The Big Bang Theory 9×02 – The Separation OscillationTEMPO DI LETTURA 5 min

in Recensioni/The Big Bang Theory by

Alla seconda puntata della nona stagione dovrebbe essere ormai palese a tutti che il declino di The Big Bang Theory è una dura ma inconfutabile realtà. Chi scrive fa parte dell’ultima guardia posta a difesa degli attacchi dello show e ormai costretta anch’essa alla ritirata totale perché continuare a sostenere solo i (pochi) lati positivi ancora in piedi significa semplicemente andare incontro alla sconfitta degli Spartani alle Termopili.

La “dura verità” (tanto per rimanere in tema “Gerard Butler”) è che se, una volta, chi scrive doveva mettere in pausa la puntata per riprender fiato dalle troppe risate, ora lo fa per vomitare delusione in una recensione.
Fermo restando che uno dei pochi (giustamente, trattandosi di una sit-com) eventi di trama rilevanti dello show, vale a dire il tanto annunciato matrimonio tra Penny e Leonard, è stato reso con una pochezza ineguagliabile, non è nemmeno la cosa peggiore a cui ci tocca assistere. Il dialogo iniziale tra Amy e Sheldon è la cosa più noiosa, inutile e tutto fuorché divertente che si sia vista nello show. Purtroppo si era già ampiamente dibattuto sulla ormai ridondanza dei personaggi di contorno (poi diventati protagonisti al pari degli altri) quali Amy e Bernadette. Se non altro Bernadette è stata relegata a quasi comparsa, al pari di Stuart (che ora potrebbe avere più potenziale comico di molti compagni di scena), mentre ci si ostina a dare spazio ad una Amy che, sia in solo sia in coppia con Sheldon, ha perso ogni spunto di comicità e, anzi, tocca spesso vette noiose, quasi fastidiose, degne di una sit-com anni ’90 di bassa lega.
E’ come se la storia della loro relazione, mitigando l’aspetto stramboide e asociale dei personaggi, li abbia snaturati ma non abbastanza da farci dimenticare chi erano in origine. Così si è arrivati a rendere irrealistiche e completamente out of character molte situazioni adattabili alla nuova natura dei personaggi (litigi infiniti post rottura). Nel contempo però i personaggi non sono davvero così cambiati da giustificare il loro inserimento in dinamiche “normali”. Risultato: non fa ridere né una cosa né l’altra. Un esempio è la scena (poi rivelatasi finta perché incubo di Leonard) di Sheldon che bacia Penny. Se ci fossimo trovati alle prime stagioni quando la personalità alienata di Sheldon era ancora immune a tentativi di umanizzazione, avremmo anche potuto pensarlo come un atto in linea con la sua natura che non gli permetteva di capire il significato del gesto, essendo lui ignaro e indifferente alle convenzioni sociali più basic (come offrire una bevanda calda come conforto). Invece, quella che poteva essere una scena-evento non solo è stata pensata come plausibile solo in sogno ma anche fosse stata “reale” non avrebbe avuto la stessa potenza di anni fa.
Persino “Fun with Flags” risente dell’ombra negativa del pessimo andamento della coppia Sheldon-Amy (e non stiamo parlando della loro relazione amorosa ma della loro funzione all’interno della serie) con Sheldon che addirittura imposta la puntata sul prendersela con Amy per averlo piantato. Per quanto i paragoni tra la loro separazione e quelle tra Stati abbiano fatto riaffiorare sbiaditi ricordi di brillante scrittura per il personaggio simbolo della serie, e a cui va imputata principalmente la fortuna dello show, non si può non storcere il naso di fronte a questo Sheldon dal cuore spezzato che questa nona stagione (sì, sono passate solo 2 puntate ma sufficienti a farci capire che si deve cambiar rotta subito) sembra ostinata a propinarci.
A voler essere ripetitivi nel non deludere è sempre il buon vecchio Raj che, ancora una volta, mette a segno quelle due/tre battute dell’episodio che ti hanno fatto accennare ad un vero sorriso in mezzo al piattume generale. Sarà il caso che gli autori si rendano conto che sarebbe auspicabile a questo punto ributtarsi su Raj e Howie (possibilmente lasciando a casa Bernadette), campo in cui sembra ancora esserci della latente capacità di scrittura comica? Non sarà mica che vogliamo metterci a fare gli scrittori di soap opera e concentrarci su elementi narrativi intriganti quanto un hamburger vegano o un dolce nichel free come le vicende amorose dei protagonisti?
Scrubs insegna che arrivare alla nona stagione è dura per tutti ma mentre in quel caso tutti gli affezionati alla serie possono tranquillamente far finta che la nona non esista dato che è considerabile come serie a sé o spin-off, avendo cambiato quasi tutti i protagonisti e avendo l’ottava avuto una magistrale esecuzione e conclusione da series finale, The Big Bang Theory non solo non può permettersi questo lusso ma deve riuscire a tener duro per questa e per la prossima stagione (la decima è stata confermata insieme alle due precedenti stagioni). Tornerà a farci sorridere o non riuscirà a salvarsi (e salvarci) da un destino di triste declino?

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • “We are not friends with benefits!”
  • Raj e Howard
  • Fine della saga infinita del matrimonio-non matrimonio di Penny e Leonard
  • Generale declino della verve comica
  • Sheldon e Amy: LA NOIA
  • Se il matrimonio di Penny e Leonard non era stato granché, il post matrimonio sta facendo pena
  • Concentrazione sugli aspetti “sbagliati” dello show al prezzo della mancata attenzione per quelli meritevoli
Se la prima puntata della nona stagione si era assestata sui canonici 18 milioni di fedeli spettatori fan e questa seconda su circa 15 milioni (che non saranno certo andati a rimproverare i 3 mancanti dicendo “stolti, ma che vi siete persi!”) anche non volendo dare eccessiva importanza a questi numeri e ai fattori che li influenzano, cari Lorre e Prady, ci sentiamo di consigliarvi con le parole del Dr.Cox di “cambiare il timoniere della vostra nave mentale perché è ubriaco!“.
The Matrimonial Momentum 9×01 18.20 milioni – 4.7 rating
The Separation Oscillation 9×02 15.23 milioni – 3.8 rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: