Knightfall 1×04 – He Who Discovers His Own Self, Discovers GodTEMPO DI LETTURA 4 min

in Knightfall/Recensioni by
Sin dalla season premiere è apparso chiaro come accanto al filone storico, gli autori di Knightfall avessero dedicato tempo ed energie al filone magico e mistico, nella speranza di attirare lo spettatore e dare maggiore vitalità allo show. Ad ora l’obiettivo non è riuscito del tutto e il nuovo prodotto targato History continua ad avere più ombre che luci. Infatti, accanto alle eccessive libertà del contesto storico, già citate nella recensione del precedente episodio e inaccettabili per History, molti personaggi risultano, fino a questo momento, piatti e senza un’adeguata caratterizzazione. Nonostante un buon cast, un budget importante ed eventi storici più interessanti che mai a fare da supporto narrativo, la serie risulta lenta, a tratti noiosa, vittima di eccessivi sentimentalismi e character di secondo piano completamente inutili, rei di togliere minutaggio alle questioni fondamentali. Le ottime scene di azione che si erano viste nel primo episodio sono ormai un vago ricordo e a farla da padrone sono, in questi episodi, dialoghi superficiali che non lasciano il segno e mini complotti abbastanza scontati e senza senso. Rimane invece di alta qualità la fotografia e la ricostruzione storica, non per la fedeltà agli eventi, ma bensì per le location e i costumi, praticamente ineccepibili e punto di forza essenziale per ogni serie tv storica, soprattutto se ambientata nell’antichità.

 

“We should kill them, is what we do, we fight the Crusades.”

 

In questo episodio, la narrazione continua ad essere lenta ed eccessivamente frammentata e anche nei momenti migliori le pecche non mancano di certo. Filippo IV di Francia appare come un personaggio debole e poco importante, character quasi di secondo piano e non certo il grande Re che ebbe il coraggio di sfidare sia i templari che il Papa, facendosi addirittura scomunicare per i suoi forti contrasti con Bonifacio VIII. E’ importante ricordare come proprio con questo Monarca ebbe inizio la cattività avignonese, con il trasferimento del papato da Roma ad Avignone e l’asservimento dei pontefici ai Monarchi francesi, grazie alle battaglie politiche di Filippo. E’ lecito aspettarsi quindi, nei prossimi episodi, una crescita esponenziale del Re di Francia, affinché possa prendere forma il grande personaggio storico che è stato durante il Medioevo.
Rimanendo all’interno della famiglia reale, la storyline della Principessa di Francia Isabella è a dir poco imbarazzante, con dialoghi degni di telenovelas sudamericane e la presentazione di personaggio piatto e banale, senza nessuna caratterizzazione psicologica. Non va certo meglio con l’ex contadino Parsifal, con la sua storia che per ora risulta essere scontata e completamente inutile.
Anche nei momenti migliori, come la scoperta della famigerata Fratellanza degli Assassini (altro che luce, qui siamo in pieno stile Assassin’s Creed) ci sono sempre elementi che fanno storcere la bocca allo spettatore. Ma le arance erano proprio necessarie per una terribile setta segreta di assassini? Solo gli interessanti flashback del Maestro templare Landry e il colpo di scena legato alle azioni di fratello Tancredi, salvano l’ordine templare da una disfatta narrativa senza precedenti. Il finale di puntata, in pieno stile Godfather, fa ben sperare per una guerra che si spera incomba e dia un’accelerazione notevole alle serie, per ora bloccata tra drammi sentimentali e storyline parallele troppo frastagliate che rischiano di ricollegarsi nel peggiore dei modi. Uno show lontano anni luce dal fratello Vikings, serie di punta di History, e pericolosamente vicino a Reign, serie storica che definire uno scempio è un complimento, basata su love story che di storico hanno ben poco. L’universo delle serie tv di ambientazione storica è in forte espansione e negli ultimi anni è diventato più affollato che mai. Riuscirà Knightfall a lasciare il segno? Alle spade templari l’ardua risposta.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Costumi e location
  • La confraternita della luce (arance escluse)
  • Colpo di scena Tancredi
  • Flashback Landry
  • Finale in stile Padrino
  • Narrazione lenta e frammentata
  • Dialoghi non all’altezza
  • Principessa Isabella
  • Parsifal
  • Filippo IV in secondo piano

 

Knightfall per ora delude e non poco. La speranza è che lo show si risollevi, dato che le potenzialità ci sono tutte; budget, eventi storici, un mix interessante tra storia, religione, guerra e misticismo. Bisogna lavorare e non poco sui personaggi, perché la cornice, seppur di ottima fattura, non rende mai bello un quadro. Un Save Them All risicato e che impone un deciso cambiamento di rotta, che si spera di vedere già nel prossimo episodio, half season fondamentale per capire verso quale direzione la serie sta andando.

 

The Black Wolf And The White Wolf 1×03 1.48 milioni – 0.3 rating
He Who Discovers His Own Self, Discovers God  1×04 1.08 milioni – 0.1 rating

 

 

Tags:

Fra la movida tipica dello studente fuorisede a Bologna e la mia dipendenza da serie tv, sono riuscito anche a laurearmi in storia. Patito di cinema e ardito seguace di anime&manga giapponesi, frequento abitualmente serate di musica elettronica e concerti dei gruppi più disparati. Tra le mie numerose patologie spicca il mondo dei tattoo ; amo farmi tatuaggi, molti tatuaggi. Lostiano intransigente, trascino la mia lunga barba da una serie tv all'altra, sperando di risvegliarmi tra Kattegat e Winterfell. Nel frattempo assecondo la mia passione per il gin lemon, perchè la notte è buia e piena di terrori.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: