Supernatural 8×04 – BittenTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/Supernatural by
In questa puntata troviamo tre ragazzi con grandi aspirazioni e con
piccole telecamere che troveranno il soggetto ideale per il loro film nel
soprannaturale; ovviamente tutto questo si ritorcerà loro contro, lasciando
dietro due vittime. Non proprio la fiera dell’originalità, se proprio avevano
questo inutile bisogno di allungare il brodo almeno avrebbero 

potuto metterci
un pizzico di inventiva in più. Mi permetto di fare quest’aspra affermazione
per vari motivi, precisamente tre: il primo è certamente il più evidente, e
cioè che l’episodio è totalmente stile Gosthfacers. Al tempo lo strampalato
gruppo di ragazzi nerd ci aveva fatto ridere parecchio, e ho marchiata a fuoco
la scena in cui uno di loro alla vista del fantasma di turno urla “Oh
sweet Lord of the Rings!”. Loro sono stati fantastici, e con i tenori di
prima gli autori potevano azzardare a fare un episodio Guest Stars-centric, ora
invece dovrebbero andare con i piedi di piombo su certi aspetti e osare su
altri, non prendere e mettere insieme cose già viste qua e là! Tra l’altro, ricorda solo a me il film Chronicle ed una tecnica di found footage troppo pesante per essere realistica?
Per elencare gli
altri motivi c’è prima bisogno di un piccolo riassunto dell’episodio. Come ho
già detto ci sono questi tre ragazzi (Michael, Brian e Kate) che riprendono
ogni secondo della loro esistenza con delle telecamere e la puntata è narrata
dal loro punto di vista; nel loro college avviene uno strano omicidio e
arrivano due agenti dell’ FBI a indagare (si indovinato, sono Sam e Dean), ma i
tre sembrano curarsi poco o nulla di tutta la faccenda. La svolta della vicenda
si ha quando Michael viene morso da qualcosa senza riportare apparenti danni,
anzi al contrario sviluppa una super forza. Eureka! Finalmente Brian ha trovato
l’idea geniale e decidono (non troppo di comune accordo) di girare un film
sulle origini di Mike. La cosa degenera perché verrà fuori che il nostro
ragazzone forzuto è un lupo mannaro, e i tre scopriranno anche (un po’ spiando
i Winchester un po’ spremendo le meningi) che è proprio il loro professore ad
essere il lupo mannaro causa di tutto. In conclusione Brian decide di farsi
mordere, perché nel suo modo di vedere le cose essere un mostro mangia cuori è
una gran figata. A seguito di una grande discussione Brian finirà per sbranare
il suo migliore amico, morderà Kate che però lo sbranerà a sua volta e scapperà
via, non prima di aver montato un video per Dean e Sam in cui spiegherà la
situazione. Bene, detto ciò, posso esporre il secondo motivo: con tutta la
mitologia e le leggende metropolitane di cui dispongono, ricadono sul cliché
del lupo mannaro? E poi la cosa più assurda è stata che i tre ragazzi,
totalmente estranei al sovrannaturale, abbiano trattato la faccenda con una
calma poco credibile. Almeno i già citati Ghostfacers avevano avuto la decenza
di turbarsi nonostante se ne “intendessero” abbastanza di fantasmi;
chiedo scusa se li ho nominati di nuovo, ma il confronto viene da se’, è
inevitabile. Quindi, delusione anche su questo fronte. Terzo e ultimo motivo:
una puntata filler va bene ma due di seguito sono troppe, soprattutto se in
ballo ci sono situazione pressanti! Kevin è fuggito e Crowley gli sta con il
fiato sul collo, dovrebbero essere loro la priorità dei fratelli Winchester (e
degli sceneggiatori), o sbaglio? 
Poi comunque diciamo una cosa: nessuno vuole assistere ad un episodio del proprio telefilm in cui i protagonisti sono assenti per 38 minuti su 40, questo non è un episodio che si possa considerare come pilot per un possibile spin-off, questo è un pessimo episodio filler di Supernatural, punto e basta. Traete pure le vostre conclusioni.
PRO:

  • I pochi momenti in cui apparivano i Winchester erano una vera e
    proprio boccata d’aria fresca.
CONTRO:

  • Poca originalità per i motivi sopraelencati.
  • Non si può fare un episodio dal punto di vista di personaggi con così
    poco spessore. 

Amo così tanto Supernatural che mi sento quasi in colpa ad aver scritto
una recensione del genere, ma bisogna essere obbiettivi; e poi proprio perché
lo amo vorrei veder tornare questo show com’era ai tempi d’oro! Ovviamente mi
aspettavo di meglio, ma la stagione è partita bene e un errore di percorso non
è poi la fine del mondo, in fondo stanno cercando di ricucire i danni portati
dalla stagione passata e non è propriamente una passeggiata. Sappiamo che hanno
tanto da offrirci, e noi da bravi fan ci vogliamo fidare, sperando che la
nostra fiducia sia ben riposta.

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: