Designated Survivor 1×03 – The ConfessionTEMPO DI LETTURA 3 min

in Designated Survivor/Recensioni by

Chaos is a ladder.
(Petyr Baelish)

Quando sembra che tutto stia per rimettersi in moto, un nuovo attentato, o meglio un hackeraggio nella rete della stessa Casa Bianca, ripiomba tutti nell’incertezza e nell’emergenza. In tutta questa confusione, però, i giochi di potere non si fermano, non c’è alcuna tregua olimpica per compattarsi tutti e sconfiggere un nemico comune. Anzi, la corsa a scavalcarsi l’un l’altro prende forza come non mai. Le parti in causa non esitano a trarre profitto da ogni disgrazia e da ogni momento di shock (per questo la citazione d’apertura, per quanto proveniente da un mondo completamente diverso). Il gioco coinvolge pure la fidata assistente di Kirkman, Emily, la quale si è ormai messa in aperta gara con l’infido Aaron Shore per l’ambito ruolo di Chief of Staff. Il nuovo presidente, dal canto suo, sceglie come linea guida il dire la verità; farlo dichiarando, durante un’intervista in tv, che il giorno prima dell’attentato stava per essere rimosso dal suo incarico e mandato altrove, gli frutta solo di far diventare trend topic su Twitter l’hashtag Presidente Incompetente e di aprire un varco alle losche trame di Aaron Shore e del generale guerrafondaio Cochrane. Ai tempi dello scandalo Clinton – Lewinski, comunque, non diede fastidio agli statunitensi tanto il pensare agli “atti impropri” commessi nello Studio Ovale della Casa Bianca, quanto il pensare che il presidente aveva mentito alla nazione, per cui la scelta ha una sua giustificazione razionale. Molto meglio va, al nuovo Commander in Chief, quando parla a cuore aperto con il figlio del suo predecessore. In futuro, dovrà certamente imparare la differenza tra il rivolgersi ad una persona ad un clima famigliare, cosa che gli riesce molto bene, è parlare con solenne autorevolezza ad un pubblico lontano, campo in cui deve ancora fare pratica. Punto cruciale sarà anche capire di chi fidarsi: in questo episodio, ad esempio, emerge in tutta la sua ambiguità la figura della senatrice Hookstraten. Lei sì che sa come parlare in pubblico e non perde occasione di sfoggiare tutta la sua arte retorica al funerale del presidente Richmond, in un discorso degno delle migliori omelie durante le messe più solenni. Kirkman, comunque, dovrà presumibilmente sfoggiare tutta la sua abilità nei discorsi a tu per tu per una buona e seria chiacchierata con il figlio Leo. Il ragazzo sta prendendo una brutta piega e occorre intervenire prima che sia troppo tardi, anche se, come si dice, quando si tratta dei figli propri è tutto un altro paio di maniche. Intanto procedono anche le indagini federali: acquista profondità il personaggio dell’agente Hannah Wells, con l’introduzione dell’amante, uomo sposato, presumibilmente rimasto vittima dell’attentato. Soprattutto, però, abbiamo un giovane senatore tratto in salvo dalle macerie. Non si sa ancora se sia stato un caso fortuito o se lui sappia qualcosa su mandanti e dinamiche della tragedia, ma di sicuro sarà una sottotrama molto interessante da sviluppare nei prossimi episodi.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Mr. Kirkman, piano piano, sta imparando a fare il presidente
  • Serrati giochi di potere, sembra una partita a scacchi
  • C’è un sopravvissuto
  • Leo e le sue pasticche
  • L’ambigua senatrice Hookstraten
Kiefer Sutherland ha dichiarato in un’intervista: “Penso che forse si debba provare non a essere un buon presidente e si debba provare ad essere una brava persona”, come dimostra il comportamento del suo personaggio e ancora “Penso che certamente, nel contesto del nostro show, abbiamo un’opportunità di superare la divisione che sembra aver preso piede in America”. Nel leggere i buoni dati di ascolto della serie, infatti, non si può non tener conto del momento storico in cui ci troviamo. Proprio in questi giorni è stata ordinata una serie completa di 22 episodi. Vedremo se il pubblico continuerà a seguire anche quando verrà rivelato il nome del nuovo inquilino della Casa Bianca. Per ora, il ritmo incalzante e la cura nei dettagli fanno ben sperare.
The First Day 1×02 7.97 milioni – 1.8 rating
The Confession 1×03 7.10 milioni – 1.6 rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: