The Night Manager 1×05 – Episode FiveTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

Nothing is quite as pretty as napalm at night.”

Con questa catchy quote si tocca l’apice della caratterizzazione di Roper di cui si era parlato finora. Una frase da classico villain al pieno della sua “cattiveria”, forse troppo. In effetti, in questa puntata dal ritmo particolarmente accelerato (ci torniamo tra poco) Roper si dimostra quasi esageratamente spietato. Scoprire che dispone addirittura di un “regno” di mercenari, che provano le armi che contrabbanda e fanno “spettacoli pirotecnici” alle spese di poveri villaggi al confine con la Siria, è l’inaspettato completamento di un profilo da “cattivo” costruito puntata dopo puntata. Anche Pine, però, mostra il suo lato più ruthless. L’avevamo già visto picchiare selvaggiamente qualcuno ma finora era sempre giustificato dal non far saltare la copertura e la missione. È ancora così? La brutalità con cui si è accanito verso Corky può ancora essere giustificata dalla missione o ha mostrato un lato di Pine finora nascosto – a noi o, forse, anche a sé stesso- ? Superato questo limite nemmeno Pine può tornare indietro; basterà la sola puntata finale ad esplorare come la missione l’abbia trasformato, considerando che manca ancora l’epilogo alla storyline principale?
Si è accennato prima al ritmo particolarmente accelerato. Effettivamente, confrontando questa puntata con le precedenti, soprattutto con le prime, è evidente come la quantità di carne al fuoco sia notevolmente aumentata e, se possibile, anche la qualità della carne. Se, almeno a partire dal secondo episodio, lo show si è subito calato nella parte della spy/action story, il pubblico non aveva ancora assaporato la sensazione di ansia e intensità di cui questa puntata (complici sicuramente l’improvvisa presenza di Corky e Jed al Safe Haven e il precipitare della situazione dal lato Angela Burr & Co.) era pregna. Ma insieme all’atmosfera ansiogena cresce anche la qualità dei dialoghi e colpisce la resa scenica di certe ambientazioni, su tutte lo “spettacolo pirotecnico” delle armi. Lo spostamento di fine episodio a Il Cairo, lì dove tutto è iniziato, si spera significhi che non si vuol tornare al ritmo lento e descrittivo della prima puntata ma che ci sia la volontà di finire col botto. Sicuramente c’è l’intento di dare circolarità alla narrazione (il ritorno all’hotel Nefertiti con le immagini di Sophie che tornano alla mente di Pine). L’avere solo 6 puntate ha sicuramente aiutato in questo: ha infatti contribuito a tenere la storia concentrata, senza divagare e senza perdere i passaggi che hanno portato i personaggi dove sono ora, soprattutto in una narrazione in cui si è passati repentinamente dalle atmosfere da night manager a quelle da spia, con una mutazione tale che quasi ci si stava dimenticando che Pine era stato un guardiano notturno di hotel, non fosse stato per il titolo della serie.
Un pregio di The Night Manager, già annotato nella recensione del primo episodio, è l’aver trasposto la storia di un romanzo dei primi anni ’90 ai nostri giorni. È evidente come non sia stata solo la volontà di costruire un’attenzione ai dettagli per attenersi allo stampo realistico dell’autore la motivazione dietro questa scelta; si è giustamente colta l’occasione di usare una storia che ha alla base un tema (quello dei traffici di armi tra i potenti di Occidente e Medio Oriente per il controllo di quelle sfortunate terre, tanto coperti dalle autorità quanto illegali e immorali) ben attuale che non può non provocare ancora più effetto nello spettatore “fresco” di notizie e accadimenti giornalieri da quelle zone del mondo.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ritmo accelerato
  • Roper, classico villain
  • Pine supera i limiti; dove lo porteranno? 
  • Quasi che Corky non se la meritava quella brutta fine
  • A inizio puntata la morte di Jed era data quasi per certa

Una puntata dal ritmo molto accelerato ma che ben si inquadra nel percorso di questa mini serie, a una sola puntata dalla fine. The Night Manager conferma il suo carattere di spy story aggiungendo il brio di un action movie, il tutto condito da tematiche particolarmente attuali. 
Episode Four 1×04 ND milioni – ND rating
Episode Five 1×05 ND milioni – ND rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: