Incantata. Scopriamo subito dopo che Lancillotto non sarà chi dice di essere (strano eh, mai successo in questo show) e Biancaneve ed Emma dovranno vedersela con un vecchio nemico, oltre che a terribili orchi accartoccia-pistole.
A Storybrooke, nel mondo reale, Henry e suo nonno cercano in tutti i modi di far ritornare moglie e madre a casa, ma con scarsi risultati. Il bambino sembra non fidarsi ancora del tutto della matrigna e la inganna con la scusa di voler pranzare assieme per sbirciare dentro al suo caveau. Devo dire che non mi è per niente piaciuta la piega che sta prendendo questo ragazzino. Dare a Regina il beneficio del dubbio penso sia legittimo, considerando anche il fatto che la vera stronza non è lei, ma sua madre. Non c’è nulla da fare, probabilmente gli sceneggiatori di tutte le serie tv vogliono farmi odiare i protagonisti bambini.
L’episodio, inoltre, è incentrato sul passato pre-matrimonio di Biancaneve e di Prince Charming. I due fuggono dalle guardie di Re Giorgio, incazzato nero perché il figlio si è rifiutato di sottostare ad un matrimonio combinato ed è partito per cercare la sua anima gemella, Snow ovviamente. Lancillotto cattura Biancaneve e la porta dal re, mentre il Principe Azzurro riesce a fuggire e raggiunge la fattoria della madre, per annunciarle il suo desiderio di sposarsi al più presto con la donna della sua vita. Purtroppo le guardie tenderanno una trappola al Principe, che causerà il ferimento della madre. Il prode Lancillotto si riscatta dalle sue malefatte e libera Snow e la porta alla fattoria. Il gruppo si recherà poi al lago magico per far guarire la donna. I risultati saranno altri, ma porteranno al fatidico “sì” pronunciato dai due innamorati.
Ho apprezzato il momento in cui Biancaneve ed Emma si confidano l’una con l’altra e , tra le lacrime, la nostra bionda sceriffo ammette di sentirsi legata a lei e sembra perdonarla per averla abbandonata ancora in fasce. Anche nel mondo magico delle fiabe sembra esserci normalità ed i problemi della vita si alternano a banchetti reali e polvere di fata. Siamo tutti essere umani, in fondo.
La malefica Cora non molla la presa e troverà forse un modo per far ritorno a Storybrooke dalla figlia. Ci riuscirà?
Inoltre, fa il suo ritorno un personaggio odiato sia nel mondo reale che nel mondo incantato.

PRO:

  • Un po’ di magia, finalmente
  • La riappacificazione tra Emma e sua madre
      CONTRO:

      • Un intero episodio senza Tremotino…stiamo scherzando spero!
      • L’inutilità di Jefferson/Cappellaio Matto e il suo incontro con la figlia.

      Voglio dare a questo telefilm ancora una stagione di prova, perché non sono abituata a desistere così facilmente. Voglio dare agli sceneggiatori tempo e voglia di mostrarmi qualcosa per cui valga la pena seguire lo show. Lo so che sembrerò cattiva e troppo intransigente, ma uno show non si può reggere solo su un personaggio e qualche scena clou. 

      VOTO EMMY

      Lascia un commento

      Your email address will not be published.

      *

      Ultimissime

      error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
      Go to Top
      %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: