);

Dexter: New Blood 1×09 – The Family BusinessTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Dexter-New-Blood-1x09 Arrivati al ridosso del finale il vero quesito che assilla il pubblico è concentrato su cosa questo progetto denominato “New Blood” voglia significare per il brand di Dexter: si tratta di un nuovo inizio oppure del puro e semplice desiderio messo in atto di riscrivere l’osceno finale andato in onda anni e anni fa?
Molti elementi narrativi sono stati lasciati al caso senza desiderio alcuno di approfondimento e senza la benché minima attenzione: Molly tratta di un podcast sui serial killer in cui parla del Macellaio di Bay Harbor, ma non riconosce minimamente Dexter; Harrison torna dall’Argentina nell’indifferenza totale del sistema di sicurezza degli Stati Uniti (che avrebbe quanto meno dovuto segnalare il nome di un ragazzino scomparso quasi dieci anni prima); Kurt, benché costruito sulla falsa riga di Arthur Mitchell, non ha il phisique du role del villain e la sua dipartita in questa puntata lo sottolinea.
Insomma, Dexter: New Blood avrà anche il desiderio di riscrivere il finale, ma sembra scarno d’attenzione in tutto il resto puntando dritto all’esposizione pubblica (e definitiva?) di Dexter senza prendere in esame nessun altro elemento.

PASSAGGIO DI TESTIMONE DEXTER-HARRISON


“The Family Business” delinea abbastanza bene il finale, rappresentato dal prossimo episodio (“Sins Of The Father”), andando a chiudere tutte le principali trame aperte in questa stagione.
Dexter ed Harrison riescono ad avere il loro tanto agognato momento padre-figlio in cui l’ex esperto della polizia di Miami si addentra nella spiegazione di cosa sia il Dark Passenger, di come incanalarlo in qualcosa di positivo e di come sopravvivervi senza farsi sopraffare dagli impulsi ad esso collegati. È un confronto molto importante per lo show: Harrison ha necessità di capire di non essere il solo a provare certi impulsi e soprattutto che questi possono essere dominati e controllati; Dexter ha necessità di chiudere il proprio cerchio narrativo rappresentando una figura paterna finalmente presente per il figlio. L’uccisione di Kurt, disteso sui consueti teli di plastica, rappresenta un momento catartico nonché una sorta di passaggio di testimone tra Dexter e Harrison, due figure nate nel sangue e che dal sangue sono sentimentalmente attratte.

ANGELA IS THE NEW LAGUERTA?


Kurt viene punito dal Macellaio come ai vecchi tempi; la verità sul finto assalto a scuola viene a galla; Molly viene scoperta essere stata l’ultima vittima di Kurt: tutte le varie sottotrame giungono al proprio finale. Ma un grosso fantasma, direttamente dal passato, appesantisce ancora le spalle di Dexter/Jim: Angela sta progressivamente scoprendo la verità su chi sia il vero Macellaio di Bay Harbor grazie ai numerosi indizi lasciati ad Iron Lake dal maldestro serial killer tornato all’opera e anche grazie al podcast di Molly.
Una bolla che sicuramente scoppierà nel prossimo episodio e che, probabilmente, farà un gran numero di danni. Quello che si prospetta all’orizzonte potrebbe essere una sorta di rivisitazione di “Surprire, Motherfucker!”: nel finale della settima stagione, Debra si ritrova a dover decidere a chi sparare all’interno del container, bloccata dall’indecisione e dai sentimenti. Da una parte il fratello per cui aveva recentemente scoperto di provare qualcosa, dall’altra LaGuerta, la sua figura lavorativa di riferimento.
Tutti sanno come si è conclusa quella puntata, ma perché “Sins Of The Father” non potrebbe riportare in scena una diatriba molto simile, magari con un risultato differente?
Da una parte c’è il solito Dexter, riscopertosi padre solo di recente; dall’altra Angela che sta portando alla luce una sequela di crimini da far rabbrividire anche il più calmo ed obbiettivo agente di polizia del mondo; Harrison, pronto a premere il grilletto. Sarebbe un confronto a tre interessante e che aiuterebbe forse gli sceneggiatori a dare degna sepoltura al personaggio di Dexter Morgan.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Dexter ed Harrison che parlano apertamente l’uno con l’altro: un momento famigliare molto importante per entrambi
  • Dexter, Harrison e la loro prima scena del delitto insieme
  • La morte di Kurt
  • Angela che ricostruisce la vera identità del Macellaio di Bay Harbor
  • L’inutilità di Molly, grande conoscitrice di serial killer… ma Dexter proprio non sa chi è
  • Kurt, un pessimo Trinity Killer
  • Indizi sparsi da Dexter

 

I tasselli sono tutti correttamente disposti sul tavolo da gioco. Eppure la sensazione non è delle più positive: l’incertezza deriva dai fantasmi del passato, da quel terribile “Remember The Monsters?” e anche dal presente, dalle premesse totalmente fallaci su cui questo revival di Dexter pone le proprie basi. “The Family Business” è un ottimo episodio preparatorio, ma come spesso accade a decretare il successo o meno di un progetto sarà solamente la conclusione.

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Rispondi

Precedente

The Book Of Boba Fett 1×01 – Chapter 1: Stranger In A Strange Land

Prossima

And Just Like That… 1×05 – Tragically Hip

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: