Upfronts 2015-2016: CBSTEMPO DI LETTURA 7 min

in Recensioni by

CBS è senza ombra di dubbio il canale più forte e maturo della tv generalista americana e difficilmente viene messo in difficoltà poichè sceglie con estrema cura le sue serie. Il fatto che sia il più forte in assoluto è dovuto ai mastodontici ascolti che fa con serie come The Big Bang Theory o NCIS, l’essere maturo però lo porta ad avere seri problemi circa l’attenzione da parte del pubblico più giovane (18-49 anni) su cui si misurano i rating che, alla fine della fiera, sono quello che conta veramente quando bisogna guardare le cifre.
Il fatto che CBS sia in splendida forma si deduce dal fatto che in confronto al suo palinsesto dell’anno scorso ci sono pochissime differenze significative, segno che evidentemente le cose sono andate molto bene e la squadra ha vinto e quindi non va cambiata. Ecco parlando però delle eccezioni c’è qualcosa su cui discutere, qualcosa che porta il nome di: Battle Creek, CSI e Person Of Interet.
Sulla creatura di Vince Gilligan (Breaking Bad) e David Shore (Dr. House) c’era tantissima attesa ma il tonfo è stato talmente roboante da averlo distrutto sin dal pilot. CSI, dopo 15 anni di felice carriera, viene fatto chiudere (anche a causa degli ascolti in picchiata) ma CBS gli riserverà un trattamento speciale con la produzione di un film per la tv di 2 ore il 27 Settembre. D’altronde per un franchise che ha regalato vagonate di milioni di dollari al canale un saluto di questo livello era il minimo che si potesse fare. Il capitolo Person Of Interet è quello invece più dolorante per i fan perchè, pur essendo vivo, purtoppo è in stato terminale a causa del crollo di ascolti avuto questa stagione ed in particolare nel season finale di quest’anno che è purtroppo detentore della poco ammirevole palma di series low. Fatte le dovute considerazioni per uno show che è probabilmente uno dei migliori della tv generalista, CBS lo ha rinnovato si, ma solo per 13 episodi da mandare in onda in midseason. Lo spettro di una gestione della situazione simile a The Mentalist (leggasi cancellazione al termine della stagione) è molto probabile ma in questi casi mai dire mai.
Con praticamente tutto il palinsesto rinnovato, gli slot liberi per le nuove produzioni sono veramente pochi ed infatti se ne possono contare solamente 7 di cui solo 2 comedy che prenderanno il posto di quei The Millers e The McCarthys che son stati fatti fuori per gli ascolti. CBS quindi continua a risultare la “casa dei drama” ma quest’anno punta anche al titolo di “casa dei remake” visto che Limitless e Rush Hours sono la versione seriale dei rispettivi film. Il tutto ovviamente passando per l’osservatissima e temutissima (in senso lato per gli spettatori) Supergirl che va ad affiancarsi allo spin-off di Criminal Minds. Cosa si deduce da tutto questo? CBS è viva, sicura di sè e ha deciso di produrre solo serie in cui difficilmente fallirà. Come darle torto…

Serie cancellate/concluse: Battle Creek (Stagione 1), CSI (Stagione 15), Due Uomini E Mezzo (Stagione 12), Stalker (Stagione 1), The McCarthys (Stagione 1), The Mentalist (Stagione 7), The Millers (Stagione 1).
Serie rinnovate: 2 Broke Girls (Stagione 5), Blue Bloods (Stagione 6), (Stagione 5), Criminal Minds (Stagione 11), CSI: Cyber (Stagione 2), Elementary (Stagione 4), Hawaii Five-0 (Stagione 6),  Mike & Molly (Stagione 6),  Mom (Stagione 3), NCIS (Stagione 13), NCIS: Los Angeles (Stagione 7), Person Of Interet (Stagione 5), Scorpion (Stagione 2); The Big Bang Theory (Stagione 9), The Good Wife (Stagione 7), The Odd Couple (Stagione 2).

                                                                                                                                                                  

                                                                                                                                                                  


ANGEL FROM HELL: Angel From Hell è una delle uniche due comedy ad essere stata scelta per la nuova stagione da CBS per sostituire The McCarthys e The Millers. La trama è molto surreale e tratta di una Jane Lynch, fuori dai panni di Glee, che dice di essere l’angelo custode di Allison, una ragazza “apparentemente perfetta e organizzata”, ed è sulla Terra per aiutarla. Ora, nonostante questa tipologia di comedy sia più consona a canali come NBC, FOX o ABC e molto meno ad una CBS che vive con più del 60% di pubblico sopra i 45 anni, è stata collocata nella serata del giovedi avendo come traino Mom. Traduzione: anche se farà schifo (come può sembrare anche dal trailer) difficilmente non attirerà attenzioni su di sè… E poi c’è Jane Lynch, diamine!

CODE BLACK:Stati Uniti. Medical Drama. Pronto Soccorso. I medici più bravi del mondo. Queste sono le premesse di uno show che si butta totalmente sul lavoro di un’equipe di medici che lavorano nell’ospedale più “trafficato” del mondo dove spesso arrivano più pazienti di quanti se ne possano gestire. E’ esattamente da questa situazione che viene fuori il titolo Code Black, il gergo per indicare questo genere di situazioni. In un misto tra E.R. e Grey’s Anatomy, per via della componente studentesca già promessa nel plot, necessita sicuramente di una visione approfondita prima di essere erroneamente giudicato perchè il trailer non basta.. Nel bene e nel male.

CRIMINAL MINDS: BEYOND BORDERS: Nuovo spin-off per Criminal Minds che questa volta prende l’ex protagonista di CSI: NY, Gary Sinise, e lo catapulta nel difficile mondo dell’International Division, una task force dell’FBI che ha il compito di risolvere crimini e andando in aiuto degli americani che si trovano in pericolo all’estero. Inutile dire quanto il franchise di Criminal Minds sia famoso e funzionale per un canale come CBS che ora, praticamente concluso quello di CSI, sta rivolgendo su di questo tutte le sue aspettative, motivo per cui questo Beyond Borders sarà una serie pompatissima che riceverà molte attenzioni. Da tenere d’occhio.

LIFE IN PIECES: Seconda comedy della stagione per CBS che, dopo gli angeli custodi, opta per un ambiente famigliare in cui ogni episodio si assisteranno a 4 racconti di vita dei vari membri della famiglia Short. Quello che a prima vista potrebbe sembrare come una copia di Modern Family, in realtà si differenzia sostanzialmente per un punto fondamentale: il metodo di narrazione scelto. Ogni racconto infatti verrà narrato dal punto di vista del character e quindi non si avrà mai una visione oggettiva della storia. Interessante ma l’ombra di una copia di Modern Family rimane nonostante il trailer.

LIMITLESS: Ok, è una sorta di remake dell’omonimo film con protagonista Bradley Cooper ma è stato riadattato per funzionare come serie. Come? Prendendo un altro protagonista ed impasticcandolo come nel film ma costringendolo a lavorare per l’FBI mentre il nuovo character interpretato da Bradley Cooper, che ritorna in veste di guest star, lo manovra per i suoi fini. La paura di una mera copia non è del tutto svanita ma difficilmente con un potenziale del genere verrà commesso questo errore. Si, magari non è il massimo come riassunto della trama ma se vale anche solo metà del film ci sarà di che gioire e poi, parliamone: avete visto che trailer?

RUSH HOUR: Giusto perchè di remake ce ne sono pochi in circolo, questo è il rifacimento dell’omonimo film con Jackie Chan e Chris Rock preso esattamente tale e quale ma svilito di tutta la verve comica che è insita al personaggio di Rock oltre che dello strano ma funzionale connubio con Chan. Pensare che “accoppiare” un afroamericano ed un asiatico crei in automatico un mix perfetto e funzionale come quello Rock-Chan è, oltre che vagamente razzista, anche ipocrita. Inutile dire che con queste premesse la cancellazione è già in tasca, così a pelle…

SUPERGIRL:Il fenomeno dei cinecomics e dei serialcomics sta prendendo sempre più piede e, tra fallimenti eclatanti e piacevoli sorprese, anche CBS a sorpresa ha deciso di entrare in campo. La scelta è ricaduta sulla cugina (letteralmente) di Superman che, dopo 12 anni di vita sulla Terra nascondendo i suoi superpoteri, decide di esporsi al mondo. Lo show, che dovrebbe essere in continuity con i colleghi di The CW Arrow, The Flash ed il futuro Legends Of Tomorrow, non convince molto anche perchè ripropone lo spettro di una gestione simile a quella dello Smallville delle ultime stagioni. Si poteva optare per un altro personaggio DC? Certamente, e magari sarebbe stato anche meglio. Avrete brividi lungo la schiena per i prossimi 6 minuti e 36 secondi.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: