Once Upon A Time 4×20 – LilyTEMPO DI LETTURA 5 min

/
()

Nella recensione dello scorso episodio ci si era soffermati a descrivere il trend istituito da Kitsis e Horowitz per questa quarta stagione: avere molteplici spunti di storylines per scartare istantaneamente quelle che non dovessero funzionare, e, parallelamente, portare avanti quelle che suscitano un consenso di pubblico più vasto. Inoltre, in molteplici casi, il potenziale dello show veniva offuscato da troppi scivoloni stilistici ed epic fail da parte di attori e sceneggiatori.
Rare sono state le puntate che abbiano destato interessamento da parte della crew di Recenserie, al punto da riconsiderare la propria opinione su questo telefilm: esempio eclatante di ciò , oltre allo scorso episodio, è il diciassettesimo episodio, intitolato “Best Laid Plans“, il cui ritmo incalzante e la linearità e coerenza narrativa hanno convinto anche lo zoccolo duro di noi oncers. Anche l’ultima puntata, andata in onda domenica 26 aprile, non è da meno e riesce a difendersi grazie a un giusto dosaggio tra il flashback del passato di Emma e di Lily, che tutti noi ormai sappiamo essere la figlia di Malefica, e gli avvenimenti in tempo reale di Storybrooke/Minnesota/New York. L’artifizio di premere il pulsante rewind, per ripercorrere le vicende passate dei protagonisti del telefilm, è sempre stato un marchio di fabbrica di Once Upon A Time e anche questa volta lo stratagemma funziona. Un plauso va all’addetto al casting per aver scelto sapientemente le interpreti (Nicole Munoz nei panni di una Lily adolescente, già apparsa in “Breaking Glass” e Abby Ross in quelli di Emma, apparsa anche lei nel suddetto episodio). Le attrici, seppur giovani, riescono a interpretare al meglio le loro parti, riuscendo a trasmettere molto del loro passato e del loro presente: Lily una ragazza che sembra perseguitata dalla scelta sbagliata e da un’oscurità avvolgente; Emma una giovane donna costretta a crescere troppo in fretta e con un’insensata voglia di essere accettata e amata. Le due ragazze, però, sembrano legate a doppio filo l’una con l’altra e riescono sempre a incrociare i loro percorsi, volenti o nolenti. Sarà Regina, saputa la verità da Emma, a dare una spiegazione a queste coincidenze, che coincidenze non son mai state. Snow e Charming, infatti, sacrificando il Malefica’s baby e salvando Emma, hanno fatto in modo che i loro destini si unissero e l’una non potesse esistere senza l’altra.
Emma, quindi, parte alla volta del Minnesota, assieme a Regina (ormai le due sembrano inseparabili, per buona pace di quella fetta di fans che shippano questa coppia) e, dopo alcuni ostacoli, ritrova la sua frenemy pronta a vendicarsi di tutti i soprusi subiti per colpa dei Charming Combinaguai. A farci storcere il naso ci pensano gli autori con alcune scene ai limiti dell’assurdo, come Emma e Lily che non si riconoscono nonostante fossero ormai quindicenni l’ultima volta che si son viste; della serie, quanto vuoi cambiare in poco più di dieci anni? E la casa di Lily tappezzata di foto e scritte su tutti i personaggi di Once Upon A Time, nemmeno fosse stata la casa di Gil Grissom o Horatio Caine.
Fino a qui l’episodio sembra funzionare bene, non è sicuramente a livelli altissimi, ma tiene botta e se la cava, movenze di Jennifer Morrison escluse.
E’ con l’ultima scena e la rivelazione finale che la terra trema e il mondo non sarà più lo stesso. Durante gli ultimi sgoccioli di puntata, Horowitz e Kitsis calano il carico da novanta e scatenano il panico. Oltre a trovare questa genialata (in senso ironico, ovviamente) degna del peggior episodio di Centovetrine, c’è da chiedersi cosa cavolo c’entri con l’evolversi della trama orizzontale e la storyline di Emma e Malefica. Le nostre perplessità trovano la sola risposta nella conferma di avvenuto rinnovo dello show per una quinta stagione: gli autori si stanno così preparando a seminare l’hype e gettare la base per lo story arch principale del prossimo autunno.
Mancano, infatti, solo due puntate al finale di stagione: la prossima e quella dopo ancora, che sarà composta da due episodi uniti in un 2-hour season finale, intitolato “Operation Moongose”, e i plot principali stanno per trovare una loro conclusione: cosa succederà ora che Malefica e Lily saranno di nuovo unite? Ci sarà speranza per Emma? Mr. Gold riuscirà finalmente a scegliere di rimanere villain per sempre? E Regina avrà finalmente il suo happy ending? Ovviamente il troppo, stroppia.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Emma e Lily legate a doppio filo, per “colpa” dei Charming
  • Ottima scelta di casting per la giovane Emma e la giovane Lily
  • Fino a pochi minuti dal finale tutto sembrava funzionare bene
  • Hook potrebbe benissimo essere declassato a guest star
  • Ancora non si è capito il senso del personaggio di Will Scarlet e della sua storia con Belle
  • Lily che fa le scarpe a Horatio Cane
  • La rivelazione degli ultimi secondi. WTF?
Stiamo per arrivare alla fine di questo quarto giro sulla giostra di Once Upon A Time. Un giro non sempre facile, con molti scossoni e giramenti di testa (per non dire di balle). Un giro in cui poche volte è filato tutto liscio come l’olio. Questa quarta stagione ha faticato a ingranare, anzi, possiamo dire che non abbia mai ingranato del tutto, dato che poche volte si è capito dove la puntata volesse andare a parare. Una stagione in cui, fondamentalmente, son mancate linearità e coerenza. In cui il contorno ha rovinato il piatto principale. In cui le Queens Of Darkness presentate come i badasses della seconda metà di stagione, non sono risultate altro che surplus delle quali potevamo fare volentieri a meno, tranne Malefica che presenta una sottotrama più dettagliata e ad ampio raggio. Ursula è uscita di scena dopo pochissimi episodi, Crudelia aveva un buon potenziale, ma la sua storia è stata presentata in maniera frettolosa e solo per innescare la scintilla di oscurità in Emma. Inoltre, il ritorno di August è stato mal gestito ed è stato solo funzionale a scoprire chi fosse l’autore e dove si trovasse. Sarebbe stato meglio arrivare alle stesse conclusioni senza far confusione, senza ripescare da storylines passate e definitivamente concluse.
Sympathy For The De Vil 4×19 5.12 milioni – 1.7 rating
Lily 4×20 5.13 milioni – 1.7 rating

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Se volete entrare nelle sue grazie, non dovete offendere: Buffy The Vampire Slayer, Harry Potter, la Juventus. In alternativa, offritele un Long Island. La prima Milf di Recenserie, ma guai a chiamarla mammina pancina.

Precedente

The Blacklist 2×19 – Leonard Caul (No. 62)

Prossima

Marvel’s Daredevil 1×10 – Nelson V. Murdock

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.