Chance 1×01 – 1×02 – The Summer Of Love – The Axiom Of ChoiceTEMPO DI LETTURA 4 min

in Chance/Recensioni by

“Eldon Chance is a 55-year-old right-handed neuropsychiatrist. Of late, he is increasingly aware of a mental state he finds to be dark and unstable. He fears he has been drawn to the precipice of some new and terrible reality that now, having stumbled, he will be unable to keep from falling.”


Da dottor House a dottor Chance, ma con un risultato decisamente diverso. Quattro anni dopo la fine del medical drama della FOX che ha visto Hugh Laurie nei panni del dottor Gregory House, l’attore torna sullo schermo con un nuovo ruolo che lo vede interprete di un medico, questa volta più precisamente un neuropsichiatra.
Nuova opera targata Hulu, Chance è basato sull’omonimo libro del 2014 dello scrittore americano Kem Nunn – che riveste anche il ruolo di ideatore della serie – ordinato dalla rete a gennaio di questo stesso anno con un ordine doppio di ben 20 episodi divisi per due stagioni.
Seppur guidata dalla figura di un sempre ottimo Laurie, la serie si perde tra una buona dose di cliché ed una sceneggiatura lenta che poco riesce a mantenere alto il coinvolgimento dello spettatore. Nessun giovamento si trae poi dai dialoghi molto spesso lunghi e noiosi che poco servono ad incatenare l’attenzione, mentre l’atmosfera di mistero che avvolge gli episodi sembra soltanto angoscia gratuita mal riuscita.
Protagonista della trama dunque, è il neuropsichiatra Eldon Chance, un uomo alle prese con un divorzio in atto ed una carriera che lo vede coinvolto con pazienti affetti da disturbi psichici o soggetti a grave forme di depressione a seguito di un qualche tipo di trauma, il cui compito è quello di veicolare questi pazienti verso le cure più adeguate. E’ in questa circostanza che Chance incontra Jaclyn, una donna affetta da un’apparente doppia personalità, causato dal trauma di un marito violento. Già questi elementi basterebbero per aprire la strada al più classico dei cliché per una trama incentrata tra medico e paziente. Fortunatamente il cliché tenta, seppur senza riuscirci, di portare elementi diversi nella trama, aggiungendo una forte dose di mistero intorno alla paziente ed uno sviluppo, almeno inizialmente, meno canonico tra i due personaggi.

La strada che porta alla trama paziente-dottore infatti, viene spezzata da una storyline parallela e dai contorni decisamente più noir, che segue il dottor Chance in un viaggio verso la “perdizione”. L’incontro con D, un omone enigmatico e dai risvolti indubbiamente violenti, spingono il protagonista ad immettersi in strade oscure verso un “precipizio di una nuova e terribile realtà”, il tutto, tuttavia, con lo scopo di ergersi a protettore della sua paziente. Mentre il primo episodio “The Summer Of Love” infatti, regala un’anteprima del nuovo e sempre più dark stato mentale nella quale il medico inizia a sprofondare, “The Axiom Of Choice” si concentra soprattutto sulla situazione tra il medico e la misteriosa paziente. Con l’ingresso in campo del marito di Jaclyn, Paul, tipico ritratto del marito abusivo in quanto violento, ma allo stesso tempo uomo rispettato della società (è un poliziotto), la storia scivola nuovamente in un vortice abbastanza ovvio, con la vittima alla ricerca del cavaliere pronta a salvarla da un lato, il dottore ormai pienamente coinvolto dall’altro ed il marito violento nel mezzo.
Una storia che quindi non lascia il segno, nonostante un cast di rilievo; oltre al già citato Hugh Laurie, che pure si dimostra ancora una volta un attore in grado di rappresentare i più disparati stati d’animo dei suoi personaggi, Chance annovera tra le sue file attori come Gretchen Mol, nei panni della paziente Jaclyn, Diana Ferr, nel ruolo della ex moglie di Eldon e già conosciuta per i suoi trascorsi in Numb3rs, o ancora Ethan Suplee interprete del personaggio di D, ex protagonista della comedy My Name Is Earl. Da segnalare sicuramente anche la presenza di Paul Adelstein, qui nei panni del marito di Jaclyn, ricordato tra le altre cose per il suo ruolo del dottor Cooper in Private Practice.
Un insieme di svariati elementi compongono quindi questo nuovo prodotto di casa Hulu, tuttavia sono troppi anche gli elementi che non funzionano e non attirano. Sorvolando sulla trama poco originale, c’è anche tutto un contorno non propriamente intrigante: dall’atmosfera, ai dialoghi, dalla mancanza di pathos, alla sensazione di noia che pervade spesso e volentieri le scene susseguitesi in questi primi due episodi.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Hugh Laurie 
  • La sigla? 
  • Estrema lentezza d’esecuzione 
  • Dialoghi pedanti 
  • Pochissimi elementi/situazioni veramente coinvolgenti 
Hugh Laurie funziona. Tutto il resto non tanto. 
The Summer Of Love 1×01 ND milioni – ND rating
The Axiom Of Choice 1×02 ND milioni – ND rating

Tags:

Sulla soglia della trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un'estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”. Tra le sue prospettive future compare il tentativo di risoluzione di un dubbio alquanto amletico: recuperare o no Lost? Si accettano consigli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: