I Medici – The Magnificent – 2×03 – 2×04 – Ostacoli E Opportunità – Il Prezzo Del SangueTEMPO DI LETTURA 4 min

in I Medici - The Magnificent/Recensioni by
Per i telefilm addicted italiani, I Medici non rappresenta soltanto un prodotto di leva maggiore rispetto alle solite serie propinate dalla televisione italiana. Non rappresenta neanche soltanto la trasposizione di una figura importante della storia italiana o la messa in scena di tutta la bellezza artistica e culturale che il paese dispone. Sin dallo scorso anno, è stato subito chiaro infatti, che I Medici rappresentano anche e soprattutto la possibilità, più unica che rara, di vendicarsi nei confronti del popolo americano per un prodotto che arriva in anteprima qui da noi.
Con tutti questi elementi raggruppati al suo interno, tra bellezza storica e piccole vendette, l’approccio con il quale ci si appresta alla visione de I Medici diventa carico di aspettative sia da un punto di vista di presentazione che di narrazione. Ed il suo essere una produzione più ampia con ideatori e cast internazionale non fa di certo che aumentare l’idealismo con il quale questa serie tv può venire percepita.
Dopo una sorta di presentazione dei personaggi capeggiati da Lorenzo, nelle precedenti due puntate, I Medici riprende la narrazione soffermandosi soprattutto sul lato politico della storia. Con Lorenzo ormai a capo della famiglia, era inevitabile ritrovarsi con ulteriori episodi di assestamento, per dar modo al giovane de’ Medici di entrare in contatto con la sua nuova realtà; tuttavia, “Ostacoli E Opportunità” si presenta in maniera decisamente troppo agiata, non riuscendo così a portare lo spettatore ad entusiasmarsi più di tanto per qualsivoglia complotto o alleanza. Si iniziano ad intravedere avvisaglie di un rapporto non più così stretto, che presto sfocerà in qualcosa di più grande, con Raoul Bova il nuovo Papa Sisto IV, mentre fa ovviamente sempre da sfondo il rapporto di odio che vige tra la famiglia de’ Medici e quella de’ Pazzi. L’attenzione si riversa quindi più che altro su questi contenuti intermezzi che, messa da parte e risolta in un batter d’occhio la questione inerente Pisa, lasciano poi spazio soprattutto alla parte soap della serie.
Già nella recensione delle prime due puntate si era sottolineato in negativo come questi elementi la facessero un po’ da padrone ed il terzo e quarto episodio non sono stati da meno, con da un lato la storia alla Romeo&Giulietta portata in scena da Bianca e Guglielmo e dall’altro la romanzata di Lorenzo con Lucrezia Donati; ed è soprattutto la storia che vede coinvolti i due amanti a lasciare maggiormente perplessi, per un minutaggio eccessivo, in relazione al resto, che non fa altro che aumentarne il lato soap, accompagnati dall’aggiunta della moglie di Lorenzo, Clarice, che inizia a presentarsi in punta di piedi, in bilico tra il non sentirsi ancora a proprio agio ed il cercare di ottenere rispetto agli occhi del marito.
Se il primo episodio si mostra diviso tra piccoli elementi politici e più attenzioni romantiche, il secondo episodio riesce invece a regalare una marcia in più. Il tutto è soprattutto merito dell’assaggio di azione alla quale si è avuto modo di assistere. La violenta presa di posizione contro Volterra, seppur non approvata da questa versione telefilmica di Lorenzo, è servita a dare un po’ di verve all’intera rappresentazione ferma, appunto, nel primo episodio ad una staticità poco entusiasmante.
Tra i protagonisti dei pochi momenti di battaglia portate in scena, a spiccare è stata soprattutto la figura di Giuliano, che appare sin da subito un personaggio presentato con più sfaccettature rispetto a quello di Lorenzo e che riesce già a farsi apprezzare e piangere in anticipo per ciò che sarà. In “Il Prezzo Del Sangue” poi, Giuliano è stato protagonista anche di scene più romantiche con Simonetta Vespucci; gli incontri tra i due giovani, oltre a tenere in vita la sottotrama artistica e culturale della serie unitamente alla figura di Botticelli, riescono a rendere quella parte soap precedentemente criticata riguardo Lorenzo e Lucrezia, in maniera decisamente più apprezzabile.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Scenografia ben resa ed inquadrature montate ad hoc per ammirare Firenze ed il suo territorio
  • Un secondo episodio più frizzante
  • Il personaggio di Giuliano e la sua vicinanza con Simonetta
  • La soap portata in scena dal trio Lorenzo-Lucrezia-Clarice 
  • Un Lorenzo ancora in fase di assestamento che regala pochi momenti di spicco 

 

Un episodio senza infamia e senza lode che da un punto di vista narrativo potrebbe sicuramente fare meglio di così. Tuttavia, essendo ancora una puntata di assestamento per Lorenzo ed il suo nuovo ruolo, la si può per ora accettare di buon grado.

 

Un Uomo Solo 2×02  4.16 milioni – 17.6% share
Ostacoli E Opportunità 2×03   4.50 milioni – 18.1% share
Il Prezzo Del Sangue 2×04   4.05 milioni – 19.8% share

 

Sulla soglia della trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un'estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”. Tra le sue prospettive future compare il tentativo di risoluzione di un dubbio alquanto amletico: recuperare o no Lost? Si accettano consigli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: