Orange Is The New Black 5×09 – The TighteningTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

Ready to play, Reznikov?

Più volte nel corso delle recensioni di questa quinta stagione di Orange Is The New Black ci si è soffermati sul termine, appropriato come non mai per questa serie, “dramedy”. “Dramedy” perchè la serie ideata da Jenji Kohan riesce perfettamente ad alternare scene ad alto tasso “drama” con veri e propri momenti di “comedy”, di spensieratezza e comicità all’interno del carcere di Litchfield. Recensendo la puntata “Sing It, With Effie” si era coniato un nuovo termine, una nuova categoria di serie televisive che avrebbe, in un futuro più o meno prossimo, semplificato la vita di molti recensori: quella categoria è “stile OITNB”. Ecco, con “The Tightening” lo stile OITNB si arricchisce di un qualcosa di nuovo, di un genere ancora inesplorato: l’horror. Horror perché nel corso dell’intera puntata lo spettatore assiste a delle misteriose sparizioni tra i corridoi del penitenziario; Nikki viene “rapita” mentre sta portando del ghiaccio a Red, Alex e Piper mentre sono sotto la doccia, Boo mentre è alle prese con la sua nuova fiamma. Ed è proprio la detenuta russa la chiave e il fulcro di tutto questo episodio.
È inutile girarci attorno, quando OITNB mette in primo piano personaggi carismatici e forti come Red, l’intera serie si eleva ancor di più, compiendo un altro, grande ed evidente passo in avanti. Il flashback ci riporta nella Russia degli anni ’70, una Russia in cui vendere dei jeans Levi’s era assolutamente vietato, in cui una giovanissima Galina Reznikov vive una vita piuttosto normale, una quotidianità assolutamente ordinaria. Attraverso questo viaggio nel passato scopriamo qualcosa in più circa il background del personaggio e sulla sua insospettabile paura di vedere scomparire chi le è accanto. E così, come scompare la sua giovane amica che “spacciava” jeans agli angoli delle strade, nella sua mente scompare anche chi le è vicino nel carcere. Ritrovando una mappa, è sempre più convinta che Piscatella stia inscenando un piano per far fuori chi più ama, prima di arrivare al tanto atteso scontro uno contro uno. Ed è così, seguendo queste scomparse, che Red riesce ad arrivare da Piscatella, nonostante nessuno creda nelle sue supposizioni perché sotto effetto di farmaci. Il tanto atteso face to face tra l’agente penitenziario e la russa, finalmente, è alle porte, mentre si avvicina il season finale e si cerca dunque di chiudere qualche storyline.
Ma “The Tightening” non è stata una puntata incentrata solamente su Red. Ritroviamo, infatti, una Suzanne ancora legata ai piedi del letto, aiutata dalla sola Morello, che decide di non darle le sue medicine perché “I think crazy is just a word people invented to keep the extra-interesting people down“. Questa strana coppia così estroversa e piena di spunti fantasiosi promette benissimo per il finale di stagione.
Avanza lentamente anche un’altra storyline, quella principale, quella legata alla sommossa vera e propria, ai diritti delle detenute e, di conseguenza, alle negoziazioni. Taystee e compagne si giocano la carta Joe Caputo, mandando il direttore del penitenziario a trattare personalmente con la sua arci-nemica Natalie Figueroa. Tra i due, è chiaro fin dal primo sguardo, c’è un astio che va oltre qualsiasi cosa. Per “Fig” vedere Caputo in quelle condizioni, ostaggio del suo stesso carcere, è senza dubbio un successo, una vittoria che la ripaga dopo diverse delusioni. La trattativa sul “Programma Educativo” non è che all’inizio. Interessante anche vedere come Caputo stesso rinneghi Linda, dopo averla vista come parte attiva della sommossa. Adesso, per lei, sono guai seri perché qualcuna tra le latinas l’ha riconosciuta, Caputo le ha voltato le spalle e Piper e Alex sono prigioniere di Piscatella.
Nel solito trionfo corale che contraddistingue ogni puntata di OITNB le cose da notare sono tantissime. Da Dayanara che sta per essere trasferita nel penitenziario di massima sicurezza a Pennsatucky che è nuovamente oggetto dell’odio di quasi tutte le compagne di galera. Questa quinta stagione ha di nuovo fatto rimbalzare l’idea di una serie innovativa, realistica ed empatica. Le premesse per vivere un grande finale di stagione ci sono tutte. “The Tightening” ci consegna un episodio all’altezza di una quinta stagione, finora, quasi perfetta.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Suzanne e Morello, ne vedremo delle belle
  • Il flashback su una giovanissima Galina
  • Red vs Piscatella
  • Caputo vs Figueroa
  • Nulla
“The Tightening” è stata una puntata transitoria, ma ricca di spunti. Il passato di Red, il confronto tra Caputo e la Figueroa, Daya fuori dal carcere che evita sua madre. Procediamo spediti verso il finale di stagione che, lo confessiamo, vorremmo non arrivasse così in fretta, così da godere ancora un po’ delle avventure nel carcere di Litchfield.

Tied To The Traintracks 5×08 ND milioni – ND rating
 The Tightening 5×09 ND milioni – ND rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: