);

And Just Like That… 2×08 – 2×09 – A Hundred Years Ago – There Goes The NeighbourhoodTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

And Just Like That 2x08 recensione Bisogna rassegnarsi a fare una scelta se si vuole guardare And Just Like That….
Se la si guarda fidandosi di come è stato presentato, ossia come lo spin-off di una serie iconica che ha fatto la storia della tv per un paio di generazioni (quelle che quando è uscita avevano 30 anni ma anche quelle che ne avevano 15) con tanto di seguito successivo di due film, c’è solo una conseguenza possibile: la cocente delusione.
Se invece si fa lo sforzo di immaginare che sia una serie nuova che nulla ha a che vedere con l’originale si può riuscire ad apprezzare la visione delle vicende (tendenzialmente comiche visto che l’ultimo vero evento drammatico è stata la morte di Big all’inizio della prima stagione) di un gruppo di ricche cinquantenni newyorkesi.
Se si riesce ad ottenere questo distacco si potrebbero persino apprezzare i siparietti con protagonisti Charlotte o Anthony e, tra qualche decina di episodi, allo spettatore che è riuscito a fare la scissione potrebbe anche fregare qualcosa delle vicende di personaggi come Lisa o Nya.

A HUNDRED YEARS AGO


La povera Charlotte è sempre più relegata nel ruolo del comic relief dello show. Peccato che la supposta comicità si esplichi in scenette banali come quella già vista e rivista della panciera.
Miranda finalmente torna sui suoi passi e riprende a interessarsi della sua carriera anche se le dinamiche da stagista alle United Nations sono tutto meno che interessanti o sfidanti. Si sta pur sempre parlando di una donna di 57 anni che è stata socia in uno studio legale New York per 30 anni, cosa puó mai essere un problema per avere a che fare con l’invidia di due stagiste ventenni?
Come detto più volte nelle recensioni della serie, uno dei punti negativi di And Just Like That... è l’abuso del politically correct. Nonostante questo pervada lo show quando si tratta dei personaggi femminili, sembra che lo stesso utilizzo non venga fatto per gli hot fellas” di Anthony che a quanto pare non creano nessun disturbo anche se sessualizzano i corpi di uomini.
Aidan e Carrie che fanno gli innamoratini sarebbero anche carini se non fosse che hanno già avuto la loro opportunità (due volte) e che, soprattutto, per l’intera Sex And The City, due film e per una stagione di And Just Like That… hanno sfrantumato i coglioni con è stato ripetuto all’infinito che Big era l’uomo della vita di Carrie. E ora con un batter ciglia il ritorno di Aidan (convenientemente single) dovrebbe annullare tutti gli ultimi anni?

And Just Like That 2x09 recensioneCERCASI BILOCALE NON TANTO GRANDE


Chi si aspettava di vedere Carrie alle prese con le galline di Aidan (e fare un tuffo nel passato a quel famigerato weekend nella casa in campagna di Aidan della 4° stagione di Sex And The City) è rimasto deluso.
Michale Patrick King ha sostanzialmente giustificato la scelta di non mostrare l’incontro di Carrie con la realtà di Aidan e con i suoi figli con quello che in Boris si chiama “non lo famo ma lo dimo“.
Si va verso il lieto fine per Carrie? Sembrerebbe di sí visto che nemmeno l’ingresso della ex moglie di Aidan si profila come un ostacolo. Easter egg per i lettori: l’attrice che la interpreta è Rosemarie DeWitt che curiosamente ha un collegamento con Sex And The City essendo nella vita vera la moglie di Ron Livingston, che interpretava Berger, sí proprio l’ex di Carrie che l’aveva lasciata con il post it.
E per le altre protagoniste che finale si prospetta all’orizzonte? L’unica ad essere stata protagonista di una storyline è Miranda per la quale sarebbe stato meglio non ci fosse affatto una storyline visto che questa l’ha ridotta a un’ombra di sé stessa. Per fortuna si sono almeno ricordati del tema del college di Brady perché sarebbe stata l’ennesima cosa “out of character” se avesse lasciato scorrere senza proferire parola sul fatto che il figlio non sarebbe andato al college.
Peccato che al momento sembra fosse solo una scusa (tirata molto per i capelli) per avvicinare Brady e Lily e metter su quel siparietto di Charlotte e Miranda con i figli che forse hanno fatto sesso. Siparietto che si inserisce sempre nel filone “comico” a cui è relegato il personaggio interpretato d Kristin Davis che non è stata protagonista di nessun arco narrativo degno di questo nome in questa seconda stagione.
Parallelamente si dà un po’ di spazio ai coprotagonisti dello show da Anthony a Seema, passando per Nya e Lisa. Ma proprio per il discorso che si faceva in apertura, da un lato è indubbio che le vicende dei nuovi character non riescano ad entrare nel cuore dei fan, invece dall’altro rimane il fatto che lo spazio dedicato a questi character sia comunque residuale rispetto a quello delle tre protagoniste e si disperda (essendo a quel punto un cast quasi corale).
Quindi l’unica reazione plausibile di fronte a una Lisa che annuncia di essere incinta non sarà quella emozionata del marito ma quella dello spettatore che fa i conti e pensa: ma questa non ha 50 anni?

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Si intravvede l’ombra della Miranda che i fan conoscono
  • Si cerca di dare spazio anche agli altri personaggi dello show
  • L’arrivo di Aidan che sembra far perdere di senso tutta la storia con Big
  • Charlotte senza storyline protagonista solo di scenette comiche

 

Per guardare ed apprezzare And Just Like That bisogna far finta che non sia il sequel di Sex And The City.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Rispondi

Precedente

Heels 2×02 – The Journey Is The Obstacle

Prossima

Heels 2×03 – Discord

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.