StartUp 1×09 – Hostile TakeoverTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

Per “hostile takeover” (in italiano “scalata ostile”) ad una società si intende l’acquisizione di una quota di azioni sufficiente ad ottenerne la maggioranza, che sottragga quindi il controllo all’azionista di maggioranza, contro la sua volontà. E’ proprio quello che succede in questo episodio ai fondatori di GenCoin. Prima tocca a Nick e Ronald. Poi alla stessa Izzy. Improvvisamente i creatori del progetto vengono esautorati non solo del potere decisionale nel progetto ma anche banalmente di quello di parteciparvi. Il lucchetto all’ingresso per tener fuori l’ideatrice di GenCoin è emblematico della piega che ha preso la società con l’entrata dei nuovi investitori. Una svolta non imprevedibile ma forse affrettata. Sicuramente nessuno si aspettava che una volta trovato l’investitore la vita dei protagonisti di StartUp sarebbe stata tutta rose e fiori; ci si poteva, però, facilmente attendere che gli ostacoli sarebbero sorti sul fronte legami malavitosi di Alex e della sua assistente (considerati gli avvistamenti di Ronald al club) oppure sul fronte Ronald e criminali haitiani o, ancora, sul fronte FBI. Dato che quest’ultimo ostacolo, personificato da Rusk, è temporaneamente fuori gioco (o meglio, si è messo da solo fuori gioco, avendo problemi ben più gravi di cui occuparsi) e che Ronald è il nuovo capo pacifico della sua gang (tanto che la madre di Jey si lascia persino consolare da lui – nemmeno fosse il padre dell’assassino di suo figlio!) altro non è rimasto agli sceneggiatori che accelerare i tempi. D’altra parte, comunque, il mondo è pieno di startup nate dalla passione di 2/3 amici che, non appena i soldi iniziano a scorrere, finiscono a scannarsi e a trovare modi per escludersi a vicenda (qualcuno ha detto Facebook? Apple?). Quindi ci starebbe anche che uno dei temi della serie in questione sia quello dei litigi sui diritti e guadagni dalla società nascente. Sarebbe più interessante però seguire il filone dei dirty money con cui GenCoin ha avuto a che fare fin dall’inizio, se non altro per giustificare la presenza di Ronald e Rusk all’interno dello show (oltre naturalmente la bravura degli attori che li interpretano).
Dato che ci troviamo ad una sola puntata dal finale e in attesa di notizie certe sul rinnovo, viene da pensare che si sia deciso per una storyline più veloce da svolgere in due puntate rispetto a quella del giro di loschi traffici e indagini dell’ FBI. Tutto rimandato alla seconda stagione dunque?
In “Hostile Takeover”, comunque, c’è spazio anche per un po’ di approfondimento personale/emotivo dei personaggi:
– Rusk incontra la figlia a cena, facendo sorgere il dubbio se la ragazza sarà inclusa nella storyline principale o servirà solo da riempitivo per far comparire Martin Freeman sullo schermo anche quando il filone narrativo principale non lo richiederebbe;
– Ronald in uno slancio di compassione per il suo compare escluso da GenCoin lo invita a cena e mostra, ancora una volta, l’amore che lo lega alla famiglia. Da un lato è l’input per Nick per riprovarci con Taylor, dall’altro è un indizio per lo spettatore sulle condizioni psicologiche di Touie dopo la sparatoria e l'”incoronazione” del padre (e che presumibilmente avrà delle ripercussioni future);
– Nick si confronta finalmente in modo aperto e sincero con la ex-fidanzata tirando fuori la grinta e la convinzione sulle sue scelte, all’inizio ampiamente latitanti. E’ come se lo sfogo gli facesse finalmente realizzare pienamente che quello che sta facendo, per quanto pericoloso e fuori dall’ordinario, è quello che desidera veramente perché lo fa sentire una persona migliore.
“Hostile Takeover” presenta la nuova sfida dei protagonisti e fondatori di GenCoin, accompagnandola ad un approfondimento del lato personale delle loro vite, accantonando per un attimo, o probabilmente per questa stagione, le vicende relative ai loschi traffici che nascondono i nuovi investitori e relative indagini FBI.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Dopo aver risolto quella della ricerca di finanziatori si è subito identificata una “nuova” storyline
  • Approfondimento della sfera personale dei personaggi
  • Nick tira fuori la grinta
  • Si temporeggia troppo sulla storyline di Rusk
  • Accantonato il filone narrativo di finanziamenti illeciti e FBI?

“Hostile Takeover” conferma le buone caratteristiche della serie riservandosi però il diritto di accantonare uno dei filoni narrativi principali e approfittandone per un’intrusione in più nelle vite dei suoi protagonisti.

Pro Rata 1×08 ND milioni – ND rating
Hostile Takeover 1×09 ND milioni – ND rating
Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: