);

The Witcher 1×03 – Betrayer MoonTEMPO DI LETTURA 3 min

/
Che The Witcher fosse tra le serie è più attese del 2019 lo si è già detto nella recensione del pilot, così come si è già detto che avesse, almeno parzialmente, deluso le (alte) aspettative riposte nello show targato Netflix.
Paragoni ingiusti a parte, è bene specificare che lo show ha un bel potenziale, ma purtroppo al momento, non sembra essere sfruttato appieno. È innegabile che il materiale ci sia, soprattutto perché l’universo da cui attinge è sicuramente molto vasto, cosa che ovviamente non rende semplice la trasposizione su schermo. Tenendo anche conto della difficoltà oggettiva, non si può non notare che il team autoriale non sia riuscito a gestire bene la narrazione degli eventi, che risultano per lo più confusi e buttati lì quasi a casaccio, con tre storyline principali apparentemente slegate tra loro e con linee temporali diverse.
Con questo terzo episodio si apprende che le avventure di Geralt avvengono molti anni dopo rispetto agli eventi riguardanti Yennefer, cosa che probabilmente riguarderà anche la principessa Ciri. Questa pessima gestione delle linee temporali rappresenta forse il difetto maggiore di The Witcher, perché capirci qualcosa risulta difficile o quasi impossibile per coloro che non hanno letto i libri di Sapkowski. Per non parlare poi della mancanza, almeno per il momento, di una trama orizzontale che unisca i vari episodi.
Che ci sia un filo conduttore si sa, ma solo perché si parte dal presupposto che l’opera letteraria è composta da svariati romanzi, ma non lo si capisce nell’immediato perché ogni episodio sembra essere quasi a sé. È evidente che la serie è pensata per il binge-watching, ma un pizzico di concretezza nell’orizzontalità della trama non guasterebbe, così come maggiore chiarezza nella narrazione.

Yennefer: “A life holding dustpans while you brush off forgotten bones? That’s not destiny. It’s slow suicide. […] I will not be schooled by a man who pimps the world as some romantic adventure. My world is cruel. Unpredictable. You enter, you survive, you die.”

Messa da parte la premessa generale sullo show, bisogna precisare che “Betrayer Moon” è l’episodio meglio riuscito finora, sia dal punto di vista dell’evoluzione di due dei personaggi principali (quello di Yennefer in primis), che dal punto di vista stilistico, con una regia e una fotografia migliori dei precedenti episodi. L’evoluzione di Yennefer è assolutamente da lodare, con la sua trasformazione da “apprendista stregona” storpia e un po’ sfigata a donna cazzuta che, non solo decide di sottoporsi alla trasformazione senza “anestesia”, ma che non le manda a dire a Istredd.
Volendo fare un piccolo appunto a riguardo, si potrebbe dire che la maggior parte della sua evoluzione è avvenuta offscreen, ma va anche bene così, considerata l’importanza ottenuta dal personaggio.

Triss Marigold: “Anyone else would’ve killed the princess. You chose not to.”

Sul fronte Geralt, invece, si continua, lentamente, a far luce sulla vera natura, nascosta e non, del personaggio, che è in contrasto con le dicerie che girano sulla sua specie. Si dice che i witcher non provino sentimenti umani, ma seguendo le vicende di Geralt Of Rivia è evidente che non sia così. Lo strigo non è certamente il classico eroe che salva il mondo, ma agisce seguendo una morale molto più solida degli umani con cui si ritrova a interagire e che lo additano come “mostro”. A questo proposito, in questo terzo capitolo appare ancora più evidente che una delle tematiche principali che lo show vuole affrontare sia proprio la definizione della parola “mostro”, che si addice molto di più ad alcuni umani che agli esseri che Geralt combatte fisicamente.
The Witcher continua a meritarsi di essere seguito, nonostante la poca chiarezza sulle linee temporali e una trama orizzontale non ancora delineata, con la speranza che proseguendo con la visione non venga soddisfatta soltanto la curiosità, ma che vengano chiariti i tanti dubbi che albergano nelle menti dei “non lettori”.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Regia e fotografia
  • Il parallelismo tra la metamorfosi di Yennefer e quella della principessa
  • L’essere umano è ancora una volta il vero mostro della situazione
  • Solita confusione generale
  • Ma le tre storyline si incroceranno mai?

 

Non sarà la serie dell’anno, come molti forse si aspettavano, ma l’hype è ancora alto, nonostante la confusione.

 

Four Marks 1×02 ND milioni – ND rating
Betrayer Moon 1×03 ND milioni – ND rating

Valentina Stella Marini

Distratta, eterna sognatrice e accumulatrice compulsiva di tazze di ogni forma e colore. Vive la sua vita tra mille paranoie, attacchi di ridarella immotivati e costante voglia di prendere il primo aereo per Londra.
Nel tempo libero attende da più di quindici anni di ricevere la lettera per Hogwarts e guarda serie tv come se non ci fosse un domani.
Normalmente è una persona pacata, ma provate a toglierle il caffè e si trasformerà in una belva feroce. Lorelai Gilmore docet.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

Marvel's Runaways 3x08 - 3x09 - 3x10 - Devil's Torture Chamber - The Broken Circle - Cheat The Gallows

Next

The Witcher 1x04 - Of Banquets, Bastards and Burials

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: