Supernatural 13×01 – Lost And FoundTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/Supernatural by
Supernatural, nel suo DNA, ha il continuo rinnovarsi ogni anno, a prescindere da tutto e da tutti. E anche con un season finale così disarmante (nel senso della pura devastazione che si è lasciato alle spalle) come quello di “All Along The Watchtower“, tutto cambia nuovamente per creare un nuovo ecosistema eliminando personaggi ed inserendone altri. Facendo un piccolo riepilogo anche del modus operandi della serie e dei suoi showrunner, Supernatural è sempre andato (giustamente) alla ricerca di un boss stagionale che fosse più pericoloso e più potente di quello precedente: il primo lustro (sotto la direzione di Kripke) ha visto concludersi il ciclo contro Lucifer, lo sfortunato ciclo della Gamble ha avuto i Leviatiani, Carver si è spinto addirittura oltre andando a presentare Dio e sua sorella. Nel ciclo di Dabb e Singer, sfortunati in termini temporali come la Gamble visto che si sono trovati dopo degli ottimi capitoli, Lucifer è stato rispolverato ed è stato inserita la “progenie del diavolo”. Consci che difficilmente si tornerà ai livelli altissimi degli altri capitoli visto che si è arrivati a portare in campo Dio, bisogna apprezzare lo sforzo fatto sinora e avere fiducia in Jack.
Jack:I have to find my father. He’ll protect me.
Sam:Jack, you gotta listen to me. That’s not really what Lucifer does.
Jack:Lucifer? No, that’s not his name. My father is Castiel. My mother, she said Castiel, he would keep me safe. She said the world was a dangerous place. That’s… that’s why I couldn’t be a baby or a child. That’s why I had to grow up fast. That’s why I chose him to be my father. Where is he?
Sam:He’s dead.
Andrew Dabb, in questo episodio anche alla sceneggiatura, doveva contemporaneamente affrontare il lutto di Castiel e Mary e presentare Jack, il tutto creando un nuovo slancio in grado di dare il giusto avvio alla stagione. Missione riuscita.
Chiaramente, e qui si scadrà nello spoiler, anche se in realtà proprio uno spoiler non è, vista l’immagine promozionale della stagione e le dichiarazioni fatte da Mischa Collins e dagli altri membri del cast e della produzione, Castiel tornerà in vita in qualche modo (purtroppo non si può dire lo stesso di Crowley). Su questo non c’è alcun dubbio e, anzi, è una cosa che ci si potrebbe aspettare in qualche modo da Supernatural, viste le innumerevoli resurrezioni degli ultimi 12 anni. Ovviamente si può discutere sul modo in cui avverrà o se sarà il Castiel che già si conosce e non quello della dimensione alternativa in cui sono finiti Mary e Lucifer, rimane il fatto che Mischa Collins ritornerà nella serie. Alla luce di questo, le parole (anche sorprendenti) dette da Jack, che individuano in Castiel il suo vero padre, non possono che aprire le danze per la nuova stagione e per un possibile quanto auspicabile scontro padre-figlio con Lucifer.
Considerando la situazione attuale, è estremamente interessante vedere come si evolverà la situazione tra Sam, Dean e Jack visto che, potenzialmente, i due diventeranno i suoi tutori. In tal senso una certa chimica con il nuovo attore Alexander Calvert si è già instaurata facilmente, anche merito del feeling che i due fratelli riescono a portare sullo schermo in ogni episodio. È una situazione tutta da esplorare e che, si spera, verrà trattata in maniera differente e migliore rispetto a quanto fatto con Mary Winchester, probabilmente una delle peggiori gestioni di una storyline che si siano viste finora su Supernatural.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La progenie del Diavolo che non ti aspetti
  • Buon conciliabolo iniziale
  • Bruciato il corpo di Castiel
  • Ritmo basso

 

Un inizio pacato che male non fa, soprattutto alla luce degli eventi con cui si era concluso il tutto.

 

All Along The Watchtower 12×23 1.65 milioni – 0.6 rating
Lost And Found 13×01 2.10 milioni – 0.7 rating

 

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: