);

Yellowstone 3×04 – Going Back To CaliTEMPO DI LETTURA 5 min

/

Yellowstone è una serie tv che, sin dal pilot, ha potuto godere di un grandissimo vantaggio, rappresentato dalla location e dall’idea di base. I panorami mozzafiato del ranch Dutton, uniti all’esaltazione dello spirito del Montana, sono elementi affascinanti e che catturano lo spettatore. Per questo motivo, lo show si è spesso arrogato il diritto di prendersi delle pause (a volte anche lunghe), con episodi di transizione uno dopo l’altro. La scommessa fatta, in questo caso, è che la visione risulti in ogni caso piacevole, e che la sufficienza piena sia guadagnata sostanzialmente sempre. Ciò è vero, ma bisogna anche analizzare un altro punto: questo atteggiamento ha permesso a Yellowstone di divenire una serie di buon livello, ma non le ha mai fatto fare il salto di qualità definitivo (nonostante le potenzialità). Puntando molto sulla semplice atmosfera e sulla solidità del concept di base, l’evoluzione dei personaggi e della trama ha diverse volte mostrato delle lacune da evidenziare. Questo episodio, purtroppo, non si sottrae a questa logica e, accanto agli ormai consolidati elementi positivi, ripropone gli altrettanti cronici difetti (uno su tutti: si è arrivati quasi alla metà della stagione, eppure fino ad adesso si è assistito esclusivamente ad una lunga introduzione degli eventi). Volendo analizzare più nello specifico i temi affrontati, si può dire che “Going Back To Cali” ruota attorno a due concetti: famiglia e senso di appartenenza.

FAMIGLIA


La famiglia è ovviamente al centro dello show in ogni suo aspetto, dato che il punto di vista privilegiato è quello della famiglia Dutton. In questa puntata, seguendo un trend già visto negli appuntamenti precedenti, però, molto spazio è stato concesso alle varie relazioni sentimentali intrecciate dai protagonisti e dai personaggi secondari. In primo luogo, la storia tra Rip e Beth continua a proseguire e – dopo puntate di idillio completo – in quest’occasione ha vissuto un momento importante, che testimonia la profondità del loro rapporto. Rip, infatti, è disposto a non diventare padre, pur di stare con lei. Questo elemento è importante perché si tratta di una scelta con ripercussioni che vanno oltre il rapporto tra i due. Nel finale della scorsa stagione, Rip è stato definito da John come uno dei suoi figli, il che lascia presagire un futuro in cui lui sarà – almeno in parte – proprietario del ranch. Scegliendo di non avere eredi, implicitamente Rip riconosce che, in ogni caso, è improbabile che il ranch esista ancora tra una generazione.
Le altre storie mostrate sono quella tra Jimmy e Mia, tra Kayce e Monica e tra John e la governatrice. In questo caso, non molto è da segnalare, se non che Jimmy continui ad essere – in questa puntata in modo accentuato – la linea comica (citando Boris) dello show. Il risultato, come è spesso accaduto, è che queste vicende costituiscano poco più di un riempitivo. La governatrice, invece, convince Kayce a diventare nuovo Commissario per il Bestiame. In questo caso, bisogna sottolineare il sopracitato problema dell’evoluzione dei personaggi: Kayce è ormai bloccato da più di una stagione, e anche in questo caso accetta passivamente il nuovo lavoro, che peraltro non voleva.

SENSO D’APPARTENENZA


Nello show, il senso di appartenenza primario è quello nei confronti del ranch dello Yellowstone, che deve essere protetto ad ogni costo. In questa puntata, la minaccia principale è rappresentata da un gruppo di biker californiani. La conseguenza rissa e sconfitta dei biker – con tanto di discorso di John sul tornarsene in California – ha rafforzato il sentimento identitario dei personaggi, che sono legati non solo al ranch, ma anche allo stile di vita e ai valori che rappresenta. Questi sentimenti sono condivisi, ad esempio, anche dalla governatrice, che vuole agire per evitare che la valle diventi cittadina, facendo perdere al Montana la propria identità.
Parlando dell’altra minaccia, anche questa volta il minutaggio dedicato alle vicende di Beth e Roarke è limitatissimo, ma comunque significativo. La rivelazione fatta ai giornali, con tanto di crollo in borsa della Market Equities, permetterà infatti alla storia di progredire in modo significativo. Questo bisogno era particolarmente urgente considerando che, dopo quattro puntate, gli avanzamenti di trama sono ancora estremamente limitati.
L’appartenenza, inoltre, è anche quella che Rainwater prova nei confronti della sua tribù e delle sue usanze. Mosso dalla disperazione, però, è disposto a farsi aiutare da un nuovo personaggio, Angela Blue Thunder. Il minutaggio a lei dedicato è stato ridotto, dunque non si possono compiere analisi approfondite, tuttavia, si possono fare delle prime valutazioni. Considerando che Rainwater teme di essere disprezzato dalla sua gente, e considerando anche la decisione di Angela di gettare acqua per spegnere la combustione della salvia (rito noto come Smudging), si può supporre che lei sia una persona che non dà importanza ai riti e alle tradizioni su cui spinge molto Rainwater (il quale da sempre spinge sulla linea identitaria). La presenza di questo nuovo personaggio è utile, perché permetterà di porre fine alla staticità delle vicende nella riserva (anche queste ferme da tempo immemore).

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Beth e Rip
  • Il crollo in borsa della Market Equities
  • Il discorso della governatrice
  • La sconfitta dei biker e il discorso di John
  • L’introduzione di Angela Blue Thunder
  • La linea comica di Jimmy
  • Molto minutaggio dedicato a relazioni che non aggiungono quasi nulla alla storia
  • Kayce personaggio bloccato da molto tempo
  • Kayce che accetta passivamente il nuovo ruolo 
  • Avanzamenti di trama molto limitati
  • Assenza di Jamie: solito problema nella gestione dei personaggi

 

Yellowstone è una bella serie tv, ma continua a ripetere sempre gli stessi errori. Nell’attesa di un agognato salto di qualità, lo show di Paramount Network dovrà accontentarsi della sufficienza.

 

An Acceptable Surrender 3×03 3.73 milioni – 0.7 rating
Going Back To Cali 3×04 3.55 milioni – 0.7 rating

stefano p

Romano, studente di scienze politiche, appassionato di serie tv crime. Più il mistero è intricato, meglio è. Cerco di dimenticare di essere anche tifoso della Roma.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

Ju-On: Origins 1x06 - Episode 6

Next

Stateless 1x05 - Panis Angelicus

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: