);

Barry 3×04 – All The SaucesTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Barry 3x04 RecensioneAlcuni ingredienti di Barry sono difficilissimi da trovare in altri prodotti seriali. Il giusto mix di ironia, demenzialità pura, dramma umano, crime e cringe diffuso danno al tutto un sapore che non può non far tenere lo spettatore incollato allo schermo.
“All The Sauces” in questo senso, già dal titolo, rappresenta la quintessenza degli elementi sopra citati, nella sua espressione migliore.
Questo perché Barry torna ad uccidere (con tanto di connessione con i primi omicidi mostrati nella 1×01), ma anche perché il mondo della recitazione e dello spettacolo viene presentato al suo massimo splendore e alla sua massima assurdità. Omicidi, criminali e star system: quando questi tre elementi si esaltano, quando vengono conditi con tanta ridicolaggine, non si può che rimanere estasiati e ammirati.

LA BOMBA


Forse l’apice di quanto mostrato in “All The Sauces” è l’intera sequenza della bomba, dell’effettivo (ed esplosivo) ritorno di Barry alle uccisioni su commissione. La resa dell’intero tragicomico evento ha la sua potenza proprio nel modo in cui gli eventi si susseguono.
Sin dall’inizio dello show è sempre stato possibile assistere ad una contrapposizione tra l’adrenalina di un momento di particolare violenza e la staticità di qualcuno ignaro di quanto stesse succedendo lì nei paraggi. In questo caso lo spettatore sa che una bomba potrebbe esplodere da un momento all’altro, sa che il boss boliviano non sarebbe dovuto essere in casa in quel momento, ma che il malfunzionamento dell’app ha creato un imprevisto. Sa anche come Hank prenderebbe la morte del suo amato. Allo stesso tempo si crea tensione perché il suocero ha scoperto tutto e quindi Cristobal è in pericolo in due modalità. Poi ovviamente tutto fila liscio e la sua fuga improvvisa gli salva la vita.
Ma quella che sarebbe una normalissima tensione di un normalissimo thriller è contrapposta dalle scene con Barry stesso, in contrapposizione al confronto di cui sopra. Il protagonista, già colpevole di star utilizzando una app per far esplodere una bomba, cosa di per sé assurda, siede scocciatissimo nella sua auto parlando con un call center e cercando di capire il perché tale bomba non stia funzionando. L’espressione piena di male di vivere di Bill Hader è la ciliegina sulla torta.

JOPLIN&JOE MANTEGNA


Sicuramente non è da meno il mondo dello spettacolo rappresentato nello show. Inizialmente l’intera parentesi riguardante Sally appare come più debole rispetto al protagonista che prova ad attivare una bomba tramite app facendo spuntare la mano da dietro la macchina cercando segnale.
L’intero ambiente più luminoso e soffuso della televisione, fatto di interviste, recensioni, critiche subisce un crescendo fino a un ulteriore momento altissimo dell’episodio, in cui la (ormai ex) fidanzata di Barry diviene protagonista di un momento cringe di alta scuola. I suoi intenti sociali e di sensibilizzazione si sciolgono come neve al sole nel momento in cui il suo cervello mette a fuoco che Rotten Tomatoes ha valutato Joplin con 98/100. Da lì bisogna solo assistere in silenzio ed ammirare il momento di imbarazzo estremo dovuto all’entusiasmo, sublimato da un pubblico ansimare.
Per quanto riguarda Cousineau, interessante notare il leitmotiv dello show, di un successo ricevuto quando non lo si cerca, di una notorietà a lungo inseguita che però arriva solo nel momento in cui si è impegnati spasmodicamente alla ricerca di altro. Ricerca di altro totalmente abbandonata di fronte ad un valigione pieno di soldi.

IL CERCHIO INTORNO A BARRY


Grazie alla vendetta messa in moto da Fuches, c’è la possibilità di fare un salto ai primi due omicidi di Barry, presenti nella 1×01. Come detto nella precedente recensione, per apprezzare questa citazione passata occorre necessariamente un rewatch, visto il discreto lasso di tempo intercorso tra la prima e la terza stagione. Fatto sta che, tolto questo particolare non da tutti percettibile, è evidente come si stia cercando di girare la ruota degli eventi verso un accerchiamento nei confronti di Barry.
Il finale di episodio, con Sally che lo lascia, rappresenta forse il vero punto di volta. Finora abbiamo avuto un Barry anaffettivo e dalla dubbia moralità a cui girava tutto bene e che non gli mancava niente. Nel momento in cui sta affiorando una sotto forma di coscienza (i soldi lasciati a Cousineau, il dispiacere per essere mancato alla conferenza di Sally, il bisogno di essere perdonato dal suo mentore), le cose iniziano a mettersi male. La delusione sentimentale (primo vero barlume di emozione visibile sul volto del protagonista) potrebbe dare luogo a conseguenze totalmente inaspettate.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • L’app per le bombe
  • Il call center per l’app per le bombe
  • Il caso che fa comunque salvare Cristobal
  • Sally in preda all’entusiasmo
  • Rievocazione dei primi omicidi della serie
  • Risvolti futuri imprevedibili
  • Niente di trascendentale

 

Barry si conferma la serie di cui ci si dimentica, che in pochi conoscono, ma che prima o poi avrà il successo che merita. Tutti gli ingredienti inseriti al suo interno (“All The Sauces”) danno vita ad un’alchimia che rasenta la perfezione sotto il punto di vista del ritmo scenico, dell’originalità della narrazione e dell’umorismo macabro che ne scaturisce.

Approda in RecenSerie nel tardo 2013 per giustificare la visione di uno spropositato numero di (inutili) serie iniziate a seguire senza criterio. Alla fine il motivo per cui recensisce è solo una sorta di mania del controllo. Continua a chiedersi se quando avrà una famiglia continuerà a occuparsi di questa pratica. Continua a chiedersi se avrà mai una famiglia occupandosi di questa pratica.
Gli piace Doctor Who.

Rispondi

Precedente

Devils 2×08 – Episode 8

Prossima

The Flash 8×15 – Into The Still Force

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: