Ash VS Evil Dead 3×07 – Twist And ShoutTEMPO DI LETTURA 3 min

in Ash VS Evil Dead/Recensioni by

“No one is that stupid or that lucky”

Negli USA la domenica sera è un momento importante, sia perché è l’ultimo giorno del week-end, cioè l’ultimo momento di pace prima di ritornare a lavorare e sia perché in televisione, solitamente, vengono trasmessi gli show di punta. Le migliori serie televisive, i migliori eventi sportivi e i migliori reality. Tra tutti questi programmi c’è pure il tanto amato Ash VS Evil Dead, ma le cose per il programma della Starz non vanno affatto bene ultimamente. Tra i 150 programmi che sono andati in onda nei network americani, domenica 8 Aprile, “Twist And Shout” si è posizionato centoquarantaduesimo, cioè nella parte più bassa possibile di questa “classifica” di ratings. Ovviamente è un dato relativo, in quanto la fascia oraria in cui viene trasmesso c’è teoricamente il meglio del meglio, tuttavia non può che colpire questo risultato terribile. Assurdo ed immeritato poi il primo in questa graduatoria, gli americani dovrebbero rivedere un attimino i loro interessi, ma questo non è il momento né il luogo adatto per parlarne, per cui bando alle ciance e via con l’analisi dell’episodio.
Ash VS Evil Dead è una serie che prende spunto dalla cultura pulp e che ironizza continuamente sui cliché del cinema statunitense, ecco quindi spiegata l’ambientazione della puntata: il ballo scolastico. Come ogni commedia che si rispetti, la scuola è piena di: ragazzi pronti a scatenarsi a balli forsennati, livelli di testosterone più alti che mai e una serie innumerevole di omicidi contornati da un’incredibile e sproporzionata quantità di sangue finto. Se il tema di questo settimo atto è uno dei più classici possibili, anche i modus operandi e gli scontri non si discostano affatto da questo fattore tradizionale.
Si ha così, ancora una volta, come successo in “Ashes To Ashes“, uno scontro tra due Ash, una lotta tra bene e male in cui i due protagonisti sono due cinquantenni identici, fuori forma e con una motosega al posto della mano. Altro che Spider-man, Batman e compagnia bella, questi sono i veri scontri che dovrebbero far vedere nei film Marvel e DC. A fare da colonna sonora allo scontro e al piano geniale di Ruby, per far mettere in cattiva luce Ash Williams per l’ennesima volta, sono le grida isteriche dei ragazzi spaventati e una musica talmente fuori dal contesto generale da essere perfetta, così da rimarcare l’ambientazione della battaglia. In tutto questo stupendo delirio Pablo scopre della morte di Kelly e si ritrova faccia a faccia con Kaya. Ormai si è perso il conto delle volte che i due sono morti o stati impossessati, sono numeri che farebbero invidia pure a Crilin di Dragon Ball. Però, al contrario di quanto potrebbe sembrare, queste situazioni sono tutt’altro che noiose, ogni volta che uno dei due va nell’aldilà ne ritorna cambiato e più forte e a limare questa ripetitività è tutto il trash che ne fa da contorno.
Ma ciò che ha reso questo episodio memorabile non è niente di grottesco, ma la riproposizione, nel mondo di AVED, dell’Upside Down di Stranger Things. Ovviamente questo universo parallelo non verrà mai chiamato in questo modo, ma l’ispirazione all’invenzione dei fratelli Duffer è palese. Che sia una citazione o una parodia questo non è importante, basta che sia fottutamente nonsense e divertente. Questa infatti è l’unica cosa che conta.
 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ash vs Ash
  • Ignoranza a palate
  • Pablo che le prende da tutti
  • L’Upside Down
  • “Ding dong, you’re dead”
  • Brandy

 

In un episodio iniziato palesemente in sordina, Ash & Company si risollevano a colpi di motoseghe, filotti di sangue e citazioni geniali. L’unico punto debole della serie è sempre il solito: Brandy. Nella speranza che lo show venga rinnovato, bisogna godersi il più possibile i pochissimi episodi rimasti.
 

Tales From The Rift 3×06 0.19 milioni – 0.10 rating
Twist And Shout 3×07 0.13 milioni – 0.06 rating

 

Sponsored by Ash vs Evil Dead – Italia

A.A.A. Re bello ed impossibile cerca regina con cui frustare i suoi numerosi schiavi. Nell'attesa del lieto evento Eros Gallagher sta guidando la sua nazione, dove tutto è lecito tranne che guardare The Walking Dead. Nelle scuole vengono insegnate le grandi gesta di Eleanor Shellstrop, Titus Andromedon e Saul Goodman. L'unica religione ammessa è il Scrubsianesimo, atta a venerare il santo John Dorian. Lasciate i vostri nickname di Instagram al 4 8 15 16 23 42. Saluti e tante care cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: