);

The Alienist 1×06 – AscensionTEMPO DI LETTURA 3 min

/
Dopo una prima parte di stagione abbastanza lenta e ampiamente introduttiva, The Alienist sembra aver decisamente cambiato marcia, optando già da “Hildebrandt’s Starling” per un tono più rivolto all’azione e (leggermente) meno al mero dialogo. Un cambiamento piuttosto evidente per una serie che ha fatto del botta e risposta, delle ipotesi investigative e del “detto ma non detto” le chiavi di una qualità non indifferente. “Ascension” chiaramente non si priva del DNA sciorinato con orgoglio nelle precedenti puntate ma va ad aggiungerci quel qualcosa che effettivamente era mancato: l’azione.

 

(Ex) Captain Connor: You’re a degenerate, a filthy murdering pederast. You’ve no right to live among decent people.
Willem Van Bergen: I’m a van Bergen. We’re part of the 400.
(Ex) Captain Connor: 400, my arse. You’re nothing but a rich, little pansy! Dirty sodomite!
Willem Van Bergen: You cannot talk to me like that! I’m a Van Bergen! You cannot touch me! […] You won’t do that. You can’t do that.
(Ex) Captain Connor: Dirty sodomite. You’ll pay for this!

 

La morte di Willem Van Bergen arriva tanto di sorpresa quanto era arrivata la sua introduzione: non solo Hossein Amini e gli altri sceneggiatori lo avevano introdotto sorprendentemente un paio di episodi fa (contrariamente a tutti i canoni delle serie tv ma anche dei libri gialli), ma ora viene anche eliminato quasi a sangue freddo. Confermando fondamentalmente la teoria di Laszlo secondo cui Willem Van Bergen non era il serial killer che si stesse cercando.
Inutile dire che la scelta, oltre che essere audace, è anche molto efficace per stuzzicare ulteriormente la fame dello spettatore che, ora sempre più, è desideroso di sapere come andrà finire la caccia all’assassino che uccide solo durante feste cattoliche. Chiaramente, fosse stato Willem Van Bergen, la stagione avrebbe dovuto subire diverse variazioni sul tema per riempire altre quattro puntate, ora invece bisogna fondamentalmente ripartire da capo e la cosa non dispiace affatto.

 

John: Wait. Why would the man attack Cyrus and draw attention to himself? Makes no sense. Unless…

 

Parallelamente all’investigazione, ciò che interessa maggiormente il pubblico è l’evoluzione delle relazioni all’interno del gruppo capitanato dal Dr. Laszlo Kreizler. Il threesome, se così si può chiamare, tra Laszlo, John e Sara rimane vivo ma nascosto, con un John sempre più disposto a mettere da parte la bottiglia pur di avere una chance con Sara, mentre quest’ultima è totalmente focalizzata a vincere la faida con Laszlo e smascherare la sua fragilità. Tutto molto divertente e può tenere viva la fiamma dell’interesse anche se ad un certo punto bisognerà fare chiarezza su questo triangolo.
L’elemento che però interessa ancora di più, e che arriva un po’ come un fulmine a ciel sereno, è quello che in gergo tecnico si chiama retcon: Laszlo non è sempre stato paralizzato ad un braccio. Chiaramente questa scoperta arrivata tramite un articolo di giornale scovato da Sara, coglie di sorpresa lo spettatore che si vede aggiungere un ulteriore livello di narrazione e mistero ad una trama che aveva già abbastanza elementi misteriosi. E tutto ciò piace dannatamente tanto.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ultimi dieci minuti d’azione della puntata
  • Laszlo VS Sara
  • Connor VS Van Bergen
  • Regia come al solito degna di nota
  • Si comincia a far luce sul passato di Laszlo e soprattutto sul suo braccio
  • C’è sempre una certa lentezza che non abbandona mai la serie

 

“Ascension” segna il cambio di ritmo di questa prima stagione con la morte del presunto serial killer ed una desolazione finale che promette vendetta nelle ultime quattro puntate. Ed ora la curiosità su chi sia il serial killer ha preso decisamente il sopravvento.

 

Hildebrandt’s Starling 1×05 ND milioni – ND rating
Ascension 1×06 ND milioni – ND rating

Martin Moody

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

I Know This Much Is True 1x06 - Episode 6

Next

The Alienist 1x07 - Many Sainted Men

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: