Supernatural 13×02 – 13×03 – The Rising Son – PatienceTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/Supernatural by

La nascita di Jack ha portato diverse conseguenze ma ha soprattutto fatto emergere le differenti visioni e approcci dei due Winchester. Da un lato Sam, più umano e pacato, sta provando ad educarlo, dall’altro Dean esprime costantemente il suo disappunto tra insulti ed occhiatacce. C’è tuttavia una questione importante da evidenziare ed è relativa alle motivazioni per le quali i fratelli stanno affrontando diversamente la gestione del figlio del Diavolo: Sam, in realtà, vuole usare Jack solo per riportare indietro sua madre, Dean ritiene tutto perduto e identifica in Jack la causa di ogni male. Se da un lato quindi, per l’ennesima volta, Dean viene ritratto come un personaggio dalle emozioni semplici e dirette, Sam si dimostra più complicato. Manca infatti quella volontà pura e casta di fare del bene ed emerge un comportamento più egoista e molto meno da Sam Winchester. Ci vorrà del tempo per riuscire a delineare meglio idee e sentimenti, l’arrivo di Castiel aiuterà di sicuro.

Sam:Dad told you to put a bullet in me, but you didn’t. You saved me. So help me save him.
Dean:You deserved to be saved. He doesn’t.

È abbastanza chiaro che Supernatural, e nello specifico le due menti dietro questa stagione (Dabb e Singer), stia giocando sul lungo periodo. Ed è anche abbastanza chiaro che, come di solito accade, si rimarrà in una situazione di stasi fino al midseason finale per poi riprendere la narrazione dopo la pausa natalizia con un altro spirito (con buona pace di tutti). Quando si parla di lungo periodo si fa riferimento ovviamente alla gestione di Jack, al ritorno di Lucifer e Mary, alla resurrezione di Castiel (ormai in procinto di tornare) ma anche a quel progetto chiamato Wayward Sisters che, presumibilmente nella seconda parte di stagione (gira voce sarà la 13×10), verrà presentato come backdoor pilot. I protagonisti? Solo donne: Jody Mills, Donna Hanscum, Claire Novak, Alex Jones e le due new entry Patience Turner e Kaia Nieves. Già, Patience Turner, ovvero la nuova sensitiva che è stata vittima/protagonista dell’omonima puntata “Patience”. Insomma, come si diceva: lungo periodo.
Le prime sensazioni a riguardo non sono totalmente negative e, anzi, si comincia finalmente a capire l’impostazione che si cela dietro questa potenziale serie, tuttavia, e rimane il problema più grande, arrivati a questo punto nella mitologia di Supernatural, uno spin-off non può che risultare inferiore a livello di caratura. Per ora si concede il beneficio del dubbio.

Demon: “Who’d you say you were?”
Asmodeus:I am Asmodeus Fourth Prince of Hell. here to rule until such time as Lucifer returns with his son. And there are gonna be some changes.

Dimenticandosi per un attimo la questione spin-off che alimenterà sicuramente le future recensioni, non si può non menzionare la sostituzione “virtuale” di Crowley con Asmodeus, quarto e ultimo Prince Of Hell. In assenza di Lucifer, con un Jack ancora molto emblematico circa il suo futuro e senza un vero regnante, il coniglio tirato fuori dal cilindro è proprio l’ultimo Prince Of Hell, ovvero un personaggio che normalmente avrebbe dovuto e potuto garantire un più che discreto terrore reverenziale ma che invece, sia a causa di Jack che della presenza di Lucifer, non può che risultare meno pericoloso. Purtroppo.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Rapporto tra Jack e Dean/Sam
  • Inizio del lavoro sullo spin-off ben realizzato
  • Ritorno imminente di Castiel ben realizzato
  • Asmodeus ha del potenziale
  • Interessante il rapporto odi et amo tra Lucifer e Mary
  • Alcuni tempistiche prevedibili

 

Supernatural continua a macinare ottimi ascolti e a sfruttare al meglio le occasioni che si propongono. Addirittura l’idea dello spin-off, che poteva far storcere serenamente il naso alla maggioranza delle persone, dopo questa “Patience” potrebbe poi non essere quella cattivissima idea. 13 stagioni e non sentirle. Complimenti a tutti.

 

Lost And Found 13×01 2.10 milioni – 0.7 rating
The Rising Son 13×02 1.90 milioni – 0.7 rating
Patience 13×03 1.93 milioni – 0.7 rating

 

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un’età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del “Progetto Recenserie”. E’ un burbero dal cuore d’oro che gira per l’etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: