The Big Bang Theory 9×09 – The Platonic PermutationTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/The Big Bang Theory by

The Big Bang Theory continua la sua discesa nei meandri della noia anche con questa puntata. Come è ormai abitudine, gli autori provano a combinare i personaggi tra loro alla ricerca del mix perfetto che faccia miracolosamente scattare la scintilla di comicità persa da tempo. Nel caso di “The Platonic Permutation”, è difficile scegliere quale combinazione sia stata la meno indovinata tra Penny-Leonard, Shamy non più Shamy, il quartetto delle restanti coppie accompagnate dalla guest star geek related Elon Musk. La coppia di neo-sposini aveva perso lo smalto molto prima del matrimonio ma sta confermando puntata dopo puntata che non era solo il tira e molla tra i due a creare noia ed infine fastidio nello spettatore, ma il modo in cui si è scelto di ritrarli. Le situazioni e i dialoghi hanno abbandonato completamente il registro stilistico che contraddistingueva lo show nelle prime stagioni (quando si era tutti concordi nello shippare pesantemente i due protagonisti), per approdare ad un linguaggio più consono alle “commediole” americane, e nemmeno quelle più brillanti ma le più scontate. Ennesima riprova è la storia del “chi conosce più segreti dell’altro”, tema su cui si è incentrato il loro “first and last Thanksgiving as husband and wife” (cit. Penny). Fatene quanti ne volete di Ringraziamenti da moglie e marito, basta che ci risparmiate le scenette pietose, molte grazie.
Per quanto riguarda gli Shamy, il fatto che Amy sarebbe ritornata sui suoi passi era telefonato già dall’aver accettato l’invito all’acquario. Considerato l’andazzo dello show, meno telefonato era il fatto che Sheldon rifiutasse la proposta di tornare insieme. Avrebbero potuto accontentare i fan degli Shamy, ma sono riusciti a non cadere nella facile tentazione. Inoltre, come più volte ribadito nelle nostre recensioni, il personaggio di Sheldon ha subito una forte “umanizzazione”, anche e soprattutto grazie alla storyline amorosa, e la sua presa di coscienza di come, a differenza di Spock, anche lui non sia immune ai sentimenti ha decretato un traguardo importante in questo processo. Purtroppo questo implica due conseguenze: innanzitutto si perdono tante occasioni di comicità di cui Sheldon era il principale dispensatore grazie proprio alle sue stranezze; inoltre, proprio per questo motivo, si rischia che la scrittura di scene “sheldoniane” risulti sempre più falsata, forzata e volta più alla ricerca di un modo semplice e ben conosciuto per ricercare la risata ma che, purtroppo, non è più nelle corde del personaggio.
Elemento finale da commentare è la porzione di episodio dedicata a Howard, Bernadette, Raj e Emily. Palesemente un insuccesso ma gli autori, consapevoli di questo, hanno optato per risollevare la situazione con l’escamotage in uso già da qualche puntata della guest star. Nello specifico Elon Musk che, per chi non lo conosceva e non ha avuto voglia di googlarlo, è il fondatore di Tesla (la compagnia di auto di lusso elettriche) e della SpaceX (Space Exploration Technologies Corporation) che, dal nome, sembrerebbe l’azienda di un qualche milionario dell’universo Marvel che fa esperimenti scientifici innovativi e segreti (non sappiamo di quelli segreti ma sicuramente innovativi sono, dato che è la prima compagnia privata ad aver inviato un veicolo spaziale sulla Stazione Spaziale Internazionale – fine pubblicità occulta). Niente di meglio per l’ingegnere nerd e ex astronauta-per-un-giorno Howard. Non sappiamo se la guest star dell’episodio fosse solo un diversivo per rendere “particolare” un episodio altrimenti insulso (come era il caso di Stephen Merchant in “The Mystery Date Observation“, la cui genialità e innata verve comica sono stati purtroppo messi al servizio di un personaggio scontato nell’episodio) oppure se sia il punto di inizio di una possibile svolta per il personaggio di Howard, date le sue espresse intenzioni di andare a lavorare per Elon Musk. Non dovremmo confidare troppo in quelli che sembrano spunti evoluzionistici perché sappiamo bene che lo show è propenso a una certa chiusura intra-episodio di queste vicende che esulano dal percorso classico dei personaggi ma, in mancanza di vicende accattivanti per gli altri protagonisti, forse si potrebbe volgere lo sguardo verso Wolowitz per risollevare le sorti dello show? Mah, tanto varrebbe volgere lo sguardo verso l’alto nell’attesa del miracolo!

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Guest star che fanno evolvere la trama o solo diversivo?
  • Penny e Leonard
  • Shamy o non Shamy
  • Il quartetto Bernadette-Howard-Raj-Emily non pervenuto
La parabola discendente continua imperterrita e nemmeno le guest star sembrano riuscire nell’intento di risollevare la situazione. Forse concentrarsi su altri personaggi potrebbe aiutare ma sarebbe comunque necessario un cambiamento nel registro e nella scrittura, appiattiti al livello di sit-com di bassa lega, insostenibile per uno show come The Big Bang Theory.
The Mystery Date Observation 9×08 15.30 milioni – 3.8 rating
The Platonic Permutation 9×09 15.19 milioni – 3.8 rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: