Son Of Zorn 1×10 – Radioactive Ex-GirlfriendTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

Si è ripetuto spesso, nelle precedenti recensioni, di come la figura di Zorn rischiasse più volte di essere ingombrante per il destino della serie. L’attrattiva causata dalla particolare entità del protagonista poteva in qualche modo “impigrire” gli sceneggiatori, lasciandoli bloccati nel ricamare gag solo sulla personalità e figura di Zorn, senza cercare nulla al di fuori. Di conseguenza, caratterizzando i personaggi di contorno senza alcun tipo di mordente umoristico.
Vedere alla fine della recensione la massima valutazione possibile, per questo episodio di Son Of Zorn, potrebbe stonare sotto diverse angolazioni. Tra le tante, chi non segue la serie potrebbe confonderla per ciò che non è. Son Of Zorn non è (ancora?) Friends, Scrubs (avete letto i recenti IBOLS?), ma neanche Community, Parks And Recreation o 30 Rock. Per ora, per la sua recente storia, Son Of Zorn è un “The Last Man On Earth meno meno“.
E allora perché Bless?
Innanzitutto bisogna sempre considerare cosa si può chiedere o non chiedere ad una serie. Son Of Zorn ancora ne deve fare di strada, come detto. Quindi: non dovrà essere ripetitivo, dovrà valorizzare i personaggi secondari, dovrà dimostrare di avere futuro. Rispettati questi tre “comandamenti”, ci si potrà dire accontentati, per ora. “Radioactive Ex-Girlfriend” li rispetta?


1. Non essere ripetitivo


Zephyria come ambientazione assente è fonte di numerosissimi spunti comici, anche pericolosi per la loro potenziale ripetitività, come detto. Fortunatamente ancora non si era battuta la strada delle ex di Zorn. Fosse stato presente un suo amico, in questa puntata, avremmo gridato alla ripetitività, così come se Zorn avesse voluto proporre una qualche usanza della sua terra d’origine. Una ex radioattiva non è certo un cliché narrativo, non risultano precedenti in tal senso. Senza analizzare ogni singolo passaggio dell’episodio, catapultiamoci nel finale: uno Zorn ridotto una schifezza, in un bagno pieno di liquame fosforescente, con la ragazza in escandescenze e Craig che cerca di coronare il suo sogno di essere un terapista di coppia con una pentola in testa e una sui genitali a protezione dalle radiazioni.
No further questions.


2. Onora il padre e la madre i personaggi secondari


Aldilà dell’originalità della storyline di Zorn, niente male anche le altre due linee narrative. Solitamente è possibile individuare nelle comedy tre filoni di trama, di cui un terzo più flebile ma che può potenzialmente confluire o essere addirittura risolutivo per uno degli altri due. È il caso di Craig con il suo tormentone ricorrente del supereroe/terapista. Sicuramente la sua parte in questa 1×10, oltre all’importanza ai fini della trama “principale”, rafforza il suo personaggio potenziandone la comicità. Se nei primi episodi Craig appariva come una macchietta, in questo momento può essere individuato come il vero e proprio “outsider” comico.
Non è un mistero per i lettori che chi scrive sia un particolare sostenitore della figura comica di Alangulon con la sua goffaggine e l’inevitabile imbarazzo, sempre stampato sul volto, di un ragazzo che ha la famiglia che ha. Senza aggiungere i suoi tentativi di spiccare, risultando solamente più simile al padre, senza però i vistosi muscoli cartooneschi. Ecco che quindi l’insistenza della sua esibizione con i bicchieri andrà a toccare i tasti giusti per l’iper-ridicolizzazione della sua figura. Edie che tenta di nascondere il tutto risulta così un’efficace spalla comica, impreziosita dal trascinante discorso per il brindisi.

3. Assicurati un futuro


Il terzo e ultimo comandamento delle comedy coinvolge quello che è il punto più fosco di questa comedy FOX.
Nelle precedenti recensioni si era spesso sollevata la perplessità riguardo le basse prospettive future della serie da un punto di vista narrativo. Prendendo due serie simili, The Last Man On Earth e Wilfred, e osservando la loro trama orizzontale di partenza, ci si accorge che il paragone non regge minimamente. In “Radioactive Ex-Girlfriend” però non bisogna sottovalutare la questione posta da Zorn stesso inerente la sua vita sentimentale. La speranza è che tra tre episodi, con il finale di stagione, vengano posti i semi per un futuro love interest. Qualora ciò non accada, gli autori avranno in ogni caso, con questo episodio, già posto le basi per sviluppi futuri.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • “Wait, what about Alan? What if he wants to bring that precious, little, puppy-eyed friend of his?” “Scott?”
  • La trama inedita della fidanzata radioattiva
  • Alan e la sua musica
  • Edie e la musica di Alan
  • Il sogno di Craig
  • Radiana è doppiata da Olivia Wilde, moglie di Jason Sudeikis (voce di Zorn)
  • La potenziale metafora dietro la fidanzata radioattiva, volutamente e disonestamente ignorata nella recensione
Sì, dai, alla fine bene.
The War Of Grafelnik 1×09 2.88 milioni – 1.2 rating
Radioactive Ex-Girlfriend 1×10 4.26 milioni – 1.8 rating

Tags:

Approda in RecenSerie nel tardo 2013 per giustificare la visione di uno spropositato numero di (inutili) serie iniziate a seguire senza criterio. Alla fine il motivo per cui recensisce è solo una sorta di mania del controllo. Continua a chiedersi se quando avrà una famiglia continuerà a occuparsi di questa pratica. Continua a chiedersi se avrà mai una famiglia occupandosi di questa pratica. Gli piace Doctor Who.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: