Westworld 2×05 – Akane No MaiTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/Westworld by
Entrata ufficialmente nel vivo con il quarto episodio, dove il pubblico ha avuto modo di assistere al primo vero scossone di quest’anno, la stagione in corso per Westworld aveva lasciato qualche nodo da sciogliere e una storyline in particolare, quella di Maeve, ancora indietro nella costruzione.
Altra lamentela espressa dai fan, e spesso rimarcata in questa sede, era l’assenza di una delle più curiose comparsate dello scorso finale di stagione: i samurai, infatti, avevano fatto soltanto capolino nell’evoluzione della trama, facendo sentire la loro presenza, senza mai essere protagonisti primari nei vari episodi.
Pensare di risolvere entrambe le problematiche in un colpo solo è stata una buona idea da parte degli sceneggiatori, impegnati in “Akane No Mai” in uno sviluppo narrativo un po’ lontano da quanto visto recentemente, ma comunque di buon appeal.
La prima apparizione di Shogun World, questo il nome del parco a tema dedicato al Giappone, introduce una bella novità, o forse no? In effetti, tutto quello che si vede al suo interno non ha nulla di particolarmente nuovo. Lo script di una madre che si trova costretta a consegnare la figlia nelle mani del cattivo di turno (in questo caso si ha un rapporto materno e non di sangue) era già comparso da qualche parte nel parco a tema western, ed è simbolico il fatto che sia proprio Maeve la prima ad entrare in contatto con questa nuova/vecchia realtà. Mossa dai sentimenti e dall’amore per la figlia nel corso di tutta la stagione, un periodo che più volte ha spinto lo spettatore a chiedersi come delle macchine con uno script interno arrivino a provare delle emozioni umane, Maeve entra nell’occasione in simbiosi con una sua controfigura del “nuovo mondo” di nome Akane.
La presentazione comunque non delude, i costumi, la recitazione in lignua e la regia sono di alto livello e, con la gentile partecipazione del gruppo di Westworld, permettono allo spettatore di trascurare il particolare di aver assistito alle stesse identiche scene in un contesto sensibilmente diverso un anno fa. Interessante, tra l’altro, il modo in cui la stessa Maeve osserva il suo stesso script dall’esterno: la missione di Maeve sarebbe in teoria quella di trovare la figlia, ma il rivedersi in Akane le fa crescere dentro una sorta di sentimento umano, uno dei temi dell’episodio, che la spinge ad aiutare la sua sventurata sostituta.
Lo stesso sentimento umano prende il sopravvento su Dolores nelle scene con Teddy, le meno interessanti della puntata, ma se da una parte Maeve cede completamente all’istinto che la invita ad aiutare Akane, Dolores torna sui suoi passi. La decisione di resettare, o azzerare completamente (ancora da chiarire questo particolare), lo script presente nel cervello di Teddy, per quanto psicologicamente e sentimentalmente devastante possa essere, è quella più lungimirante considerando i commenti sui problemi degli hosts.
Proprio questi commenti sono facilmente riconducibili a Maeve e alle sue nuove capacità. La volontà di Dolores di disfarsi di Teddy contrasta infatti con quella dell’altra protagonista della doppia trama in questa puntata: la scelta di Maeve di andare in aiuto di Akane utilizzando queste abilità, nate apparentemente dal frutto di un’idea non eccelsa degli sceneggiatori, potrebbe rivelarsi agli effetti meno proibitiva di quanto fatto intuire e provocare al personaggio dei problemi non di poco conto in prospettiva futura. Viene anche spontanea la riflessione su quando, come e se le due si incontreranno nuovamente, dato che, tra tutti i personaggi della serie, proprio loro sembrano avere le idee più chiare riguardo gli eventi presenti ed una strana capacità di leggere quelli che verranno.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Akane e Maeve
  • Costumi
  • Azzeccata l’idea di utilizzare il giapponese in Shogun World
  • La percezione del rapporto tra madre e figlia
  • I dialoghi tra Maeve e Lee
  • La decisione di Dolores
  • Il tema delle macchine che provano emozioni e si arricchiscono interiormente diventando migliori degli esseri umani
  • L’attesa per Shogun World leggermente tradita
  • Le nuove abilità concesse a Maeve (down momentaneo in attesa che si definisca meglio quello che comportano)

 

Westworld porta sullo schermo un’ora di televisione molto buona, seppur non al livello di quella della settimana scorsa. Lo sviluppo della storyline di Maeve e la messa in mostra del tanto sospirato secondo mondo, simile a quello già conosciuto ai più, ha giustamente preso il sopravvento rispetto alle vicende di Dolores e Teddy. Rischiosa la decisione di attribuire a Maeve un potere così enorme, rimane tuttavia qualche riserva e non conoscendone i rischi è bene non precipitare i giudizi in tal senso.

 

The Riddle Of The Sphinx 2×04 1.58 milioni – 0.6 rating
Akane No Mai 2×05 ND milioni – ND rating

 

 

Tags:

Arrivato ormai alla veneranda età di 18 anni, da 6 anni, e in cerca di nuovi stimoli si è unito a RecenSerie per convertire il team al culto di Tina Fey e per trasmettere all'umanità la passione per le comedy. Tra una puntata e l'altra cerca di laurearsi in lettere e di guardare per un tempo indeterminato quanto più sport possibile. Il suo sogno nel cassetto è scrivere la sceneggiatura di una sit com modello talent-show con protagonisti Joe Bastianich, Lilly Meraviglia e Damiano Er Faina

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: