);

How I Met Your Mother 9×01- 9×02 – The Locket – Coming BackTEMPO DI LETTURA 5 min

/
()
Sono le 11 di venerdì mattina e mancano solo 55 ore all’atteso matrimonio tra Barney e Robin. Mentre Marshall decide di prendere l’aereo per dirigersi assieme al piccolo Marvin a Farhampton, Lily e Ted scelgono di andare in auto esattamente come i prossimi sposi Barney e Robin. Nessuno di loro 5 ha però idea di quello che avverrà durante i rispettivi viaggi e dell’importante persona che conosceranno tra poche ore…
Eccoci dunque giunti all’ultima stagione di HIMYM. Il compito di questa season nine non sarà facile, in primis perché gli autori devono farsi “perdonare” un’ottava stagione ampiamente al di sotto delle aspettative, in cui certi episodi hanno ottenuto la sufficienza più per il blasone e l’importanza del telefilm che per reali meriti, e poi perché, per l’appunto, è giusto trovare una degna conclusione ad una storia che comunque per diversi anni ha saputo farci ridere e piangere assieme ai suoi personaggi.
Onestamente visto l’andazzo dell’anno scorso non so quante persone inizialmente siano state felici del rinnovo dello show per un’altra stagione più che altro per paura di vederlo sprofondare sempre più, tant’è che l’attesa di vedere la “Madre” (tutt’ora priva di un nome) stava veramente diventando ridicola e la scena climax dell’ottava serie è stata proprio nel suo finale che ha mostrato il volto del personaggio tanto atteso. L’idea poi di ambientare l’intero arco narrativo in un unico weekend è parsa alquanto strana, tuttavia gli sceneggiatori sembrano aver imparato dai loro errori e se il buongiorno si vede dal mattino allora siamo sulla strada della “redenzione”. Certamente non possiamo parlare di un capolavoro di episodio (anzi, di episodi) ma sicuramente “The Locket” e “Coming Back” sono state più che gradevoli con diverse gag divertenti. Ma partiamo invece dagli aspetti negativi.

Ted fa come al solito la figura da scemo con degli improbabili giri turistici di cui non gliene frega niente a nessuno ed indossando dei guanti da pilota mentre guida l’auto. In effetti erano atteggiamenti simili i suoi principali punti di forza e comicità nelle prime stagioni, purtroppo però l’ironia del suo personaggio è andata pian piano scemando fin quasi ad arrivare a renderlo noioso. L’aspetto che però l’ha reso un personaggio “stagnante” sono sempre stati i sentimenti che nutre verso Robin. Insomma tutti noi non ne possiamo più dei suoi continui ritorni di fiamma per questa ragazza, tant’è che più che amore la definirei ossessione.
La scena della registrazione presso l’hotel, in cui il receptionist si mostra triste per il fatto che Ted sia l’unico single del gruppo in un posto pieno di coppiette, è molto simpatica ma al tempo stesso rappresenta le parole che un qualsiasi spettatore direbbe a Ted Mosby se lo vedesse. Su “Something Old” lo avevamo visto immolarsi nei confronti di Robin che aveva trovato in lui una persona capace di aiutarla nella disperata ricerca del medaglione perduto quando neppure il padre ed il futuro sposo erano presenti per lei. Robin è consapevole di quanto male faccia all’amico non poter corrispondere i suoi sentimenti ma d’altronde è anche Ted quello che se le va a cercare ed eccolo, quindi, ancora una volta tuffarsi in una disperata ricerca del medaglione a Los Angeles più o meno illuso dal fatto che questa cosa possa rimescolare la situazione del loro rapporto a poche ore dal matrimonio. E la scritta “Americanata” cappeggia imponente sulla chiesa di Farhampton.
Sul versante positivo dello show non si può non annoverare i futuri sposi che tengono in alto la bandiera della comicità praticamente da soli. Barney e Robin sono alle prese con i loro parenti eccentrici (wildcard) e si domandano chi tra loro sarà la persona che rovinerà il loro matrimonio fino a quando non scoprono di poter essere parenti. Se ci sono due personaggi su cui si può (quasi) sempre contare per quanto riguarda momenti comici sono proprio loro due grazie sia all’alchimia che li lega sia alla recitazione di un Neil Patrick Harris che è sempre sopra le righe. In fin dei conti sono per molti aspetti la stessa persona ed assieme formano un mix divertente, l’unico “dubbio” sulla loro stabilità di coppia potrebbe essere rappresentato dal fatto che, quando si tratta di fare i seri, Robin sembri confidarsi più facilmente ed in maniera diretta con Ted, piuttosto che col suo futuro sposo ma d’altronde anche questa cosa è destinata a chiarirsi in breve tempo o ad essere lasciata nel dimenticatoio. Da segnalare poi la divertente gag “alla Barney” dove l’ex playboy racconta a tutti gli amici della cosiddetta “maledizione degli Stinson” iniziata circa 2 secoli prima nella lontana Mosca e terminata grazie a suo fratello ricomparso dal nulla come recurring guest (ne parleremo meglio nelle prossime recensioni). Ci mancavano queste leggende.
Discorso a parte andrebbe fatto poi per Marshall e Lily. Gli Ericksen dalla nascita di Marvin ad oggi piano piano si sono sempre più estraniati nel loro mondo fatto di stranezze, pannolini e solitudine, già solitudine. Questo fattore riguarda per lo più Marshall a cui fin troppo spesso vengono imposti sul set attori misconosciuti a fargli da supporto perchè già da solo regge più che bene la scena. L’errore, se si può chiamare così, è quello di sforzarsi nell’estraniarlo dal contesto noto per vedere le sue reazioni comiche con l’esterno, ne è un esempio il viaggio sulla Monstruosity 2006 con Daphne, evitando così di “oscurare” gli altri protagonisti in alcune gag. Per Lily il discorso è un po’ diverso perchè in questo doppio episodio si è relazionata molto con tutti riportando in auge anche la sua vena comica sopita dai torpori di 8 stagioni, e si vede subito quanto funzioni meglio il suo character se viene fatto relazionare con gli altri membri del gruppo e con qualche centinaio di bicchieri in più in mano.
Come considerare questa premiere allora? Da un lato la paura di 24 episodi tutti uguali c’è ed è ben presente, dall’altro la sensazione che questa scelta possa portare ad una ventata d’aria fresca rappresenta una luce in fondo al tunnel in cui la serie si è inserita nella scorsa stagione. Non ci resta che aspettare ma per ora è un inizio più che sufficiente.

 

PRO:

  • I discorsi telepatici tra Barney e Robin
  • La Maledizione degli Stinson
  • I bastardolci
  • “Basta cliccare su ‘opzioni’!”
  • Mostruosità 2006
  • Ted VS Cocktail di Lily
CONTRO:
  • I sentimenti che Ted prova ancora verso Robin… ANCORA???
  • La pesantezza della storyline sulla comicità

 
La “Road to the wedding” è finalmente iniziata e lo ha fatto nel migliore dei modi. Per il momento scordiamoci la scorsa stagione e concentriamoci sul presente, ed il presente dice che questo lungo weekend si prospetta decisamente importante per i protagonisti e divertente per noi anche se sarà dura mantenere un certo standard per 24 episodi.

 

VOTO EMMY

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

1 Comment

Rispondi

Precedente

Dexter 8×12 – Remember The Monsters?

Prossima

Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. 1×01 – Pilot

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.