);

Marvel’s Runaways 2×08 – 2×09 – Past Life – Big ShotTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Dopo quanto accaduto in “Last Rites” (praticamente un season/series finale con tanto di addio al villain), la sensazione che sia rimasto gran poco da raccontare in Marvel’s Runaways è tanta. E d’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che l’intera storyline della serie girava intorno a Jonah, alla navicella spaziale che avrebbe provocato un terremoto devastante in California e alla dipendenza dei genitori dei Runaways nei suoi confronti. Considerando che dopo quanto accaduto mancavano ancora 6 episodi al finale e che, quindi, fosse necessario creare una nuova trama, non ci si poteva aspettare tanto di diverso da queste due puntate; purtroppo però quello che ci si aspettava coincide anche con un calo drammatico della qualità, dell’interesse e anche della scrittura. Viene allora da chiedersi il perché di un rinnovo composto da 13 episodi invece che dei canonici 10 visto che, al netto delle idee espresse sinora e alle differenze con la serie fumettistica, tutto sembrava destinato ad una fine in concomitanza con la sconfitta di Jonah. E l’epic fail sembra a portata di mano.

Karolina:How could you, Alex?
Nico:Yeah, what were you thinking?”
Chase: “He wasn’t.

Alex:Or I’m thinking so many moves ahead that you can’t even keep up. […] Look my strategy has never changed. OK? I said I’m taking down PRIDE, so I’m taking down PRIDE.
Nico:You’re taking down PRIDE? Who are you right now?
Chase:There’s no “I” in team, Alex. Coach Alphona told me that one. You made a deal with a criminal, Alex.
Gert:Which is exactly what happened to what happened to our parents, which is which is which is bad, is the point that I’m trying to make.

“Past Life” è una classica puntata post hangover da season finale che non era un season finale, ricca di momenti lenti, riflessivi ed in qualche modo funzionale alla chiusura di un cerchio narrativo che si è inevitabilmente chiuso. Fa piacere ovviamente l’intro che si focalizza su Jonah (e verosimilmente questa è l’ultima scena in cui sfortunatamente si vedrà Julian McMahon), ma è anche l’unico momento che si può salvare dell’episodio vista la lentezza che attanaglia ogni singola scena.
Perfino il tentativo di creare una nuova storyline, dalle ceneri di quella principale appena conclusa, nasce sotto la stella sbagliata per colpa della natura prettamente umana della nuova minaccia. E d’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che AWOL, pur essendo un villain tutto sommato interessante, non può reggere il confronto con Jonah, i suoi legami e la natura aliena che conferiva un valore aggiunto di base a tutta la storia. È quindi normale avere come conseguenza una perdita d’interesse da parte dello spettatore, spaesato e anche disinteressato da queste problematiche umane che allontanano ulteriormente la serie dal suo vero DNA.
La superficialità regna spesso sovrana in questi due episodi ed è identificabile nelle reazioni di personaggi del calibro di Frank, Karolina, Alex e anche dei rispettivi genitori. Frank da solo, che prima si sente perso per la chiusura della chiesa e poi fotografa Leslie per ricattarla in seguito, è esemplificativo di una povertà di scrittura che si estende su tutti i livelli della narrazione. Si potrebbe serenamente continuare ad elencare situazioni del genere ma, onde evitare un’ulteriore appesantimento, preferiamo evitare, sicuri del fatto che li avrete notati anche voi (metà episodio ambientato nell’albergo parla da solo). C’è tanta confusione, troppa, e non si può perdonare un comportamento del genere che porta allo spreco di ben 120 minuti della propria vita. E verosimilmente anche dei prossimi 240…

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Flashback su Jonah
  • AWOL potenzialmente interessante…
  • Assenza di trame forti dopo la morte di Jonah
  • …ma non può ovviamente prendere il posto di Jonah come villain
  • Frank disperato che poi prova ad incastrare sua moglie: seriously?
  • Aumento spropositato dei drammi adolescenziali
  • Gestione malsana dei personaggi con character che sono protagonisti di una puntata e poi l’episodio successivo se sono fortunati dicono una frase (è un discorso che vale per Karolina, Nico e altri personaggi a caso)

 

Tutto da rifare. Tutto.

 

Last Rites 2×07 ND milioni – ND rating
Past Life 2×08 ND milioni -ND rating
Big Shot 2×09 ND milioni -ND rating

Fondatore di Recenserie sin dalla sua fondazione, si dice che la sua età sia compresa tra i 29 ed i 39 anni. È una figura losca che va in giro con la maschera dei Bloody Beetroots, non crede nella democrazia, odia Instagram, non tollera le virgole fuori posto e adora il prosciutto crudo ed il grana. Spesso vomita quando è ubriaco.

Rispondi

Precedente

Marvel’s Runaways 2×06 – 2×07 – Bury Another – Last Rites

Prossima

Marvel’s Runaways 2×10 – 2×11 – Hostile Takeover – Last Waltz

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: