Gilmore Girls: A Year In The Life 1×02 – SpringTEMPO DI LETTURA 5 min

in Recensioni by

Per un’intera generazione di appassionati e anche per chi ha recuperato il telefilm recentemente, Gilmore Girls vuol dire una sola semplice cosa: casa. Amy Sherman-Palladino e marito sono riusciti a creare un piccolo mondo originale e con delle caratteristiche particolari che lo rendono unico anche a distanza di anni dal finale della settima stagione; allo stesso tempo il mondo delle donne Gilmore e di Stars Hollow è un ambiente familiare e senza tempo, i riferimenti all’attualità sono numerosi e continui ma tutto sembra andare avanti in un tempo tutto suo e con le abitudini di sempre, così, tornare dopo anni e rincontrare gli abitanti di questa cittadina inventata del Connecticut, ritornare alla Chilton e ritrovare tutti i personaggi ai quali ci si era affezionati, è come tornare a casa dopo un lungo viaggio.
Questo secondo episodio del revival conferma questo intento di far ritrovare al pubblico tutto quello che avevano lasciato e che era terribilmente mancato, ma non in una mera operazione nostalgica, poiché i coniugi Palladino hanno fatto anche un ottimo lavoro nel mostrare i cambiamenti dei personaggi e le nuove direzioni della loro vita. In questa puntata (o sarebbe meglio dire quasi un film vista la durata?) si ritrovano tutti gli abitanti di Stars Hollow alle prese con le loro feste, le loro immancabili riunioni cittadine, le loro vite di sempre, strampalate ed esilaranti. Si ritrovano, invece, anche Rory in piena crisi lavorativa e personale, Emily ed Lorelai in una profonda crisi del loro rapporto e sempre quest’ultima anche in crisi nel suo rapporto con Luke.
In “Spring” si approfondisce meglio e dettagliatamente la presente situazione di Rory, con continui viaggi tra Londra, New York e casa, il non riuscire a trovare un lavoro soddisfacente – o non riuscire a trovare un lavoro affatto – ed una vita amorosa confusa che ripiega, in questo momento di debolezza, in una vecchia conoscenza che non tutti i fan erano contenti di rivedere: Logan. Rory si butta ancora una volta in una storia con al centro un tradimento, dal momento che Logan è fidanzato ufficialmente con una donna che vive in Francia. Si ripete una storyline già vista nella quarta stagione, quando Rory si vedeva con Dean che all’epoca era sposato ma questa ripetizione ha, come si vede nell’ultima parte, una funzione di “riscatto” e un’occasione per gestire meglio la situazione. Questa volta Rory si confida con la madre, le racconta della relazione con Logan e dello stallo in cui si trova la sua carriera giornalistica. In questo modo gli autori intendono riparare ad uno degli archi narrativi più odiati e mal gestiti di tutta la serie, partito dalla relazione tra Rory e Dean e arrivato alla decisione di Rory di lasciare Yale alla fine della quinta stagione, un arco dove ciò che era mancato alla giovane Gilmore era stato proprio il dialogo, il confronto con la madre, che sono le fondamenta essenziali di tutto il telefilm.
Dal punto di vista professionale, come già detto, Rory si trova in una situazione di stallo, nella quale da una parte gli vengono rifiutate proposte di lavoro, e, dall’altra, non riesce a trovare qualcosa che la ispiri e la faccia andare avanti nello scrivere. Questo punto della vita di Rory rappresenta fedelmente ciò che molti giovani adulti vivono, un periodo di totale mancanza di prospettiva e direzione per il futuro e con solamente infiniti dubbi e incertezze. Anche in questo caso, come per la madre, la crisi che affronta Rory può essere il punto di svolta per il personaggio, un’opportunità per rinnovarsi e imparare anche a non commettere più gli stessi errori.
Ritorna anche in questa puntata Paris, in tutta la sua esplosività e prepotenza. Anche Paris nel suo carattere è rimasta la stessa di tanti anni fa ma anche la sua vita è profondamente cambiata ed ora, pure per lei, è piena crisi affrontando il divorzio da Doyle e sentendosi fallire. Come anche nell’episodio precedente, Paris offre i migliori momenti divertenti e comici, senza rinunciare a far comprendere meglio il personaggio.
Emily e Lorelai iniziano le loro sessioni di terapia che, prevedibilmente, prendono una piega non proprio positiva. Ciò che stupisce di più è il tentativo e la volontà di Emily di aprirsi con la figlia, di mostrarle il profondo e immenso dolore che sta vivendo per la morte del marito e di farle capire che ha bisogno del suo aiuto, nonostante le differenze e gli ostacoli tra di loro. Lorelai, dall’altra parte della barricata, vede questi incontri come un ulteriore terreno di scontro nella perenne guerra contro la madre e pensa che lei le abbia chiesto di partecipare soltanto per rinfacciare e ribadirle i suoi sbagli e la disapprovazione per le sue scelte di vita. Viene mostrata, invece, una Emily vulnerabile come mai prima d’ora e ciò suscita anche più empatia verso di lei e il suo percorso. Madre e figlia combattono, litigano finché Emily, a ragione, decide di abbandonare il campo di battaglia rassegnandosi all’impossibilità di confrontarsi con la figlia e Lorelai, solo dopo quest’abbandono, inizia davvero a capire e riflettere sul suo passato e sulla sua vita attuale e ciò può essere il punto di partenza per grandi cambiamenti, in particolare per ciò che riguarda il suo rapporto con Luke.
“Crisi” è una parola che solitamente ha un’accezione solamente negativa, ma “crisi” vuol dire anche opportunità, una possibilità per confrontarsi con le proprie paure e con ciò che non va e ripartire da lì, evolvere e migliorare. Nonostante la situazione sia complicata, soprattutto per Rory, vedere le protagoniste dello show ad un punto di smarrimento e difficoltà offre una fantastica chance per esplorare a fondo i personaggi e vederli arrivare a raggiungere ciò che per loro è la felicità, che sia nella vita amorosa, che sia nella vita professionale, che sia nei rapporti madre-figlia.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Emily, sempre e solo Emily
  • Paris
  • Le sessioni di terapia
  • L’immutabile mondo di Stars Hollow e i suoi abitanti
  • Rory senza direzione in ogni aspetto
Tutto rimane uguale e tutto cambia allo stesso tempo in questo secondo atto del revival di Gilmore Girls. Ancora tanta nostalgia e ritorno al familiare mondo di Stars Hollow ma anche profondi cambiamenti all’interno e all’esterno delle vite dei protagonisti. Puntata ben riuscita nel mostrare in maniera efficace e dettagliata entrambi questi aspetti. Ancora una volta, grazie Netflix!

Winter 1×01 ND milioni – ND rating
Spring 1×02 ND milioni – ND rating

Sponsored by <3 Gilmore Girls <3 – <3 Una mamma per amica <3 Gilmore Girls

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: