Suits 8×06 – Cats, Ballet, Harvey SpecterTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/Suits by

You pulled a Litt. Harvey, you became me

La puntata parte decisamente bene grazie al caso seguito da Harvey, con la blogger influencer sedicenne che fa sentire profumo di battaglia in tribunale, di mosse e contromosse. Forse se ne saprà di più in futuro e sarebbe un bene se ciò accadesse. Anche il caso seguito da Katrina e Brian viene presentato in maniera interessante, come una causa di alto profilo. Peccato non aver visto Miss Bennet in tribunale.Gli sceneggiatori hanno preferito dedicarsi a sviluppare i suoi rapporti col collega già sposato. Questa sotto trama ha un sapore un po’ adolescenziale, ma almeno nell’episodio in oggetto si sviluppa in modo gradevole e tutto sembra un po’ più a fuoco rispetto all’ultima volta in cui era stato trattato l’argomento. Basta solo che il tira e molla fra i due personaggi non duri troppo a lungo, anzi finisca sul “restiamo amici” e per entrambi vengano scritte avventure più corpose e interessanti.
Molto opportuna appare invece la decisione di non mostrare le scene in cui Samantha Wheeler spiega la verità sul suo passato a Donna (proprio lei, fra tutti gli abitanti della Terra, ma le due sembrano diventate amiche). L’alone di mistero e di indefinito si addice particolarmente al personaggio, quindi si spera non ci saranno recuperi nel prossimo episodio. Gradito inoltre il pretesto di rintracciare una cliente al galà di beneficenza per mostrare una scena di raffinata eleganza.
Piatto forte è la seduta “di coppia” di Louis e Harvey dal dottor Lipschitz. Evidentemente Mr. Specter doveva essere proprio oppresso dal divorzio del fratello, dall’astio nel vedere il collega impegnato a metter su famiglia, oltre che dal suo solito trauma dell’abbandono, risalente ai tempi del divorzio dei genitori e nuovamente riemerso quando si è trovato senza Jessica, Mike e Rachel. Gli ci vuole poco per aprirsi completamente davanti allo psicologo e quello che poteva diventare un momento comico diventa invece molto più profondo. I sorrisi sono riservati a dopo, quando i due amici si incontrano in privato, allo studio legale.
Per una volta i ruoli si invertono: non è Louis a dover “rincorrere”, a cercare di farsi notare e stimare dal collega percepito come più “fortunato”. Nel campo sentimentale e familiare, Mr. Litt è “arrivato primo”. Non per scienza sua, perché non si tratta di cose strategicamente pianificabili e preventivabili. Questo “bagno di umiltà” potrà solo giovare al personaggio di Harvey.
Viene da chiedersi quale sia lo scopo di mostrare la formazione di una nuova, affiatata famiglia allo studio legale e quali potrebbero essere le conseguenze nella seconda parte di stagione, soprattutto dal punto di vista della competizione per diventare managing partner o name partner. In una recente intervista lo showrunner Aaron Korsh non si è sbilanciato, anzi ha dichiarato di non sapere nemmeno se questa sarà o meno l’ultima stagione per la sua creatura. Giunti oltre la metà della prima tranche di puntate, comunque, di quanto anticipato manca solo una graditissima nuova apparizione della sorella di Louis, vista per l’ultima volta tanto tempo fa, quando se ne andò col cuore spezzato dopo essere stata trattata da Harvey in modo non propriamente galante. Questo ritorno potrebbe essere l’occasione di una richiesta di scuse, per quanto tardiva e di chiarimento fra i due, visto che, come si diceva già all’epoca, il personaggio di Esther merita.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Katrina abbastanza in carreggiata
  • Mistero sul passato di Samantha
  • Pace fatta tra Louis e Harvey
  • Era meglio mostrare Katrina in tribunale

 

Continua la prevalenza di tematiche private e personali rispetto alle battaglie in aula di tribunale, per una puntata che procede a velocità di crociera, senza picchi o baratri particolari. Probabilmente questa via del taglio intimista è stata scelta perché, partito Mike, non c’è più nessuna “voce fuori dal coro”, pronta ad offrire un diverso punto di vista sulla causa rispetto all’avvocato titolare. Gli ascolti, comunque, non sembrano risentirne. Nella prossima puntata, stando al promo, si annuncerà la tanto sospirata cicogna e si rivedrà David Alpay, nel ruolo del losco padrone di casa della Zane – Specter – Litt. Altra importante novità sarà la presenza di Gabriel Macht in cabina di regia.

 

Good Mudding 8×05 1.15 milioni – 0.3 rating
Cats, Ballet, Harvey Specter 8×06 1.22 milioni – 0.3 rating

 

 

 

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: