);

Mr. Robot 4×03 – 403 ForbiddenTEMPO DI LETTURA 3 min

in Mr. Robot/Recensioni by

Ok, “403 Forbidden” non era proprio la puntata che ci si aspettava di vedere dopo la porta che si era improvvisamente spalancata nel finale della scorsa puntata, per ovvie ragioni. Va però contestualizzato il tutto perchè ad un mero desiderio dello spettatore vanno a contrapporsi ben 13 episodi e, da una prospettiva temporale, per Sam Esmail è chiaramente troppo presto per giocare subito l’asso nella manica di questa stagione. E ci sta, serenamente. D’altronde era stato lo stesso sia con la presa di coscienza della vera identità di Mr. Robot, sia con la realtà distorta presentata da Elliot.

Tyrell: “Elliot. I’ve come with the news we’ve been waiting for: they want to make me CEO of E Corp.
Are you hearing me? The offer came directly from Whiterose.
What’s this? What are you doing? This is exactly what we’ve been waiting for. We’re on the inside. It’s time to take them down!

Come enfatizzeremo poi nero su bianco bianco su rosso nei Thumbs Down, “403 Forbidden” non è una puntata che verrà ricordata dai posteri perchè, quanto a tensione e ritmo, la serie di Sam Esmail ha sicuramente offerto di meglio, ma forse è anche questo il punto: alla sceneggiatura non c’è Esmail (che comunque rimane saldissimo alla regia delle puntate) ma Courtney Looney che, anche a causa di ordini dall’alto, è limitata nelle sue azioni. La terza personalità di Elliot non viene quindi nè menzionata, nè mostrata, piuttosto la sceneggiatura si sposta su elementi diversi su cui vale la pena soffermarsi e porre qualche punto interrogativo.

Vera:How many times I gotta explain it? I don’t want Elliot to be my prisoner. A visionary like him don’t work like that. I want him to be my partner! Now, reflect and give me something I can use.

Fernando Vera, già menzionato nella scorsa puntata, ritorna in scena prendendosi un po’ di attenzione ma l’effetto non è ovviamente quello sperato dalla Looney. Al di là dello sfruttamento minorile e dei polli farciti con pacchi di cocaina, il problema principale risiede non tanto nell’attore o nella storyline secondaria, quanto piuttosto nel peso specifico che una storia come questa ha nell’economia complessiva della stagione e della serie: pressochè nullo. Il potenziale per migliorare comunque c’è ed è rappresentato dall’intreccio di trame che presumibilmente coinciderà con Krista minacciata da Vera per “motivare” Elliot. Interessante ma anche evitabile.
Una parte molto interessante invece arriva sia all’inizio che alla fine di questo episodio grazie ad un flashback molto intenso su Whiterose, un nuovo amore a sorpresa per Elliot ed un Tyrell molto esuberante per la promozione ricevuta a sorpresa. Se il viaggio nel passato con la morte dell’amante di Whiterose aiuta a capire il personaggio nelle sue motivazioni ed eccentricità, l’hacking di Olivia Cortez prende una piega totalmente inaspettata che avrà ripercussioni piuttosto importanti nel breve periodo (anche facendo dimenticare molto velocemente Angela). E con Tyrell CEO di E Corp si può anche essere certi che dalla prossima puntata qualcosa comincerà a muoversi piuttosto velocemente.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • A sorpresa Elliot si scopre latin lover, con buona pace di Evan di OkCupid
  • Tutto il flashback su Whiterose che di fatto chiarisce in parte il perchè delle sue manie
  • Tyrell nuovo CEO di Evil Corp!
  • Regia al solito attentissima
  • Fernando Vera ritorna dalla prima stagione dopo una brevissimo confronto con Darlene nello scorso season finale: ce n’era il bisogno?
  • Ritmo non altissimo ed in generale sembra molto un episodio scritto con lo scopo di dilatare un po’ la narrazione

 

Difficile dare un voto negativo a Mr. Robot vista la qualità sempre offerta, si può però obiettare che ci siano puntate migliori e più “sul pezzo” di altre. Non è il caso di “403 Forbidden”. Un Save basta ed avanza.

 

402 Payment Required 4×02 0.34 milioni – 0.1 rating
403 Forbidden 4×03 0.30 milioni – 0.1 rating

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: