Tripped 1×02 – Episode 2TEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/Tripped by

“Why’s he so famous?”
“Beacuse he decided that’s what he wanted… You know, he worked at it. He practised. […] You make choices, Milo. What to do, what not to do. And you live with them. That’s all. You can’t blame anyone but yourself for how your own life turns out”

Prendiamo Jamie Mathieson, collaboratore di Moffat in diverse puntate di Doctor Who e creatore di questa serie, e mettiamolo in una stanza con uno spinello. Il risultato? Questa serie.
No, non sappiamo se le cose siano andate veramente così, ma ci piace immaginarlo.
Con regole e modi diversi dal Dottore, Milo (George Webster) & Danny (Blake Harrison), protagonisti di questa nuovissima miniserie di 4 puntate di E4, viaggiano tra i mondi paralleli sperando di ritornare a casa e trovare una risposta a ciò che li vede coinvolti dal “Pilot“. Viaggiare tra i mondi paralleli li porta a trovare gli altri loro stessi, uguali fisicamente ma con comportamenti e stili di vita diversi. Oltre ad incontrare loro stessi incontrano anche le persone più importanti della loro vita ma, ovviamente, anche loro sono diverse. Non è stato semplice per Milo incontrare la sua nonna defunta lo scorso episodio, più arzilla che mai. Non è semplice per Danny continuare ad incontrare la ragazza che ama, la ragazza con cui sta per sposarsi e non poterle dire che la ama. Non può perché lei o non lo riconosce oppure non prova niente per lui. Kate è il motivo principale per cui Danny cerca di ritornare nel suo mondo, un mondo in cui ha qualcosa per cui vivere, d’altro canto Milo, non avendo nessuno in particolare per cui ritornare, ha meno motivazioni di ritornare a casa. Trovatosi in un mondo in cui è una rockstar di fama internazionale (“I’m like Elvis”), essendo anche milionario, la voglia di ritornare nel proprio mondo diminuisce ancora. Ma cos’ha portato questo Milo, versione rockstar, al successo ed ad avere tutto ciò che vuole? La risposta ci viene data da Kate. Non è stata la scelta fatta da bambino a far diventare il Milo rockstar ciò che è diventato, è stata la sua volontà. Volontà che l’ha fatto realizzare i suoi sogni, volontà che non ha avuto il Milo “originale” nelle sua vita.
Ciò che sembra caratterizzare queste realtà alternative non sono deformazioni fisiche, poteri sovrannaturali ma solamente scelte fatte e modi di vita diversi dei vari personaggi. Scelte che stavano per compiere sia Milo che Danny, rispettivamente quella di restare e quella di andarsene e cercare di ritornare indietro da solo. Litigio nato proprio dal fatto che Danny aveva qualcuno per cui tornare a casa, motivazione non valida per Milo, ma litigio risoltosi proprio per questo fatto: Milo non ha nessuno oltre a Danny, restare senza di lui non avrebbe senso. Amicizia che batte una vita agiata e senza problemi, tranne per il semplice fatto che ci sono vari Callum che viaggiano tra le realtà alternative cercando di ucciderli. Amicizia che non vi era tra i Danny & Milo del mondo parallelo di questo episodio, oppure si, dipende da come si interpreta il fatto che Danny era talmente ossessionato (e pazzo) da uccidere Milo e bruciare il suo cadavere. Ma questa è un’altra storia…
È tutto molto lineare questo Tripped, lineare nel senso che non accade nulla di irrisolvibile o di nuovo nel panorama cinematografico/televisivo, a volte ricordando anche per certi versi il capostipite di questo genere fantasy: Back To The Future. Certo, il fatto che la serie vada in onda su E4 emerge a tratti rispolverando i ricordi offuscati di Misfits e della totale assenza di peli sulla lingua, come il fatto che Kate abbia riconosciuto che questo Milo fosse diverso dal Milo di cui lei era innamorata perché “The Milo Edwards I know has a tattoo of the Venus of Milo on his penis”. Riusciti a scampare dalla morte per ben quattro volte, tre dal pshyco Danny e una dal Collum versione Highlander, i due “originali” scappano da questo mondo grazie ad un portale creato dai Danny & Milo venuti nel loro mondo per avvisarli del pericolo imminente.
“Episode 2” continua sulla buona scia del primo episodio che si rivela anche come episodio introspettivo, quasi natalizio per il modo in cui viene trattato il tema. Da una miniserie di soli 4 episodi non ci si aspetta una grande caratterizzazione dei personaggi, solo una storia che si lasci guardare, invece Tripped è una lieta novella: la trama è avvincente e i personaggi si fanno amare, che il quarto Re Magio sia proprio Jamie Mathieson?

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Amicizia tra Danny & Milo
  • Lettera del “sucidio”
  • “Big sexy butterfly”
  • Sparatoria alla conferenza stampa
  • Interpretazione dei due protagonisti
  • Ancora nessuna spiegazione scientifica sul come sia possibile viaggiare tra i mondi paralleli

 

Aspettiamo il terzo episodio come aspettiamo le mance di Natale. Hype alto sopratutto per il prossimo mondo parallelo, mondo che tanto preoccupa Milo & Danny versione Highlander.

 

Episode 1 1×01 ND milioni – ND rating
Episode 2 1×02 ND milioni – ND rating

 

Tags:

A.A.A. Re bello ed impossibile cerca regina con cui frustare i suoi numerosi schiavi. Nell'attesa del lieto evento Eros Gallagher sta guidando la sua nazione, dove tutto è lecito tranne che guardare The Walking Dead. Nelle scuole vengono insegnate le grandi gesta di Eleanor Shellstrop, Titus Andromedon e Saul Goodman. L'unica religione ammessa è il Scrubsianesimo, atta a venerare il santo John Dorian. Lasciate i vostri nickname di Instagram al 4 8 15 16 23 42. Saluti e tante care cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: