The Blacklist 4×10 – The Forecaster (No. 163)TEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

Un plastico raffigurante la scena di un qualche raccapricciante delitto. In Italia questo ormai fa pensare direttamente a Bruno Vespa. The Blacklist, però, è serie statunitense e il riferimento è, ad esempio, al Killer delle Miniature di C.S.I. L’autrice dei modellini è una bambina speciale, che capta trasmissioni radio grazie al suo apparecchio acustico. La scelta degli sceneggiatori di non attribuire a facoltà paranormali le conoscenze della bambina è molto saggia: nella narrazione ci sono già fin troppi elementi bizzarri e simbolici, metterci anche la magia sarebbe stato davvero troppo.
Sul caso indaga Lizzie, tornata operativa al 100% e con un look rinfrescato. La ragazza è inoltre felicissima per la casa nuova e la ritrovata serenità familiare.
Questa sotto trama, a tratti un po’ forzata, sembra, tuttavia, pura e semplice preparazione allo spin-off. Viene mostrato chiaramente e giustamente come Tom Keen non possa cambiare pelle: lo prova la facilità con cui lascia la figlia incustodita per inseguire la persona di cui ha intravisto l’ombra sul muro. Inoltre, a pensarci bene, può bruciare tutti i passaporti falsi che vuole, ma l’identità alternativa potenzialmente più interessante, quella destinatagli dalla nascita cioè quella di Christopher Hargrave, erede della Halcyon Aegis, lui non l’ha ancora assunta. Dev’essere per questo che lo spin-off si intitola Redemption.
Questo episodio si fa notare perché Mr. Reddington non dà alla task force il benché minimo indizio su come risolvere il caso del giorno. Egli è in tutt’altre faccende affaccendato: deve portare due suoi nemici ad eliminarsi fra di loro e fare, diciamo così, i provini per assumere nuovo personale delle pulizie, rimpiazzando Kate Kaplan (sulla cui posizione attuale non ci viene ancora detto nulla). L’appartamento bianco – che – più – bianco – non – si – può è scelto per quello. Il puzzle anch’esso tutto bianco, invece, crea l’occasione per una scena dalle molteplici interpretazioni: l’ultimo pezzo che va a posto potrebbe essere segno del completo sprofondare di Red nella pazzia, o del fatto che le persone a lui più care stiano agendo proprio come lui si aspettava.
La scena finale merita un commento a parte. Dembé va a dire a Lizzie che Reddington ha sparato alla Kaplan. Diventa così il secondo, della cerchia dei più intimi, a biasimare l’operato del Concierge del Crimine. Praticamente sta covando una rivolta, anche se venata di umana pietà. Vedremo se gli sviluppi di questo ottimo spunto serviranno a far rialzare gli ascolti, che al momento languono un po’.
A proposito di spunti da sviluppare, il rifiuto di Red di partecipare agli affari delle miniere dove vengono schiavizzati anche i ragazzini da un lato fa piacere, per evidenti ragioni morali, dall’altro lascia perplessi. Si era detto che occorrevano moltissimi miliardi per lottare contro un gruppo Cabala in espansione. Si spera che Mr. Reddington non abbia rinunciato a questa lotta, grande motivo d’interesse per seguire questa serie, se si dà per scontato che le vere ragioni del legame fra lui e Lizzie verranno spiegate solo nell’ultima puntata.
Da recuperare, infine, ci sarebbe anche Ressler. Nelle puntate di questa quarta stagione si è limitato a stare in gruppo e a svolgere con competenza il suo lavoro (tranne quando si è fatto scappare il drone al parco, ma capita). Aveva giurato, per esempio, di vendicare l’assassinio di Raven Wright, ma non ha ancora dato seguito al suo proposito.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Spiegazione non paranormale
  • Tom Keen non può cambiare pelle
  • Parafrasando il vecchio spot pubblicitario: “Credevo il mio appartamento fosse bianco, finché non ho visto il tuo”
  • Ressler s’è perso
  • Anche la lotta di Red contro il gruppo Cabala è stata abbandonata, almeno sembra
Episodio scorrevole, avvincente, da seguire tutto d’un fiato. Nella prossima puntata vedremo “The Harem”. No, non è quello di biondone più o meno intercambiabili gravitante intorno a Steff, all’epoca di Pretty in Pink. Si tratta di un gruppo di ladre capitanate dalla Jill Hennessy di Crossing Jordan, in cui Lizzie si dovrà infiltrare. Di sicuro non mancheranno sane scene d’azione, sul resto, cioè sulla trama orizzontale, impossibile fare previsioni. 
Lipet’s Seafood Company 4×09 5.18 milioni – 1.0 rating
The Forecaster 4×10 5.28 milioni – 1.0 rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: